Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Pages: [1], 2, 3, 4
Criztian
Monday, December 28, 2009 12:05 PM
Continuo in una nuova sezione perché ormai 3 argomenti si intrecciano inevitabilmente.



Per provvedere un luogo di dimora per la gloria di Dio. Ezechiele vede la gloria divina che torna a dimorare nel luogo santissimo del tempio durante il Millennio



Ti prego di non prenderla sul personale, ma secondo me questa interpretazione molto diffusa in ambiente cristiano è rischiosissima.

Ogni volta che il Signore ha dato il comando agli ebrei di costruire un tempio è intervenuto di persona o con visioni fornendo le dimensioni nel periodo in cui andava fatto.

Dopo 2600 or sono anni viene fuori che deve essere fatto un terzo tempio da quando Ezechiele ha ricevuto la visione. E fino ad ora?

Ci servono un paio di informazioni dalla storia circa i 2 templi d'israele per capire perché non tornano i conti.

1) Chi ha avuto il messaggio circa questo tempio mai costruito?

Ezechiele.

2) Quando è stato distrutto il primo tempio (di Salomone)?

589 a.C.

3) Quando è stato costruito il secondo tempio (di Nehemia)?

519 a.C. circa

4) Quando ha ricevuto Ezechiele le visioni sul "terzo tempio"?

25-27 anni dopo la cattività da parte dell'impero di Babilonia quindi tra il 572 e il 570 a.C. (17-19 anni dopo la distruzione del primo tempio e 51-53 anni circa prima dell'inizio della costruzione del secondo tempio)

Ezechiele 40:1 Nell'anno venticinquesimo della nostra cattività, all'inizio dell'anno, il decimo giorno del mese, nel quattordicesimo anno da quando la città era stata presa, in quello stesso giorno la mano dell'Eterno fu sopra di me; e mi trasportò là. 2 In visioni di DIO mi trasportò nel paese d'Israele e mi posò su un monte altissimo, sul quale c'era dal lato sud una costruzione che sembrava una città.

Già da qui dovrebbe essere compreso il legame tra le visioni finali di Ezechiele e la nuova Gerusalemme visto che c'è un monte altissimo (il monte di Dio) che sulla terra non c'è e vede come una città (la nuova Gerusalemme celeste). Il fatto che Ezechiele dica "sembrava una città" ci dovrebbe far capire che non si tratta di una costruzione terrena quello che da lì in poi Dio avrebbe mostrato.
Poi per alcuni capitoli successivi ho già dimostrato il legame tra alcune descrizioni mostrate identiche sia a Ezechiele che a Giovanni nell'Apocalisse riguardanti la nuova Gerusalemme e la nuova terra.

Parliamoci chiaramente, Dio per regnare ha davvero bisogno di un tempio costruito da mani d'uomo? No, ecco perché al ritorno di Cristo saremo presi in aria, portati nella nuova Gerusalemme e dopo il millennio passato lì come regnanti, la nuova Gerusalemme scenderà sulla terra. Dopo l'eliminazione dei malvagi il fiume che esce da sotto il trono di Dio nella città farà il terraforming (ricreare vita) sul pianeta terra che era rimasto desolato. Bisogna leggere prima tutto Apocalisse 22 poi Ezechiele 47 con attenzione per capire che quel fiume servirà a ridare vita a un pianeta in desolazione (il fuoco ha consumato tutto).

Perché ci sono tutte quelle descrizioni minuziose? Gli ebrei nei 50 anni successivi a quelle visioni sarebbero ritornati nel loro paese e avrebbero dovuto spartirsi il territorio. Dio voleva contemporaneamente dare a loro un modello pratico per il ritorno dall'esilio e annunciare la nuova terra con la nuova Gerusalemme futura in maniera che loro potessero comprenderla.

Tornando ai punti di prima, perché ho dato quelle date?
Perché Ezechiele ha avuto le visioni dopo la distruzione del primo tempio e prima della costruzione del secondo tempio.

Qui voglio mettere in moto anche voi per trovare le fonti secondo le quali il secondo tempio non corrisponderebbe alla descrizione del tempio di Ezechiele. Da quello che ho trovato io sembra che le poche informazioni sulle dimensioni siano da fonti esterne alla Bibbia e discordanti. Quindi mi chiedo, non è che invece è stato fatto proprio con quelle descrizioni di Ezechiele? Ma se non fosse stato così, chi ha dato loro le nuove dimensioni? Hanno semplicemente riprodotto quello di Salomone?

Qualsiasi sia la risposta, perché mai dovrebbe essere costruito oggi secondo quelle dimensioni visto che ne è già stato fatto un altro dopo le visioni di Ezechiele? Gli ebrei non sapevano di quelle descrizioni fino a oggi? Certo che le sapevano. Quindi o le hanno usate per il secondo tempio o avevano capito che Dio dava un assaggio della nuova terra.

Cristo ha annunciato la distruzione del secondo tempio e non ha mai parlato di un terzo tempio se non della nuova Gerusalemme e basta!!

Giovanni 14:2 Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore; se no, ve lo avrei detto; io vado a prepararvi un posto. 3 E quando sarò andato e vi avrò preparato il posto, ritornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io siate anche voi.

Alla luce delle parole di Cristo non vedo una briciola di spazio di interpretazione. Non dice "regnerò in mezzo a voi sulla terra" ma dice che 1) ritornerà 2) ci accoglierà nel luogo che ci ha preparato (la nuova Gerusalemme)

1 Tessalonicesi 4:17 poi noi viventi, che saremo rimasti saremo rapiti assieme a loro sulle nuvole, per incontrare il Signore nell'aria; cosí saremo sempre col Signore.

La dottrina del rapimento trasforma questo testo in un rapimento invisibile perché deve riuscire a spiegare che poi quando Cristo ritorna regna 1000 anni sulla terra. Ma non è biblico!!
1 Tessalonicesi 4, l'ho citato già tante volte, parla del ritorno potente di Cristo!! E Cristo in Giovanni 14 spiega che è Lui a preparare un luogo per tutti i salvati (ebrei convertiti inclusi!!) e che al suo ritorno saremo rapiti in cielo sulle nuvole (mentre la terra viene resa desolata). Saremo quindi portati nella nuova Gerusalemme celeste per stare per sempre col nostro Signore!!

Dopo il millennio la nuova Gerusalemme scenderà dal cielo e ci sarà il conflitto finale dopo la seconda risurrezione (quella dei malvagi) e poi la ricreazione della vita sulla terra (il fiume, etc).

