Etrusco
Saturday, February 02, 2008 2:55 PM
Dopo molte accuse il Vaticano è intervenuto
Padre Marcial Maciel Degollado . . .

[IMG]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/e/e3/Image-_Marcial_Maciel.jpeg[/IMG]
(fonte: Wikipedia)

(Cotija, 10 marzo 1920 – 30 gennaio 2008)
è stato un presbitero messicano di confessione cattolica, fondatore della congregazione dei Legionari di Cristo e del movimento Regnum Christi.


Accusato di abusi sessuali nei confronti di alcuni giovani seminaristi e di Absolutio complicis in peccato contra sextum (Il diritto canonico proibisce ai sacerdoti di assolvere in confessione un complice nei peccato contro il sesto comandamento.), nel 2006 il prelato è stato convocato in giudizio presso la Congregazione per la Dottrina della Fede:
per l'età avanzata e la cagionevole salute di Maciel, la Congregazione ha rinunciato al processo canonico contro Maciel, raccomandandogli "una vita riservata di preghiera e di penitenza, rinunciando ad ogni ministero pubblico".




“C’è ancora del divario tra dire la cosa giusta, senza che poi si agisca propriamente facendo ciò che è giusto fare,” ha detto Brother Barry Coldery, uno storico ecclesiastico australiano che ha scritto molto sugli abusi del clero.

Quattro anni fa, il Vaticano ha reso Brother Coldery membro dell’ordine dei Fratelli Cristiani, rimuovendo da Internet il suo libro, Vita religiosa Senza Integrità: La Crisi degli Abusi Sessuali nella Chiesa Cattolica.

Una lettera del vaticano a Brother Coldrey diceva: “Ci chiediamo se ci sia buonsenso nel pubblicare un documento simile.”

“La risposta dovrebbe essere fate pulizia”, disse Brother Coldrey, “ma viene ancora coperto tutto troppo spesso.”

Il Vaticano si è rifiutato a lungo di prendere una posizione sul perché non abbia agito sulle numerose denunce di abusi fatte contro uno stretto alleato del Papa, il Rev. Marcial Maciel, fondatore e capo dell’ordine della Legione di Cristo a Roma[IMG]http://www.pabloneruda.it/foto/Con%20papa.jpg[/IMG].



2 dei suoi 9 accusatori si sono appellati diverse volte al Vaticano nel 1970 e nel 1980, senza risultati.

Il Vaticano ha finalmente accordato, nel 1999, di esaminare i presunti incidenti, che i due asserivano essere successi in Spagna e in Italia quando erano giovani ragazzi e seminaristi.
Ma pochi mesi dopo il Vaticano ha misteriosamente sospeso l’inchiesta, senza neanche ascoltare la loro testimonianza, in conformità con i voti del silenzio. Tutto questo è riportato anche in un nuovo libro di Jason Berry e Gerald Renner, giornalisti investigativi che per primi hanno riportato la saga di Maciel.

Alberto Athié, un ex prete che ha lavorato in una istituzione benefica retta dai vescovi messicani, ha detto al Dallas News che la sua carriera è stata bloccata dopo che ha notificato al Cardinale di Città del Messico Norberto Rivera e al Cardinale del Vaticano Joseph Ratzinger le accuse contro Padre Maciel.
I cardinali non hanno voluto commentare a riguardo.

“Mi è stato ditto che Maciel è molto caro al Papa, che ha fatto molto bene per la chiesa, e che non era conveniente fare qualcosa per passare dalla parte dell’accusa”, ha detto Mr. Athié, che successivamente ha abbandonato il sacerdozio.

Continua QUI...
[IMG]http://www.associazioneprometeo.org/immagini/ass_bar.gif[/IMG]



Articolo sulle accuse mosse al fondatore dei Legionari di Cristo . . .





Friday, May 19, 2006
Maciel, il Legionario pedofilo


... Il Vaticano ha punito padre Marcial Maciel Degollado, il fondatore dei Legionari di Cristo:
d’ora in avanti non potrà più celebrare la messa, insegnare e rilasciare interviste.
Padre Maciel, messicano, oggi 86enne, è stato per anni al centro di uno scandalo per pedofilia. Il religioso è stato chiamato in causa per violazioni che sono cominciate negli anni '40 nei confronti dei ragazzini che si univano alla Legione. Le denuncie sono sempre state circostanziate, il Vaticano non ha mai fatto nulla, anzi ha sempre protetto Maciel dalla giustizia ordinaria.
Queste testimonianze sono tratte dal volume “Pederastía en la Iglesia católica”, dello spagnolo Pepe Rodríguez:

“Il padre Maciel mi chiamò nell’infermeria, eravamo a Roma... accettammo il suo apparente danno urologico e mi toccò vivere di tutto: palpeggiamenti, masturbazione, sesso orale”
(padre Félix Alarcón).

