Full Version: cfnm med con mamma
Print   Search   Utenti   Join    
alto2metri
Wednesday, March 23, 2011 2:39 AM
Ciao a tutti [SM=g27823] . Io credo che una delle esperienze più eccitanti che si possano vivere con la mamma come protagonista, è quella di essere sottoposti ad una visita medica ( da un medico donna ) in sua presenza. Essere spogliati nudi davanti agli occhi di mamma (magari pure vestita in modo provocante ) e non riuscire a non avere una imbarazzantissima erezione, davanti alla dottoressa ed a lei. O anche sentirsi rivolgere dalla dottoressa delicatissime domande sulla masturbazione ed essere costretti a rispondere davanti a mamma , proprio mentre si è nudi col pisello dritto... E magari potrebbe capitare che la dottoressa trovi qualcosa di interesante proprio sul pisello e chieda alla mamma di venire a vedere da vicino...e toccare..

Vi è mai capitato qualcosa del genere?
Ciao !
alto2metri
Sunday, March 27, 2011 12:41 AM
Se intanto vi fa piacere sentire una delle mie nuerose esperienze in questo senso, vi dirò che una situazione tremendamente eccitante, fu quando la dottoressa invitò mia madre a controllarmelo prendendomelo in mano...ed io ebbi un'erezione proprio in mano a mia madre...
alto2metri
Sunday, March 27, 2011 11:58 PM
calze a rete
Un'altra situazione che certo non potrò mai dimenticare riguarda una delle prime visite cui mi sottoposi in presenza di mia madre. Erano le prime volte e chiaro ero imbarazzatissimo, peraltro quella visita fu quella nella quale più di ogni altra ( fra le prime cui venni sottoposto ) sarei stato tenuto più a lungo completamente nudo per l'indagine. E proprio quel giorno mia madre doveva indossare la gonna corta e le calze a rete ????!!!!
Ebbi l'erezione quasi subito...davanti a mia madre che restava a guardarmi con le gambe accavallate!
alto2metri
Thursday, March 31, 2011 11:59 PM
confesso che questa l'ho inventata
Una situazione molto piccante che ho vissuta solo in parte ( perchè non è tutto vero quello che segue ) è stata quando:
La dottoressa mi disse che deve farmi un'ispezione anale, ma che il lettino è troppo piccolo ed inadatto per sorreggermi durante questa pratica, così mi indicò la cosce di mia madre seduta lì accanto, dicendomi di mettermi in grembo a mamma come quando ero piccolo... Io che ero già completamente nudo eseguì l'ordine.
E proprio quel giorno mia madre doveva indossare la gonna corta e le calze di naylon col reggicalze ?!? ed io come mi trovai col pisello a contatto con le cosce e le calze subito sentii di non poter trattenere l'erezione.
In più ,la dottoressa mi rigirava il dito nel sedere stimolandomi la prostata, ed era del tutto impossibile resistere.
Sentivo il pisello che cresceva duro e lungo sulle cosce di mia madre.
Non volevo che ciò accadesse, sarebbe stato troppo imbarazzante, poi dovere mostrare a mamma che mi era venuto duro sulle sue cosce.
Ma più mi sforzavo di resistere più non potevo, e sentivo che il pisello burciava e cresceva.