Apocalisse 20:7 E quando quei mille anni saranno compiuti, Satana sarà sciolto dalla sua prigione 8 e uscirà per sedurre le nazioni che sono ai quattro angoli della terra, Gog e Magog, per radunarle per la guerra; il loro numero sarà come la sabbia del mare. 9 Esse si muoveranno su tutta la superficie della terra e circonderanno il campo dei santi e la diletta città. Ma dal cielo scenderà fuoco, mandato da Dio, e le divorerà.

Erroneamente questo testo viene letto come per dire che Satana non potrà tentare le nazioni ancora viventi sulla terra durante il millennio mentre Israele o Gerusalemme terrena resterà intoccata perché Cristo regnerà.

Il punto è che se leggiamo e riflettiamo bene notiamo che:
- la folla che circonda la città diletta (nuova Gerusalemme) è come la sabbia del mare e occupa gran parte della superficie della terra. Chi sono questi? Sono tutti i non salvati dalla caduta di Adamo ed Eva fino alla fine dei tempi. Sono in pratica tutti i risorti della seconda risurrezione alla fine dei 1000 anni. Come farebbe sennò a vivere tutta quella gente sulla terra per 1000 anni?

- se esistono persone durante il millennio e Satana non può tentare nessuno, allora si comportano tutti bene? In realtà Satana è obbligato a non tentare nessuno perché non c'è nessuno sulla terra per 1000 anni. Ricordiamoci poi che nel sogno della statua in Daniele 2, la pietra che si stacca frantuma interamente la statua e non si piazza come un regno sostitutivo o successivo. In pratica Cristo regnerà effettivamente su tutta la terra quando sarà rifatta nuova e non prima. Altrimenti Cristo poteva già regnare su Israele quando volevano farlo re a Gerusalemme 2000 anni fa e proteggeva Israele dai Romani. Cristo non stabilirà il suo regno sulla terra decaduta. Ecco perché alla sua seconda venuta ci porterà in cielo nella nuova Gerusalemme per 1000 anni mentre la terra resterà desolata in rovina.

Cristo non regna su coloro che non lo accettano come Re. Non ha mai forzato imponendo il suo regno tra coloro che se ne sono separati ecco perché Satana e noi decaduti abbiamo questo regno dove Lui stesso è venuto come mandato dal Signore (missionario). Non regnerà su nazioni inconsacrate, ma solo sui salvati.

E il testo dello scettro di ferro? Noi pensiamo che si tratta di regnare su malvagi. In realtà si riferisce al fatto che Cristo distruggerà tutta la superficie della terra con la sua venuta mentre si salveranno solo i suoi.

Vediamo un paio di esempi di come viene concepito lo scetto biblicamente:

Numeri 24:17 Lo vedo, ma non ora; lo contemplo, ma non vicino: una stella sorgerà da Giacobbe e uno scettro si alzerà da Israele, che schiaccerà Moab da un capo all'altro e abbatterà tutti i figli di Sceth. 18 Edom diventerà sua proprietà e anche Seir, suo nemico, diventerà sua proprietà: Israele farà prodezze. 19 Da Giacobbe verrà un dominatore che sterminerà i superstiti delle città».

Il linguaggio usato per "scettro" cioè il regnare su altre nazioni esprime il fatto che i nemici vengono tolti interamente dalla faccia della terra.

Il Signore regnerà solo sul suo popolo che comporrà le nazioni.

Michea 4:1 Ma negli ultimi tempi, il monte della casa del SIGNORE sarà posto in cima ai monti e si eleverà al di sopra delle colline e i popoli affluiranno ad esso. 2 Verranno molte nazioni e diranno: «Venite, saliamo al monte del SIGNORE, alla casa del Dio di Giacobbe; egli c'insegnerà le sue vie e noi cammineremo nei suoi senieri!» Poiché da Sion uscirà la legge, da Gerusalemme la parola del SIGNORE. 3 Egli sarà giudice fra molti popoli, arbitro fra nazioni potenti e lontane. Dalle loro spade fabbricheranno vòmeri, dalle loro lance, ròncole; una nazione non alzerà più la spada contro l'altra e non impareranno più la guerra. 4 Potranno sedersi ciascuno sotto la sua vite e sotto il suo fico, senza che nessuno li spaventi; poiché la bocca del SIGNORE degli eserciti ha parlato. 5 Mentre tutti i popoli camminano ciascuno nel nome del suo dio, noi cammineremo nel nome del SIGNORE, nostro Dio, per sempre.

Il monte descritto è quello che ha visto Ezechiele in visione con la nuova Gerusalemme. Le nazioni che affluiscono sono tutti i salvati. Il ruolo di Cristo e dei regnanti sarà quello di mantenere per sempre l'ordine del regno di Cristo. Non ci sarà più guerra. Quando avverrà tutto ciò? Ovviamente dopo il millennio perché proprio dopo il millennio ci sarà l'ultima guerra!! Solo dopo quell'evento allora ci sarà pace in eterno sulla nuova terra.

In Apocalisse 19 subito prima di quando Satana sarà legato per i 1000 anni si legge il testo usato per dire che Cristo regnerà sulle nazioni: 15 Dalla sua bocca usciva una spada acuta per colpire con essa le nazioni; egli governerà con uno scettro di ferro ed egli stesso pigerà il tino del vino della furente ira di Dio onnipotente. 16 E sulla sua veste e sulla coscia portava scritto un nome: IL RE DEI RE e IL SIGNORE DEI SIGNORI. 17 Poi vidi un angelo in piedi nel sole, che gridò a gran voce dicendo a tutti gli uccelli che volano in mezzo al cielo: «Venite, radunatevi per il gran convito di Dio, 18 per mangiare le carni di re, le carni di capitani, le carni di uomini prodi, le carni di cavalli e di cavalieri, le carni di tutti gli uomini, liberi e schiavi, piccoli e grandi». 19 E vidi la bestia e i re della terra coi loro eserciti radunati per far guerra contro colui che cavalcava il cavallo e contro il suo esercito. 20 Ma la bestia fu presa e con lei il falso profeta che aveva fatto prodigi davanti ad essa, con i quali aveva sedotto quelli che avevano ricevuto il marchio della bestia e quelli che avevano adorato la sua immagine, questi due furono gettati vivi nello stagno di fuoco che arde con zolfo. 21 E il resto fu ucciso con la spada che usciva dalla bocca di colui che cavalcava il cavallo, e tutti gli uccelli si saziarono delle loro carni.