“A me disse che aveva dei dolori provocati da una involontaria retenzione di sperma, per cui aveva bisogno di un massaggio. Questo cominciò nella parte bassa dell’addome, poi abbassava la mano fino a toccargli il pene e da lì passava direttamente alla masturbazione”

(Alejandro Espinosa, ex Legionario, oggi allevatore).


Quando il vescovo di Coatzacoalcos, Carlos Talavera, inviò la documentazione relativa agli abusi sessuali di padre Maciel, ricevette la risposta del cardinale Joseph Ratzinger (oggi il nostro papa) che considerava non fosse una cosa prudente aprire il caso, in quanto Maciel era una persona molto influente all’interno della Chiesa cattolica.
La violazione e l’abuso dei giovani adolescenti della Legione di Cristo era diventato un rito di iniziazione che Maciel effettuava con la protezione dei suoi superiori.
A nulla valsero le insistenze del clero e dei media messicani perchè Maciel fosse rilevato dal suo incarico.
Si è dovuto aspettare fino ad oggi perchè il Vaticano, finalmente, decidesse una tardia (quanto politica, in fondo il difensore di Maciel è oggi diventato papa) sospensione.

Un esauriente pagina web sui crimini sessuali del clero
si trova nella pagina dello scrittore Pepe Rodríguez:
www.pepe-rodriguez.com/Sexo_clero/Sexo_clero_menu.htm

[IMG]http://gatopardo.blogia.com/upload/20061023011108-na16fo01.jpg[/IMG]
Etrusco
Saturday, February 02, 2008 3:20 PM
[IMG]http://blog.blogosfere.it/blogs/americalatina/images/maciel.jpg[/IMG]

Padre Marcel Maciel Delgado.

Il 30 gennaio si è spento all'età di 87 anni, il fondatore e leader dei Legionari di Cristo, Marcial Maciel Degollado. Nato a Cotija, in Michoacán il 20 di marzo del 1920, il sacerdote ha trascorso gli ultimi anni della sua vita lontano dai riflettori e dalla vita pubblica a causa della sospensione a divinis inflittagli dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, diretta dal Cardinale William Joseph Levada, per le accuse di aver commesso abusi sessuali su minori durante i suoi anni trascorsi come sacerdote. Nel 1998 infatti Maciel fu accusato da almeno 9 seminaristi di averli violentati quando avevano un età tra i 10 e i 16 anni.
Maciel raccontava alle sue vittime che disponeva di una dispensa papale di Pio XII per accarezzarli sessualmente perchè in questo modo alleviava una malattia dello stomaco che lo affliggeva.
Queste accuse ( e quelle di molti altri tra ex sacerdoti, seminaristi e fedeli) furono prese in serio solo nel maggio del 2006
quando già con Benedetto XVI sullo scragno papale, la Congregazione per la Dottrina della Fede, rinunciò al processo contro Maciel "considerando la sua età avanzata e la sua fragile salute" però obbligandolo a rinunciare ai ministeri pubblici e a mantenere "una vita riservata di orazione e penitenza".
Maciel accettò l' "invito"
però negò sempre la fondatezza delle accuse, come la gran maggioranza dei membri del suo gruppo.

Il Vaticano nonostante la decisione presa comunque riconosceva e riconosce "indipendentemente dalla persona del fondatore",
gratitudine per "il benemerito apostolato dei Legiornari di Cristo e della associazione Regnum Christi". [SM=x44472]

Fonte: La Jornada
Nikki72
Saturday, February 02, 2008 3:29 PM
Dal libro Fumo di Satana in Vaticano, Kaos Edizioni:


Per comprendere appieno la vicenda qui narrata occorre sapere che i Legionari di Cristo (Congregazione religiosa di diritto pontificio fondata in Messico nel 1941 per “stabilire il Regno di Cristo secondo le esigenze della giustizia e della carità cristiana fra intellettuali, professionisti e operai, con l’azione sociale e dell’insegnamento”) sono uno dei gioielli della Chiesa. Attivi negli Stati Uniti, Canada, America Latina, Europa e Australia, i Legionari contano circa 500 sacerdoti e 2.500 chierici, e dirigono 9 Università e 166 scuole e istituti superiori. Una piccola potenza, sostanziata da molto denaro, guidata dal Padre fondatore nonché attuale Superiore generale. È accaduto di recente che una decina di ex seminaristi dei Legionari di Cristo, oramai in età adulta, abbiano denunciato pubblicamente di avere subìto, in gioventù, molestie e abusi sessuali da parte del Padre fondatore della Congregazione nonché attuale Superiore generale della medesima. Sette di essi – tre insegnanti, due imprenditori, un avvocato e un ingegnere, firmandosi con nome e cognome – hanno precisato le loro accuse ricordando i fatti accaduti in seminario:

Il primo denunciante: “Il Padre era a letto, completamente nudo, e volle che gli applicassi una lozione alle cosce e ai genitali. La cosa si ripeté decine di volte… Ma quando rifiutai di sottopormi a una penetrazione anale, lui rivolse le sue attenzioni a un altro seminarista”.
Il secondo: “Il Padre cominciò ad abusare sessualmente di me quando avevo 12 anni… Io gli dicevo che ero turbato, che volevo andarmi a confessare; ma lui mi rispondeva: “Non c’è niente di male. Se proprio vuoi, ecco, ti do io l’assoluzione”, e mi impartiva il segno della croce”.
Il terzo: “A volte il Padre chiamava me e un altro ragazzo insieme nel suo letto per masturbarci reciprocamente. Io non riuscivo a nascondere la mia ripugnanza, ma il Padre mi assicurava che tutto era moralmente corretto, che il mio compito era quello tecnico di un infermiere, e che il Papa gli aveva dato lo speciale permesso di far svolgere questo compito professionale a ragazzi invece che a donne”.
Il quarto: “Il Padre mi diceva che soffriva di una ritenzione di sperma nei testicoli, con dolori insopportabili che potevano essere alleviati solo da uno specifico farmaco o da una masturbazione, che egli mi chiede di praticargli in più occasioni e che io naturalmente gli praticai”.
Il quinto: “A 14 anni decisi di non subire più gli abusi sessuali del Padre: feci di tutto per farmi espellere dal seminario, e ci riuscii”.
Il sesto: “Il Padre mi abbassò i pantaloni e le mutande e cominciò a manipolarmi il sesso… Alla fine mi sentivo soddisfatto per essermi messo alla mercé di colui che giudicavo un santo, che aveva santificato con le sue mani e dato valore divino a un atto che i semplici mortali e la stessa Chiesa considerano peccaminoso”.
Il settimo: “Il Padre sembrava dissociare se stesso, la propria attività di sacerdote, dagli atti sessuali che compiva. Dopo un incontro con lui nel suo letto, ricordo che egli si rivestì con calma e appena uscito fuori benedì un pranzo all’aperto, tra i suoi giovani, come se niente fosse accaduto”.

Gli ex seminaristi della Legione hanno concluso la loro pubblica denuncia collettiva chiedendo alle autorità vaticane di accertare la verità dei fatti. In passato, era già pervenuta alla Segreteria di Stato un’analoga denuncia firmata da un sacerdote, che accusava il Padre fondatore dei Legionari di molestie e abusi sessuali contro i giovani seminaristi, ma era finita nel pozzo senza fondo della censura curiale: infatti – a parte il potere della Congregazione legionaria – l’accusato è un pupillo del segretario personale del Papa, del cardinale Segretario di Stato, e di varie Eccellenze della Curia vaticana, dunque in quanto tale egli è al di sopra di ogni sospetto. Di fronte alle accuse multiple e dettagliate con nomi, date e fatti, il Padre fondatore dei Legionari si è limitato a definirle “calunniose, false e senza nessun fondamento”. La Segreteria di Stato ha mosso tutte le possibili pedine affinché i mass media ignorassero la vicenda. e il Padre accusato - vero intoccabile del potere vaticano - ha continuato tranquillamente a mantenere tutte le sue cariche: Superiore generale dei Legionari di Cristo, Consultore della Congregazione per il clero, Gran cancelliere del Pontificio ateneo "Regina Apostolorum". Così, in occasione del 60° anniversario dei Legionari di Cristo, il Pontefice ha celebrato la ricorrenza ricevendo in udienza, in piazza San Pietro, i membri della Congregazione guidati dal Padre fondatore nonché Superiore generale, al quale il Santo Padre ha rivolto uno speciale saluto "con particolare affetto". Come se niente fosse.


[SM=x44515]
Etrusco
Sunday, February 03, 2008 8:06 PM
Potrà mai perdonarlo Iddio misericordioso? [SM=x44473]
Etrusco
Friday, February 29, 2008 3:19 PM
VATICANO, SORDINA PER IL FONDATORE FILO-PEDO DEI LEGIONARI DI CRISTO

Colpaccio delle gerarchie vaticane.
Nonostante il forte seguito popolare e il culto della personalità degli ambiziosissimi Legionari di Cristo,
la Santa Sede è riuscita a fare tacere da tutti gli organi di stampa la morte del fondatore-padrone della congregazione Marcial Maciel, avvenuta a fine gennaio.
Il sacerdote era infatti imputato di decine e decine di casi conclamati di pedofilia, e la sordina vaticana ha proibito le previste celebrazioni pubbliche, messe funerarie e ogni cerimonia che potesse riportare l'imbarazzante situazione alla ribalta dei media...


[SM=g1470351] [SM=x44499]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:09 PM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com