Quando la dottoressa ebbe finito, mi ordinò di alzarmi.
Io dovetti tirarmi su, e mostrare a mamma ed alla dottoressa che il pisello era diventato duro come roccia.
Ed era diventato duro sulle cosce di mia madre.
Mia madre era imbarazzatissima.
Istintivamente si tirò la gonna sulle cosce il più possibile, ed io mi sentii ancora più umiliato.
La dottoressa sorrise sotto i baffi e mi fece sdraiare sul lettino.
Io a pancia in su avevo il pisello dritto come una bandiera, che tetimoniava come mi fossi eccitato..sulle cosce di mamma.
alto2metri
Wednesday, May 04, 2011 3:30 AM
"Signora dovrebbe coprire le gambe"
Ora vi riporto un episodio che in realtà si è verificato solo in parte ( quindi non è proprio tutto vero quanto riporto; infatti l'ho un po' condito di dettagli piccanti )
Un giorno durante una delle visite cfnm di cui ho detto, mia madre, che sedeva poco distante dalla poltroncina sulla quale io ero stato fatto sedere dalla dottoressa che stava visitandomi completamente nudo, indossava una gonna corta e larga,e sotto claze bianco-trasparenti.
Io non riuscivo a fare a meno di fissarle le cosce,e non riuscivo quindi a trattenere l'erezione che diventava sempre più forte.
La dottoressa inizialmente fece finta di nulla, mentre mia madre ( oramai ci era abituata ) era imbarazzata ma nulla di più.
Ad un tratto però la dottoressa parve spazientirsi, e girò gli occhi verso mia madre perchè doveva avere capito la causa della mia erezione troppo inistente.
Notò che il mio sguardo era , pure involontariamente fisso sulle cosece di mamma,ed io capii che lei aveva capito quindi il motivo di quella erezione che stavo avendo così dura, prorpio in mano a lei che me lo stava toccando mentre ero nudo davanti a mia madre vestita.
Io mi sentii subito invadere da una forte umiliazione al pensiero che, mentre ero così nudo ed inerme, e già in malafede perchè in erezione, la Dottoressa avesse anche capita la vergognosa causa della mia già di suo imbrazzantissima erezione.
Ma ancora doveva venire la reale umiliazione.
Infatti pochi istanti dopo lo sguardo della dottoressa si incontrò con quello di mia madre.
Per un attimo mi sembrò di capire che mia madre avesse capito.
E già li fui invaso dalla vergogna più rossa.
Ma non bastava.
La Dottoressa disse chiaro e forte a mamma " Signora: dovrebbe coprire le gambe! Suo figlio si sta un pochino troppo eccitando a guardargliele"
Mia madre arrossì, farfugliò delle scuse e si alzò per prendere il soprabito col quale coprirsi le ginocchia.
La visita continuò...Io avevo ancora il pisello dritto, ed ero sempre lì nudo ed esposto in mano alla dottoressa e davanti a mia madre che coll'impermeabile sulle gambe, ora era di nuovo seduta davanti a me guardando in direzione del mio pisello duro.
L'unica cosa diversa ero io, atrocemente umiliato.
merrelv
Thursday, May 12, 2011 11:38 AM
Re: "Signora dovrebbe coprire le gambe"
alto2metri, 04/05/2011 03.30:

La Dottoressa disse chiaro e forte a mamma " Signora: dovrebbe coprire le gambe! Suo figlio si sta un pochino troppo eccitando a guardargliele"




Accavallava le gambe?
alto2metri
Thursday, May 19, 2011 1:30 AM
Si, le accavallava
Mamma teneva le gambe accavallate, sotto la sua gonna corta, fasciate nelle calze bianco-trasparenti; però, dato che era imbarazzata, aveva la tendenza a muoverle nervosamente.
Il movimento ripetuto che compiva con nervosa sensualità lasciava via via più scoperte le cosce strette nelle calze lucide.
Le accavallava e scavallava ripetutamente, il tutto davanti ai miei occhi ,mentre io ero nudo e toccato.
cfnmmamma
Sunday, May 22, 2011 1:27 AM
visita medica
ciao!!! anche a me è capitato di avere un erezione davanti a mia mamma e alla dottoressa.
mia mamma aveva la gonna corta senza calze, quando ho avuto l'erezione si è imbarazzata tantissimo!!! è diventata rossissima, e ha detto, ma figlio mio!!! mamma mia che vergogna!!! copriti almeno con le mani!! e la dottoressa ha sorriso e ha detto che non c'era nessun problema.
alto2metri
Sunday, May 22, 2011 10:38 PM
Ciao
Ciao! E' un piacere sapere che hai vissute esperienze analoghe alle mie. Quella da te riportata è molto eccitante, ma ne hai anche altre da postare qui? Io ne ho ancora numerose nel repertorio, ed altre ,ancora oggi, continuano a verificarsi ( come ho già ammesso, talvolta aggiungo qualche particolare piccante di fantasia , ma la maggior parte di ciò che scrivo è reale ).
Numerose delle mie esperienze ,poi, hanno a che fare con situazioni nelle quali ,mia madre stessa è stata invitata ad osservare attentamente e da vicino il mio pisello durante le visite, e talvolta persino a toccarlo. A te è mai capitato qualcosa del genere?
Ciao! [SM=g27823]
cfnmmamma
Sunday, May 22, 2011 11:36 PM
esperienze
mia mamma si è sempre imbarazzata durante le mie erezioni.... e anche io essendo nudo davanti a delle donne. poi mia mamma ha sempre esclamato COPRITI ALMENO CON LE MANI! NON VEDI CHE TI SI VEDE TUTTA LA CAPPELLA! CHE VERGOGNA!
tua mamma che ti dice o che ti diceva??????
hai situazioni da raccontarmi?? scrivile pure sul forum...
ciao!!!!!
alto2metri
Wednesday, May 25, 2011 11:23 PM
Una Signora molto Lunatica
Ciao ! Mia madre è una donna estremamente lunatica e suscettibile... in parole povere a seconda del contesto, o di come le "girava" assumeva atteggiamenti spesso diametralmente opposti di volta in volta.
Talvolta, mostrava enorme imbarazzo, arrossiva, si ritraeva ( era tutto molto eccitante, perchè dava quel senso di "vedo non vedo" )
Altrevolte, si mostrava autoritaria e crudele e mi umiliava davanti alle dottoresse ( eccitantissimo ! )
Altre volte ancora ostentava affettata indifferenza ( anche questo molto eccitante ed in certo qualmodo pure molto umiliante )
Ancora in certe occasioni faceva la mamma "caramellosa" e mi trattava come un marmocchio scemo arrivando addirittura a chiamare il mio pisello con nomi buffi, o dire altre "frasi d'effetto" che poi racconterò.
Altre volte ancora, addirittura si mostrava perversa e deliberatamente cercava di eccitarmi e/o trovare tutte le occasioni per toccarmelo.
Insomma: non mi sono mai annoiato ( voglio essere sincero però: alcune esperienze che racconterò, come ho già detto, saranno condite da particolari piccanti di fantasia; ma sostanzialmente è tutto vero )
Ciao [SM=g27823]
cfnmmamma
Thursday, May 26, 2011 1:18 PM
umilava:
come ti umiliava davanti alle dottoresse???????
cosa diceva????????
alto2metri
Saturday, May 28, 2011 2:30 AM
Visita con clistere
Ciao! Mi hai chiesto di riportare le esperienze che ho vissute nelle situazioni di cfnm med in presenza di mia madre, che fossero quelle nelle quali mia madre ha mostrato il suo lato più crudele.
Allora ti racconterò un episodio trascorso che è stato quello in cui mia madre più che in altre occasioni si mostrò crudele verso di me.
Premetto ( come sempre, prima che mi si possa accusare di mitomania ) che non tutto quello che riporto è realmente accaduto, ma solo una parte, tutto il resto è una serie di dettagli piccanti di fantasia.
Non credo poi che sarebbe giusto pubbilicare tutto il racconto in un solo post perchè questo risulterebbe troppo lungo, quindi lo scomporrò in due o tre post successivi.

Detto questo:
Qualche tempo addietro ( ma non molto ) mia madre si era messa in testa ( forse solo e soltanto con l'intento di umiliarmi )che eovevo essere necessariamente sottoposto ad un clistere terapeutico, una sorta di pulizia del colon.

Io ero ( e sono ) sanissimo, ma mia madre prese appuntamento senza chiedermi nulla e senza neppure avvertirmi.

Quando mi disse -Silio, tra due giorni alle 10 del mattino dobbiamo andare al Ciro Montanari che devi farti fare un clistere !-
Io caddi dalle nuvole, e però il tono autoritario di mia madre ( che stava attuando uno dei suoi periodi "crudeli") non ammetteva repliche.

Io accennai una vaga protesta, sebbene sapevo che sarebbe stata inutile ed anzi avrebbe prodotto solo un castigo.

Ed infatti la politica di mia madre fu chiara sin dall'inizio, per persuadermi a recarmi a far fare questo clistere, mi avrebbe preso a sculacciate sonore due volte al giorno fino alla mattina ( inclusa ) del servizio.