A me sembra più una devastazione totale più che un regnare 1000 anni sui malvagi. ;-)
Il punto è che è tutto da collegarsi alla distruzione della terra col fuoco dello splendore della sua venuta.
Criztian
Monday, December 28, 2009 12:18 PM
P.S. Riguardo alla costruzione di un nuovo tempio ho dimenticato di dire un'ultima cosa:
Atti 7:47 Fu invece Salomone quello che gli edificò una casa. 48 Ma l'Altissimo non abita in templi fatti da mani d'uomo, come dice il profeta: 49 "Il cielo è il mio trono e la terra lo sgabello dei miei piedi; quale casa mi edifichereste voi, dice il Signore, o quale sarebbe il luogo del mio riposo? 50 Non ha la mia mano fatto tutte queste cose?"

Il Signore ormai parla della nuova Gerusalemme, perché mai dovrebbe venire a stare in un tempio fatto da mani d'uomo mentre ha finito di preparare la nuova Gerusalemme quando ritorna sulla terra per prenderci?
@New
Monday, December 28, 2009 12:34 PM
Riporto qui la spiegazione del Commentario ADI-MEDIA di Unger-Larson:

"Scopo del tempio di Ezechiele

42:1-20. Per mostrare la santità di Dio. Questo è il tema che permea l'intero libro ed è così particolarmente riguardo allo scopo e ai dettagli del tempio del Regno (cfr. 43:10). La santità del Signore è ulteriormente enfatizzata dal principio di separazione. Proprio all'inizio viene presentato il muro che separa i cortili e il tempio da tutto ciò che è contaminato (40:5). Le camere, 42:1-14, vengono chiamate sante ed anch'esse hanno una funzione di separazione. È presentata la separazione determinata dall'intera recinzione, vv. 15-20.
43:1-17. Per provvedere un luogo di dimora per la gloria di Dio. Ezechiele vede la gloria divina che torna a dimorare nel luogo santissimo del tempio durante il Millennio, come ne aveva visto la partenza prima della caduta della città, nel 586 a.C. (cfr. 9:3; 10:4; 11:23, 24). Il Signore promette di abitare "in perpetuo in mezzo ai figliuoli d'Israele", v.7.
43:7. Per provvedere un centro di governo divino. "Questo è il luogo del mio trono" (cfr. Is. 2:2, 3; Mic. 4:2). Il governo teocratico viene enfatizzato in ogni parte della visione.
43:18-27.
Per conservare il ricordo del sacrificio. Questo sacrificio, certamente, non viene offerto con l'idea di ottenere salvezza, ma è commemorativo di una redenzione compiuta e mantenuta nella presenza della gloria rivelata di Dio.". (COMMENTARIO BIBLICO ILLUSTRATO ADI-MEDIA pag. 291-292).

Come ho già precedentemente detto per me questa interpretazione è la migliore in quanto il Tempio di Ezechiele non può essere il Tempio di un periodo passato perché non sarebbe spiegabile il capitolo 47, in particolare dove si parla del fiume che esce dal Tempio e non trovo altra collocazione del Tempio di Ezechiele che quella del millennio.

*******************************


Il discorso di Stefano sul Tempio in Atti 7:47-49 ci ricorda la preghiera di dedicazione del Tempio da parte di Salomone:

Ma è proprio vero che DIO abita sulla terra? Ecco, i cieli e i cieli dei cieli non possono contenerti; tanto meno questo tempio che io ho costruito! - 1Re 8:27

Ma questo non vuol dire che quel Tempio fosse illecito, ma solo che Dio è onnipresente e ascolta sempre le preghiere fatte in ogni luogo.




Criztian
Monday, December 28, 2009 12:45 PM
No, non ho detto che è illecito, ma che quel discorso è stato fatto nel Nuovo Testamento da apostoli che sapevano la fine del secondo tempio e della nuova Gerusalemme come abitazione di Dio.

Mai direi una cosa simile. ;-)

In realtà ho spiegato tutto nel messaggio lungo iniziale
Manlio-
Monday, December 28, 2009 12:46 PM


Criztian  28/12/2009 12.05


se esistono persone durante il millennio e Satana non può tentare nessuno, allora si comportano tutti bene? In realtà Satana è obbligato a non tentare nessuno perché non c'è nessuno sulla terra per 1000 anni.


Non comprendo questo passaggio. Perchè per 1000 anni non ci dovrebbe essere nessuno sulla terra? Non ne vedo ne il motivo ne intravedo il riscontro.

Poi, mi pongo sempre la stessa domanda, anzi la pongo a voi:- Ma tutti i risuscitati non salvati, SONO TUTTI CONTRO GESU????
Mi pare di aver capito che voi diciate questo. E, se è così, secondo voi, da dove lo avete dedotto???


@New
Monday, December 28, 2009 3:09 PM
Re:
Manlio-, 28/12/2009 12.46:

Ma tutti i risuscitati non salvati

Prima del rapimento della Chiesa ci sarà solo la risurrezione dei giusti (prima risurrezione: Daniele 12:2 / 1Tes. 4:16 / 1Cor.15:52 / Ap. 20:5-6).
La risurrezione degli empi (Daniele 12:2 / Ap. 20:5,12,13) avverrà invece dopo il Millennio e risusciteranno per comparire davanti al Gran Trono Bianco.




Manlio-
Monday, December 28, 2009 5:56 PM

I salvati non sono morti e quindi NON DEBBONO RISUSCITARE. Scusami la precisazione, ma generalmente incorriamo in questo disguido.
Risuscitano i corpi dei viventi o salvati che aspettano in cielo il ritorno di Gesù.

Quindi, al ritorno di Gesù, NESSUNA ANIMA che trovasi nell'ades risusciterà.   Morti sono e morti resteranno fino alla seconda resurrezione, ma intesa tale (2°) in quanto risusciteranno anima e corpo materiale, perchè, comunque, l'anima anche se nell'ades non è morta come il corpo.

Manlio-
Monday, December 28, 2009 6:00 PM

Ma quel che volevo dire io, e che qui ripeto, è questo:- nell’ades ci sono anime che non hanno accettato Gesù deliberatamente, e che vengono indicate come CATTIVE.
Ci sono anime di persone che non hanno conosciuto il vangelo, e queste come debbono essere considerate???
E come verranno giudicate al pari di quelle CATTIVE??????

@New
Monday, December 28, 2009 6:17 PM
Re:
Manlio-, 28/12/2009 18.00:

Ci sono anime di persone che non hanno conosciuto il vangelo, e queste come debbono essere considerate???
E come verranno giudicate al pari di quelle CATTIVE??????

In base alla legge della coscienza, vedi Romani 2:15.

pedrodiaz
Monday, December 28, 2009 6:58 PM
Romani 3
 19Ora, noi sappiamo che tutto ciò che dice la legge lo dice per quelli che sono sotto la legge, perché sia chiusa ogni bocca e tutto il mondo sia riconosciuto colpevole di fronte a Dio. 20Infatti in virtù delle opere della legge nessun uomo sarà giustificato davanti a lui, perché per mezzo della legge si ha solo la conoscenza del peccato.

Romami 3
Rivelazione della giustizia di Dio
 21Ora invece, indipendentemente dalla legge, si è manifestata la giustizia di Dio, testimoniata dalla legge e dai profeti; 22giustizia di Dio per mezzo della fede in Gesù Cristo, per tutti quelli che credono. E non c'è distinzione: 23tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, 24ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, in virtù della redenzione realizzata da Cristo Gesù. 25Dio lo ha prestabilito a servire come strumento di espiazione per mezzo della fede, nel suo sangue, al fine di manifestare la sua giustizia, dopo la tolleranza usata verso i peccati passati, 26nel tempo della divina pazienza. Egli manifesta la sua giustizia nel tempo presente, per essere giusto e giustificare chi ha fede in Gesù.

Romani 4
Indipendentemente dalla legge
 13Non infatti in virtù della legge fu data ad Abramo o alla sua discendenza la promessa di diventare erede del mondo, ma in virtù della giustizia che viene dalla fede; 14poiché se diventassero eredi coloro che provengono dalla legge, sarebbe resa vana la fede e nulla la promessa. 15La legge infatti provoca l'ira; al contrario, dove non c'è legge, non c'è nemmeno trasgressione. 16Eredi quindi si diventa per la fede, perché ciò sia per grazia e così la promessa sia sicura per tutta la discendenza, non soltanto per quella che deriva dalla legge, ma anche per quella che deriva dalla fede di Abramo, il quale è padre di tutti noi. 17Infatti sta scritto: Ti ho costituito padre di molti popoli; (è nostro padre) davanti al Dio nel quale credette, che dà vita ai morti e chiama all'esistenza le cose che ancora non esistono.
(Leggasi anche Romani 4 : 9,12)


Questi versi, come credo tutta l'epistola ai Romani, dice che il giudizio avverrà secondo la fede che ognuno dimostrerà avere in Gesù, e non in base alla coscienza. Quindi, anche per gli Ebrei il giudizio sarà in base alla fede in Gesù.
E gli Ebrei dovranno ricredersi su Gesù e lo faranno in massa al suo ritorno, perchè, come dice in Apocalisse, <<<si batteranno il petto coloro che lo hanno trafitto>>>, volendo significare, secondo me, che, all'apparire di Gesù cominceranno le conversioni in massa del popolo ebraico, che crederà per fede, cioè, riconoscerà Gesù che prima non aveva voluto conoscere.

Detto questo, credo che rimanga  sempre valida la domanda di Manlio quando dice come verranno giudicate quelle anime che risusciteranno per il giudizio e che, nella loro vita non hanno conosciuto il vangelo. Perchè tutti andremo davanti al trono per essere giudicati.
E' evidente che il giudizio è in base alle opere. Ma se io avessi conosciuto il vangelo della misericordia mi sarei comportato così come ho fatto da perfetto ateo?
Criztian
Monday, December 28, 2009 7:29 PM
Concordo con @New circa le due risurrezioni e la legge della coscienza anche se lui parla di rapimento mentre io parlo di ritorno visibilissimo di Cristo perché avvenga il rapimento dei suoi.
L'unica cosa per me è che non credendo all'Ades come luogo reale ma metaforico, non mi pongo il problema corpo-anima quindi la risurrezione per me è ritorno alla vita dalla non esistenza mente e corpo.

Manlio quello che dicevo nei miei ultimi messaggi citando dalle Scritture è che il ritorno di Cristo è il momento del "rapimento". Ma il testo parla di devastazione.

Perché dovrebbe esserci una seconda possibilità per tanti se ho già citato quando Cristo dice che sarebbe tornato dopo che tutta la terra avrà saputo del vangelo eterno? Coloro che non hanno potuto conoscere sono comunque giudicati in base a quanto hanno fatto tesoro di ciò che hanno potuto apprendere o in base alla loro coscienza.

Ma poi in realtà se Cristo dovesse regnare letteralmente con scettro di ferro per 1000 anni sulla terra ti pare che abbiano molta libertà di scelta? Ho già spiegato quel modo di dire che indica la distruzione e la desolazione conseguente al suo ritorno.

Dove sta scritto che ci sarà una seconda possibilità nel millennio? Ma già avranno tutti scelto se prendere il marchio della bestia. Dove si legge che coloro che avranno il marchio potranno ripensarci? Neanche subendo le 7 piaghe cambiano idea! Mi basta un testo che lo dica chiaramente. Io invece leggo che si arriverà ad un punto di non ritorno Apocalisse 22:11 Chi è ingiusto continui a praticare l'ingiustizia; chi è impuro continui a essere impuro; e chi è giusto continui a praticare la giustizia, e chi è santo si santifichi ancora».

E poco dopo ritornerà Cristo quando tutto sarà già fatto.

Il tempo per decidere non è durante il millennio ma già ora perché si legge che il ritorno di Cristo non è ancora avvenuto proprio perché si salvino tutti quelli che si salveranno.

2 Pietro 3:9 Il Signore non ritarda l'adempimento della sua promessa, come pretendono alcuni; ma è paziente verso di voi, non volendo che qualcuno perisca, ma che tutti giungano al ravvedimento. 10 Il giorno del Signore verrà come un ladro: in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi infiammati si dissolveranno, la terra e le opere che sono in essa saranno bruciate.

Ora mi chiedo, perché davanti a questi testi continuiamo a voler sostenere che ci saranno persone non salvate vive per i 1000 anni sulla terra? La terra sarà interamente bruciata!!

Proprio al ritorno di Cristo ci sarà la prima risurrezione e il rapimento di coloro che non hanno preso il marchio della bestia mentre tutta la terra brucierà! Sarà tutto ben visibile!!