Quel giorno stesso quindi fui sottoposto al rituale della sculacciata ( del quale semmai parlerò più ampiamente altrove ) che consisteva nel ,da parte di mia madre, sedersi sul divano con un asciugamano sulle ginocchia per evitare "incidenti".
Gli incidenti, come forse avrete capito, erano le mie eiaculazioni, inquanto avveniva molto spesso che durante le sculacciate io le sborrassi sulle gambe, e quindi per eviatare che le venissero inondate di sperma ( come in altre occasioni, anche in presenza di altre donne, era accaduto ) poneva quell'asciugamano sulle cosce.

Mi riempì di sculacciate ( ed io stavo a cazzo dritto ) ed il mio fondoschiena si arrossava.
Mi disse pure - Così quando in Ospedale ti vedranno con questo culo rosso farai pure la figura dello scemo che è stato sculacciato dalla mamma !-

Bellissima prospettiva!!

Intanto ,durante quei due giorni , al ritorno da scuola , mi riempiva di sculacciate, dopo pranzo e prima di andare a letto; vestita di tutto punto o in camicia da notte.

In una di quelle occasioni l'ascigamano le fu utile.

le feci un fiotto di sperma copioso , e mentre venivo, già immaginavo la reazione delle infermiere ( perchè immaginavo ci sarebbero state infermiere donne ) davanti al mio culo rosso... la cosa mi umiliava e mi eccitava... comunque pensavo che avrei detto che tale lo rossore me lo procurava la mia ragazza con la quale amavo compiere giochi erotici sul sadomaso.

alto2metri
Saturday, May 28, 2011 2:41 AM
Certo non immaginavo che tale iniziativa sarebbe stata frustrata da mia madre che quella volta si superò in crudeltà da non credere.

Così arrivò la mattina del clistere.
Io mi ero già lavato e vestito, che mia madre, vestita con una gonna di misto-seta lunga sino al polpaccio color carta da zucchero, scarpe scollate, e camicetta giallo canarino, mi intimò di abbassarmi i pantaloni e le mutande e di sistemarmi sul suo grembo per la sculacciata pre-servizio.

Io ovviamente obbedii , anche eprchè dentro di me speravo che dimenticasse l'asciugamano ( e guardandole le cosce mi si era già drizzato ) invece prese l'ascigumano che teneva vicino la poltrona e sistemandoselo sulle gambe mi gurdò e mi disse con le labbra strette -Porco!-

Mi diede una serie infinita di sganassoni sulle chiappe, che fumavano infine.

Quando mi alzai e ritirai su i pantaloni dissi - Ora mi sarà molto scomodo sedermi sulla sella del motorino-
e lei secca e dura - Ma quale motorino ! Ti accompagno io in macchina-
- Mamma - dissi io - non è necessario che venga anche tu-
Lei non disse nulla ,sia alzò si diresse alla porta, e solo quando lì -Sbrigati che è già tardi- col solito tono che non ammetteva repliche .

Salimmo in macchina ( per me fu molto doloroso sedermi sul sedile )e partimmo.
A me scocciava ( ma ovvio anche eccitava la presenza di mia madre ).
Mi eccitava l'idea che potesse assietere al servizio, ma non credvo che l'avrebbe fatto; invece lo fece eccome!



alto2metri
Wednesday, June 01, 2011 11:13 PM
Quando giungemmo all'entrata dell'Ospedale,già sentivo che lo stomaco si rigirava nel mio ventre ( gli ospedali non sono mai bei posti, ma sapendo cosa mi aspettva una volta attraversati quei corridoi bianchi e verdi , tutto aveva un che di ancor più sinistro; pure se eccitante ).
Mia madre sembrava sapere tutto, data la disinvoltura con la quale si muoveva agile sulle gambe splendide ( che mostrano vent'anni di meno ) nella sua gonna blu, fra i corridoi inquitanti che olezzando di disinfettante.
Non potei non pensare che si fosse già recata lì ed avesse pure preso nota di quali e come fossero le stanze dove avrei subito il clistere.

Il pisello mi si stava già rizzando nei pantaloni, all'idea che sarei stato spogliato ed umiliato, e forse mia madre ( magari seduta con le gambe accavallate ) avrebbe assistito ( anche se pensavo che sarebbe rimasta ditero un paravanrto o qualcosa di simile )

Arrivamo ad un reparto molto ben illuminato che dava su un giardino pieno di sole.