Lo so che ho scritto dei post lunghi, ma vanno letti con molta attenzione, queste che ho riscritto erano le motivazioni per dire che non ci saranno viventi sulla terra per tutto il millennio. Nel millennio tutti i salvati saranno in cielo nella nuova Gerusalemme.
pedrodiaz
Monday, December 28, 2009 8:13 PM

Giacomo 2,13

il giudizio sarà senza misericordia contro chi non avrà usato misericordia; la misericordia invece ha sempre la meglio nel giudizio.
N.B.- è chiaro che nel giudizio ALCUNI  avranno una pena da scontare mentre ALTRI avranno la pena di morte.
=====================

 

2Pietro 3,7

Ora, i cieli e la terra attuali sono conservati dalla medesima parola, riservati al fuoco per il giorno del giudizio e della rovina degli empi.

N.B.-  Giudizio e rovina degli empi sono due cose distinte
====================

1Pietro 4,17

È giunto infatti il momento in cui inizia il giudizio dalla casa di Dio; e se inizia da noi, quale sarà la fine di coloro che rifiutano di credere al vangelo di Dio?
N.B. -  Parla solo di coloro che il vangelo lo hanno conosciuto. Chi lo ha accettato e chi non lo ha accettato. Di coloro che non lo hanno conosciuto non ne parla.
====================

Matteo 10,15

In verità vi dico, nel giorno del giudizio il paese di Sòdoma e Gomorra avrà una sorte più sopportabile di quella città.
N.B. -   Quindi il giudizio non è una condanna a morte sicura, ma una sentenza che prevede una pena oppure la condanna a morte.
====================
Quel che desidero mettere in evidenza è che il giudizio è un processo per mezzo del quale verranno valutate tutte le azioni della persona esaminata per commutargli una pena, oppure una condanna a morte.

Questo puo' avvenire solo durante il millennio, per cui non appare plausibile che per 1000 anni la Terra resterà disabitata.
Ma appare plausibile che per i 1000 anni i morti risuscitati vi abitino per ccomputare la pena, stante che il giudizio la prevede, e la si deve scomputare. Essi, siccome nella prima vita sono stati influenzati negativamente da Satana, ORA non lo saranno piu', perchè Satana è stato imprigionato proprio per non influenzare le persone che stanno vivendo per scomputare la pena loro assegnata.
Solo alla fine di questo processo, Satana verrà liberato per PROVARE tutte queste persone se, dopo aver conosciuto ESDATTAMENTE il vangelo, e dopo aver scomputato la pena scaturita dal giudizio, siano fedeli a Gesù oppure, non lo sono.
Da questa constatazione avverrà la separazione finale da buoni e cattivi, e la distruzione dei cattivi.
E,  inizierà la fase finale per il cambiamento dei cieli e della Terra che saranno nuovi per ospitare per sempre la città di Dio, con i suoi santi.

Manlio-
Monday, December 28, 2009 11:39 PM

Matteo 11
 20Allora si mise a rimproverare le città nelle quali aveva compiuto il maggior numero di 

miracoli, perché non si erano convertite: 21«Guai a te, Corazin! Guai a te, Betsàida. Perché, se a Tiro e a Sidone fossero stati compiuti i miracoli che sono stati fatti in mezzo a voi, gia da tempo avrebbero fatto penitenza, ravvolte nel cilicio e nella cenere. 22Ebbene io ve lo dico: Tiro e Sidone nel giorno del giudizio avranno una sorte meno dura della vostra. 23E tu, Cafarnao,

   sarai forse innalzata fino al cielo?
Fino agli inferi precipiterai!

   Perché, se in Sòdoma fossero avvenuti i miracoli compiuti in te, oggi ancora essa esisterebbe! 24Ebbene io vi dico: Nel giorno del giudizio avrà una sorte meno dura della tua!».


Come dice la stessa Parola, il giudizio sarà un TRIBUNALE dove ogni essere umano, oltre a quelli spirituali, verranno giudicati per ottenere una SENTENZA. Quindi, non a tutti toccherà la pena della morte eterna, ma ad alcuni, mentre ad altri toccherà una pena di castigo o di ravvedimento, perchè lo dice lo stesso Gesù quando afferma:-
-Tiro e Sidone nel giorno del giudizio avranno una sorte meno dura della vostra.
-Ebbene io vi dico: Nel giorno del giudizio avrà ...(Sodoma)...una sorte meno dura della tua!».



Matteo 12
42
La regina del sud si leverà a giudicare questa generazione e la condannerà, perché essa venne dall'estremità della terra per ascoltare la sapienza di Salomone; ecco, ora qui c'è più di Salomone!


Ecco la regina di Saba che giudicherà la generazione incredula a cui si riferisce Gesù. Anche qui si evidenzia che ci sarà un tribunale dove si giudicherà le persone e interi popoli in base al loro comportamento, e, a cui, verrà combinata una pena da scomputare che sarà di ravvedimento, oppure una pena che sarà una condanna a morte.

Mi pare chiaro che il millennio serva proprio a questo. Affinchè i morti non salvati, vengano sulla Terra per essere giudicati. 
E si badi bene, la regina del sud non ha conosciuto Gesù, ma ha solo creduto nella sapienza di Salomone riconoscendone la mano di un Dio supremo che operava in lui.


Apocalisse 20,13

Il mare restituì i morti che esso custodiva e la morte e gli inferi resero i morti da loro custoditi e ciascuno venne giudicato secondo le sue opere.


Tutti i morti ritorneranno a vivere durante il millennio perchè debbono essere giudicati. E' fuori dubbio che il millennio serva a questa operazione.
@New
Tuesday, December 29, 2009 9:08 AM
Re:
pedrodiaz, 28/12/2009 18.58:

Questi versi, come credo tutta l'epistola ai Romani, dice che il giudizio avverrà secondo la fede che ognuno dimostrerà avere in Gesù, e non in base alla coscienza.


Caro Pedro, la mia era una risposta alla precisa domanda di Manlio- 28/12/2009 18.00 sulle persone che non hanno conosciuto il Vangelo e che di conseguenza sono sotto la legge della coscienza di Romani 2:15-16, la loro conoscenza dipende infatti da ciò che ricevono dalla natura che ci parla di Dio (Romani 1:19-20 ecc.).


@New
Tuesday, December 29, 2009 12:23 PM
Re:
Criztian, 28/12/2009 19.29:

per me è che non credendo all'Ades come luogo reale ma metaforico

Il Signore Gesù ci è andato realmente e non metaforicamente, vedi 1Pietro 3:19 / 1Pietro 4:6.




Criztian
Tuesday, December 29, 2009 12:59 PM

Giacomo 2,13
il giudizio sarà senza misericordia contro chi non avrà usato misericordia; la misericordia invece ha sempre la meglio nel giudizio



Cito il contesto dal versetto 12 al 17 dalla Nuova Riveduta:

12 Parlate e agite come persone che devono essere giudicate secondo la legge di libertà. 13 Perché il giudizio è senza misericordia contro chi non ha usato misericordia. La misericordia invece trionfa sul giudizio. 14 A che serve, fratelli miei, se uno dice di aver fede ma non ha opere? Può la fede salvarlo? 15 Se un fratello o una sorella non hanno vestiti e mancano del cibo quotidiano, 16 e uno di voi dice loro: «Andate in pace, scaldatevi e saziatevi», ma non date loro le cose necessarie al corpo, a che cosa serve? 17 Così è della fede; se non ha opere, è per sé stessa morta.

Questo è quello che dicevamo nel thread sul fare e poi insegnare invece che insegnare e basta. Cioè quì sta dicendo che chi pratica la misericordia adesso, e non nel millennio, sarà salvo nel giudizio. D'altra parte i salvati devono essere a immagine del carattere di Dio. Questo testo non parla d'altro.

2Pietro 3,7
Ora, i cieli e la terra attuali sono conservati dalla medesima parola, riservati al fuoco per il giorno del giudizio e della rovina degli empi.

N.B.- Giudizio e rovina degli empi sono due cose distinte


Il termine greco tradotto in "rovina" è "apoleias" da "apoleia" e significa "distruzione".
A livello biblico bisogna tenere conto che c'è un giudizio di tipo investigativo dove si aprono i libri e si vedono i casi, e il giudizio esecutivo quando viene eseguita la pena. Il giorno del giudizio è quando la pena viene eseguita. La distruzione degli empi infatti ci sarà, ma non vedo come sia ricollegabile per dire che ci saranno viventi sulla terra durante millennio.

1Pietro 4,17
È giunto infatti il momento in cui inizia il giudizio dalla casa di Dio; e se inizia da noi, quale sarà la fine di coloro che rifiutano di credere al vangelo di Dio?
N.B. - Parla solo di coloro che il vangelo lo hanno conosciuto. Chi lo ha accettato e chi non lo ha accettato. Di coloro che non lo hanno conosciuto non ne parla.

Cito sempre con il contesto dalla nuova riveduta:
15 Nessuno di voi abbia a soffrire come omicida o ladro o malfattore, o perché si impiccia negli affari degli altri; 16 ma, se uno soffre come cristiano, non si vergogni, anzi glorifichi Dio a questo riguardo. 17 Poiché è giunto il tempo che il giudizio cominci dalla casa di Dio, e se comincia prima da noi, quale sarà la fine di coloro che non ubbidiscono all'evangelo di Dio? 18 E «se il giusto è appena salvato, cosa avverrà dell'empio e del peccatore?». 19 Perciò anche quelli che soffrono secondo la volontà di Dio, raccomandino a lui le proprie anime, come al fedele Creatore, facendo il bene.

Anche quì sta parlando di fare il bene e dice di farlo nonostante le sofferenze proprie. Il v.17 vuole dire che loro avendo visto e vissuto le grandi cose di Dio hanno più responsabilità nei confronti di Dio nel giudizio. Ecco perché il giudizio inizia dalla casa di Dio. Quella frase non è dell'Apocalisse dove in una visione un angelo dice "è giunto il momento" riferendosi a eventi futuri. Quì sta parlando in una lettera ad altri fratelli già a quel tempo. In base a questa traduzione nel versetto 17 sta parlando di quelli che conoscono ma hanno scelto di non ubbidire.


Matteo 10,15
In verità vi dico, nel giorno del giudizio il paese di Sòdoma e Gomorra avrà una sorte più sopportabile di quella città.
N.B. - Quindi il giudizio non è una condanna a morte sicura, ma una sentenza che prevede una pena oppure la condanna a morte.


Quindi una sorta di purgatorio? Il millennio non è un purgatorio. Il punto della pena è che, per fare un esempio inventato, se uno muore con un'iniezione letale senza sentire dolore e un altro con molto dolore, non ti sembrano una pena più sopportabile di un'altra? Certo. Secondo me è estremamente coerente il fatto che la durata della consumazione col fuoco sia proporzionale al peccato accumulato. Infatti i non salvati saranno "giudicati secondo le loro opere".

Quel che desidero mettere in evidenza è che il giudizio è un processo per mezzo del quale verranno valutate tutte le azioni della persona esaminata per commutargli una pena, oppure una condanna a morte.

Infatti come prima dicevo dobbiamo sempre chiederci se per giudizio si tratta di investigazione o di esecuzione della condanna perché nella Bibbia è il contesto a dirlo.
Durante il millennio il giudizio sarà investigativo perché i salvati analizzeranno tutti i casi insieme a Dio prima della risurrezione dei malvagi e così capiremo perché non si sono salvati prima dell'esecuzione finale quando attaccheranno tutti insieme (angeli e uomini) la nuova Gerusalemme scesa sulla terra.

1 Corinzi 6:2 Non sapete voi che i santi giudicheranno il mondo? E se il mondo è giudicato da voi, siete voi indegni di giudicare dei piccoli problemi? 3 Non sapete voi che noi giudicheremo gli angeli? Quanto piú possiamo giudicare le cose di questa vita!

Durante il millennio nella nuova Gerusalemme in cielo verranno messi i troni e analizzeremo i casi dei non salvati sia uomini che angeli caduti. In pratica avremo tutto il tempo di comprendere che Dio è un giudice giusto e che non ha lasciato nessun caso nell'incertezza. Va notato che la pena del giudizio verrà eseguita anche su Satana e sui suoi angeli.

Io sono disposto a cambiare idea ma soltanto se c'è una spiegazione più completa e coerente, ma non l'ho ancora trovata.

Infatti mi chiedo:
1) se resteranno sulla terra durante il millennio degli esseri umani, chi sono?

2) se sono coloro che non hanno conosciuto Dio, allora devono esserci anche i morti che non lo hanno conosciuto!

3) se ci saranno anche loro, dove è scritta questa risurrezione?