C'erano due infermiere giovani che parlottavano accanto ad un citofono davanti una doppia porta socchiusa.

Mia madre si avvicinò loro velocemente e disse a voce alta " Mio figlio deve fare un servizio di clistere: è qui che fate i clisteri?"

L'infermiera più giovane arrossì e sghignazzò, mi guardò di sottecchi, arrossì di nuovo e sghignazzò più forte
alto2metri
Thursday, June 02, 2011 12:00 AM
-si ehm, è qui che si fanno i clisteri- Disse l'altra infermiera, soffocando un risata e schiarendosi la voce sforzandosi di assumere un atteggiamento falsamente professionale ( che è già di suo una cosa tremendamente umiliante vederselo fare in faccia )
-è per il ragazzo?-
-Si è per lui, siamo arrivati un po' in ritardo perchè ha fatto un sacco di capricci, perchè si vergognava-
( naturalmente anche questo mia madre lo disse molto ad alta voce, e diverse teste dal corridoio si girarono verso di me )

L'infermiera più giovane ,rossa in viso sbottò a ridere ed andò a nascondersi al di là della porta.
L'altra sempre più paonazza -Chiamo subito la Dottoressa-

Si attaccò al citofono e dopo pochi secondi -Dottoressa, c'è qui un Signora col figlio. Il ragazzo deve fare una terapia rettale con lavaggio, che faccio, glielo mando?-

Ottenne la risposta e subito guardò mia madre quasi con oscura complicità : - La Dottoressa vi sta aspettando: Stanza 13, non potete sbagliare è a metà del corridoio-

Mia madre le sorrise e le domandò : -Ma per fare il trattamento,non deve fare prima una visita di ano prostata ,e genitali ?-

- Non lo so Signora- rispose l'infermiera con quel tono indisponente che manda in bestia- Chieda alla Dottoressa, magari gli farà tutto lei quando siete lì-
cfnmmamma
Thursday, June 02, 2011 8:08 PM
e poi?????
alto2metri
Saturday, June 11, 2011 11:38 PM
Percorso il corridoio sino al punto indicato, vi scorgemmo una porta socchiusa.
Mia madre bussò lievemente e poi la aprì.
Avevamo davanti un ambiente in penombra , nel quale due donne stavano attorno ad una specie di calderone.
Una delle due, un rossa snella, ci guardò male e disse con voce aspra -Che fate?! Chiudere la porta prego! Aspettare il proprio turno-
Mia madre tirò fuori qualcosa di simile a quel medesimo carisma che usava con e in quel perioso ,e non si fece redarguire così ( almeno non davanti a me )
- Ci hanno detto di presentarci qui; come facciamo a sapere quand'è il nostro turno?!-

La donna (chiaramente doveva trattarsi della dottoressa ) perse parte della sua asprezza ( qualcuno dice che l'unico modo per sconfiggere un cattivo e mettergli davanti qualcuno più cattivo ) e con tono più mansueto disse - Chiuda la porta, la chiamerò io tra pochi minuti, mi scusi-

Mia madre acconsentì e chiuse la porta.

Io e lei restammo lì fuori ad attendere.

Mia madre teneva la braccia conserte, e le gambe ,sotto la gonna sottile sembravano in attesa di accavallarsi mentre dondolava il peso da un piede all'altro sui tacchi bassi ma eleganti.
Negli occhi aveva un brillare che non prometteva altro che crudeli macchinazioni, ed ogni tanto le balenava sulle labbra carnose dipinte di rossetto, un sorriso malizioso che mi lasciava immaginare a quali tremende (ma eccitanti ) umiliazioni sarei andato incontro di lì a poco.

Il pisello dritto mi batteva dentro i pantaloni, eppure ero spaventatissimo ed avrei voluto fuggire.