4) se non c'è questa risurrezione allora perché saranno privilegiati quelli che non lo hanno conosciuto alla fine dei tempi quando avranno visto in tutto il mondo la pentecoste che attendiamo dove ci saranno miracoli e guarigioni potenti per dare forza alla predicazione del Vangelo nel mondo? Quelli che saranno viventi all'inizio del millennio dovrebbero essere ancora più responsabili delle scelte fatte come Cristo disse delle città che hanno visto segni e miracoli ma non hanno creduto.

5) dove si tiene il giudizio nel millennio? sulla terra? chi viene giudicato?

6) quando avviene il rapimento? se in 1 tessalonicesi 4 è legato al ritorno di Cristo, lui dove risiederà? Nel tempio fatto dagli ebrei (e non i cristiani) a Gerusalemme?

Ne avrei altre di domande che invece secondo la sequenza di eventi in cui credo dalla Bibbia si risolvono tutte. Se qualcuno riesce a risolverle coerentemente mettendo in armonia i testi dalla Bibbia, io sono quì.
@New
Tuesday, December 29, 2009 4:03 PM
Re:
Quadro Biblico degli eventi escatologici che si succedono


Ultima pioggia, periodo di grande raccolta, conversioni (Osea 6:3 / Atti 2:17-21 ecc.).

Rapimento della Chiesa (Matteo 24:40 / 1Cor. 15:52 / 1Tes. 4:17 ecc.).

Manifestazione dell'Anticristo attraverso un patto con le nazioni, tribolazione, tre anni e mezzo di una pace apparente e tre anni e mezzo di grande tribolazione, catastrofi mondiali. Dominio del governo dell'Anticristo e manifestazione del falso profeta durante i tre anni e mezzo di grande tribolazione (Daniele 9:27 / Apocalisse 13:3).

Giudizio su Babilonia (Apocalisse 18:20 ecc.).

Ritorno di Gesù, battaglia dell'Armagheddon (Apocalisse 16:16).

Fine del governo dell'Anticristo e del falso profeta che verranno gettati nello stagno di fuoco (Apocalisse 19:20).

Incatenamento di Satana per mille anni, millennio (Apocalisse 20:2).

Liberazione di Satana e seduzioni delle nazioni (Apocalisse 20:3).

Battaglia finale contro Gog e Magog (Apocalisse 20:8).

Satana viene gettato nello stagno di fuoco e di zolfo dove già si trovano la bestia e il falso profeta (Apocalisse 20:10).

Giudizio del Gran Trono Bianco (Apocalisse 20:11).

Nuovi cieli e nuova terra (2Pietro 3:13).


Manlio-
Tuesday, December 29, 2009 5:40 PM
x Criztian
Citi Giacomo 2,13 e poi citi i versetti dal 12 al 17.
Desidero farti notare che qui si fa riferimento ai COVERTITI, e non a tutti in generale.
Quello dell'insegnamento biblico spesso viene applicato a tutti indistintamente, ma nella realtà è diretta a chi si CONVERTE per insegnare loro cosa devono fare e come si debbono comportare.
Quindi, non si puo' fare alcun riferimento al millennio, quando ci sarà il giudizio di chi non si è salvato.


Quando verrà Gesù i salvati che sono sulla terra verranno rapiti in cielo e trasformati. Sulla terra resteranno coloro i quali non si sono salvati, e non è detto in nessuna parte che costoro verranno distrutti non appena si separeranno dai salvati.
Anzi, a tal proposito poichè sarebbe inutile che costoro restassero per mille anni, non se ne vede il motivo, ne, tantomento essi continuerebbero a fare figli, con chi? le famiglie saranno smembrate dalla separazione tra salvati e non salvati.
Quindi, ritorno a dire, questi esseri che rimarranno da comuni mortali che faranno?
Vivranno. Ma in quali condizioni?
Ed i morti che debbono risuscitare, anche loro appartenenti ai non salvati, che faranno?

Sono questi i problemi che restano a noi inspiegabili.

I salvati -già da salvati- affronteranno il giudizio per ricevere il premio in base alle loro opere. Loro hanno creduto in Gesù e hanno <costruito> per ricevere il premio. Ognuno avrà costruito in oro; argento; ferro; o paglia, e le loro opere verranno controllate e verificate dal fuoco. Solo le costruzioni di paglia si bruceranno, ma la Parola dice che anche loro si salvano perchè passeranno come attraverso il fuoco.
Dice la parabola dei talenti <<< ad un servo vennero dati 10 talenti ..... e questi li fece fruttificare e gli fruttarono altri 10 talenti ..... al ritorno del padrone oltre ai complimenti gli si disse, bravo! Hai fatto fruttare i 10 talenti con altri 10, e per questo tu governerai su 10 città>>> -   E' scritto prorio che GOVERNERA' in quanto la sua salvezza l'ha saputa mettere al servizio di Dio facendo le opere di bene.
Nel SALVATO, Dio cerca un collaboratore. Un essere che si QUALIFICHI  a governare con Gesù. Ecco che si puo' salvare chiunque dica che Gesù è il Signore. Ma a questo, deve seguire una condotta che dimostri veramente in cio' che ha creduto.

Questo è per quanto riguarda i salvati.
Ma, il problema resta per I NON SALVATI, e non appare vero che verranno giudicati secondo le opere. Solo i salvati si QUALIFICANO per le buone opere.
Mentre,
coloro che non sono salvati, lo sono non per le opere buone, a prescindere che le abbiano fatte o non. Ma non si sono salvati perchè non hanno RICONOSCIUTO CHE GESU' E' IL SIGNORE.

Sono questi i non salvati. Tra questi ci sono quelli che hanno conosciuto il vangelo e lo hanno rifiutato. Questi sono già condannati. Ma ci sono quelli che non hanno conosciuto il vangelo, e questi vivranno sotto il regno di Gesù per essere resi edotti del vangelo della salvezza. Alla fine, costoro si divideranno tra salvati e non salvati, cioè, tra coloro che accettano Gesù e coloro che non lo accettano. E questo avverrà dopo che satana sarà liberato per un poco di tempo affinchè sovverta le anime  e racimoli tutti coloro che non hanno accettato Gesù. Qui si dice che saranno come la sabbia del mare. Ma è la realtà, in quel momento sono TUTTI RISORTI dal primo all'ultimo, ed è il momento che Gesù se ne sbarazzerà definitivamente. Mentre i salvati della prima era e della seconda, sono tutti dentro la città santa.
Ed eco che saranno cieli e terra nuovi e Dio sarà Tutto in tutti. Inizia la nuova vita eterna.