Guardavo spesso verso la porta dalla quale eravamo entrati, come volessi correre via attraverso quella, ma ,proprio mentre pensavo questo, quella porta si aprì , e le due infermiere che avevamo visto poco prima mi lanciarono uno sguardo carico di derisione.
Mi sentii bruciare dall'umiliazione.
Ma ancora non era finita.
Palesemente trattenendo una risata una delle due chiamò mia madre a voce alta.
Mia madre si voltò, e quella, con una voce che tradiva la malizia - Signora, ha detto che suo figlio deve fare una visita alle genitali ed all'ano vero?-
- Si, genitali ed ano prima del clistere-
Rispose ia madre, mentre le due infermiere diventavano paonazze per trattenere le risate
- Quando la dottoressa le aprirà, le dica che può visitare il ragazzo nella stanza 8-
-Grazie-
rispose mia madre, facendo frusciare la gonna sulle cosce mentre si girava.
alto2metri
Thursday, June 16, 2011 12:16 AM
Ad un tratto con un rumore che i irempì di ansia, la porta si aprì un pochino, e la dottoressa cacciò fuori la zazzera di ricci rossi.
-Cosa dovete fare?-
Mia madre ( manco a dirlo! ) prese subito la parola e disse a voce alta
-Mio figlio deve fare un clistere, ma prima credo che debba fare una visita di genitali ed ano, gliela farà Lei?-
La dottoressa mi guardò un istante
-Si certo, dobbiamo solo trovare la stanza-
-Le ragazze all'entrata mi hanno detto di portarlo nella stanza numero 8-
La dottoressa annuì- Va bene, lo porti Lei nella stanza 8, io arrivo subito, lo faccia spogliare completamente nel frattempo-

Io mi sentii gelare, ma anche invadere da un forte senso di arrapamento; tuttavia ero teso, e , entre la dottoressa si rischiudeva al di la di quella misteriosa porta, e mia madre mi invitò seccamente a seguirla mentre lei fluttuava agile nel corridoio nella sua gonna sottile, io facevbo fatica a muovere i passi.

Giungemmo alla stanza 8, e vi trovammo le due infermiere che ho detto pronte ad aspettarci.

Una subito, quando mi vide, corse fuori per non scoppiare a ridere, l'altra cercò di mostrarsi impassibile e rimase lì nella stanza,accanto al lettino, già ricoperto di carta.

-Comincia a spoglairti e dammi i vestiti!-

mi ordinò mamma

-Può anche darli a me -

suggerì l'infermiera con tono tra il dolce e l'affettatamente professionale

cfnmmamma
Thursday, June 16, 2011 8:53 AM
Poi?? Cosa e' successo??
alto2metri
Sunday, June 19, 2011 4:22 AM
Una domanda prima di proseguire
Ciao Cfnmamma! Sono contento che il mio racconto ti interessi. Come avrai notato, oltre alla vera esperienza non ho saputo resistere all'aggiungere numerosi particolari di fantasia, che rendono tutto certo più avvincente. Però rendono il tutto anche piuttosto lungo, e così, su questo forum si corre il rischio che sia solo io a scrivere, quindi spero non ti dispiaccia se, prima di proseguire il racconto ( ci vorranno ancora tre o quattro post perchè finisca ) voglio farti una domanda per conoscere anche la tua esperienza, o parte di essa.
Volevo sapere: Tua madre, durante le visite cui sei stato sottoposto, te lo ha mai preso in mano?
Ciao [SM=g27823]
cfnmmamma
Sunday, June 26, 2011 1:04 AM
Ciao!!! Certo che me lo ha preso in mano!!
Mi sono trovato nudo davanti a delle sue amiche che ridevano e una di loro me lo ha scsppellato!!!!!!!!
alto2metri
Monday, June 27, 2011 9:07 PM
Ciao,mi fa piacere che tu abbia risposto [SM=g27823]
Hai detto che una delle sue amiche ti ha scappellato, questo vuol dire che alle visite cfnm cui sei stato sottoposto, erano presenti anche queste donne?
( per quanto riguarda il mio racconto non ti preoccupare, in questi giorni lo porterò a termine [SM=g27823] Come sai, però, molti elementi che vi leggerai sono ,purtroppo, di fantasia )
Ciao!
cfnmmamma
Wednesday, June 29, 2011 1:29 PM
Ciao!! Si dell volte erano presenti delle sue amiche Donne!
Che ridevano per via della mia erezione e mi toccavano pure la cappella!!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:04 PM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com