Melin
Tuesday, December 29, 2009 7:16 PM
Convengo che gli insegnamenti del N.T. sono quasi tutti rivolti a chi si è convertito e a chi si sta convertendo.
Ma spesso noi prendiamo questi insegnamenti e li applichiamo a tutti, anche a chi non si è convertito. E facendo così noi sbagliamo.
Infatti, il comando di Gesù, salendo in cielo, è stato quello di far conoscere il vangerlo del regno in tutto il mondo affinchè chi crederà sarà salvato e chi non crederà non sarà salvato.

E qui io aggiungo:- e, a chi non sarà o non è stato annunciato, cosa succederà????
Criztian
Tuesday, December 29, 2009 8:25 PM

Un breve messaggio per manlio e melin poi passo al messaggio per tutti.

Manlio i testi che tu hai menzionato li ho citati in risposta a Pedrodiaz proprio per dire che non avevano nulla a che fare con il millennio! ahahah [SM=g8119]

Melin il Signore conosce i cuori, chi non ha conosciuto il Vangelo lo valuterà diversamente. Sono certo che tra i risorti ci saranno persone che non hanno mai incontrato le Scritture, ma che hanno avuto un qualche concetto di Dio come esiste in ogni cultura del mondo e hanno creduto e agito secondo coscienza di ciò che era giusto.


Inizio col messaggio per tutti:

Io ancora non capisco come si possa separare i versetti del ritorno di Cristo da quelli del rapimento.

1 Tessalonicesi 4:15 Ora vi diciamo questo per parola del Signore: noi viventi, che saremo rimasti fino alla venuta del Signore, non precederemo coloro che si sono addormentati 16 perché il Signore stesso con un potente comando, con voce di arcangelo con la tromba di Dio discenderà dal cielo, e quelli che sono morti in Cristo risusciteranno per primi; 17 poi noi viventi, che saremo rimasti saremo rapiti assieme a loro sulle nuvole, per incontrare il Signore nell'aria; cosí saremo sempre col Signore.

1) venuta del Signore
2) Signore stesso con potente comando, voce di arcangelo, tromba di Dio (la descrizione implica parecchio frastuono)
3) Cristo discende dal cielo
4) risuscitano i morti
5) saremo rapiti insieme ai risorti sulle nuvole
6) incontriamo il Signore in aria

Questo è il ritorno di Cristo.


Matteo 24:29 «Ora, subito dopo l'afflizione di quei giorni, il sole si oscurerà e la luna non darà il suo chiarore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate. 30 E allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo; e tutte le nazioni della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole del cielo con potenza e grande gloria. 31 Ed egli manderà i suoi angeli con un potente suono di tromba, ed essi raccoglieranno i suoi eletti dai quattro venti, da una estremità dei cieli all'altra. [...] 36 «Quanto poi a quel giorno e a quell'ora, nessuno li conosce, neppure gli angeli dei cieli, ma soltanto il Padre mio. 37 Ma come fu ai giorni di Noè, cosí sarà anche alla venuta del Figlio dell'uomo. 38 Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio, le persone mangiavano, bevevano, si sposavano ed erano date in moglie, fino a quando Noè entrò nell'arca; 39 e non si avvidero di nulla, finché venne il diluvio e li portò via tutti; cosí sarà pure alla venuta del Figlio dell'uomo. 40 Allora due saranno nel campo; uno sarà preso e l'altro lasciato. 41 Due donne macineranno al mulino, una sarà presa e l'altra lasciata. 42 Vegliate dunque, perché non sapete a che ora il vostro Signore verrà.

Ma Gesù quante altre volte doveva ripetere "alla venuta del Figlio dell'uomo" per far capire che stava parlando del suo ritorno?!?

Come si fa con sincerità davanti alla Parola di Dio a dire che non stava parlando del suo ritorno? Non si può separare il ritorno di Cristo dal "rapimento" ovvero l'essere presi con Lui. Invece continuo a vedere che vengono separate anche di anni ma nessuno dice su quale base si possa ignorare che in pochi versetti ripete 5 volte la stessa frase dicendo che è tutto al suo ritorno.

Dalla Bibbia si vede che la sequenza è invertita, prima c'è il ritorno di Cristo, poi la risurrezione e infine il rapimento. Tutto avverrà nello stesso breve periodo di tempo ma la sequenza cronologica è precisissima!!!

Perché il ritorno di Cristo è inserito dopo l'apparizione dell'anticristo? Perché si legge che l'anticristo precede la seconda venuta di Cristo.

2 Tessalonicesi 2:3 Nessuno v'inganni in alcuna maniera, perché quel giorno [il ritorno di Cristo] non verrà se prima non sia venuta l'apostasia e prima che sia manifestato l'uomo del peccato, il figlio della perdizione, 4 l'avversario, colui che s'innalza sopra tutto ciò che è chiamato dio o oggetto di adorazione, tanto da porsi a sedere nel tempio di Dio come Dio, mettendo in mostra se stesso e proclamando di essere Dio. 5 Non vi ricordate che, quando ero ancora tra voi, vi dicevo queste cose? 6 E ora sapete ciò che lo ritiene, affinché sia manifestato a suo tempo. 7 Il mistero dell'empietà infatti è già all'opera, aspettando soltanto che chi lo ritiene al presente sia tolto di mezzo. 8 Allora sarà manifestato quell'empio che il Signore distruggerà col soffio della sua bocca e annienterà all'apparire della sua venuta.

Ora qualcuno mi dimostri che questa "sua venuta" di 2 Tessalonicesi 2:8 sia il ritorno di Cristo mentre la "venuta del Figliuol dell'uomo" citata 5-6 volte in Matteo 24:29-42 non possa esserlo!! I conti non tornano.
La sequenza del testo è questa:
1) venuta dell'anticristo (l'uomo del peccato)
2) ritorno di Cristo
3) risurrezione dei giusti
4) rapimento in aria (gli angeli ci prenderanno)

Dopo aver chiesto lo Spirito Santo come guida ho fatto una ricerca solo sulla Bibbia sul perché c'è una tromba che viene suonata e un grido con voce d'arcangelo al ritorno di Cristo. Che cosa significavano per un ebreo?

La risposta è molto interessante:
Geremia 4:19 Le mie viscere, le mie viscere! Mi contorco dal dolore. Oh, le pareti del mio cuore! Il mio cuore batte forte dentro di me. Io non posso tacere, perché, o anima mia, ho udito il suono della tromba, il grido di guerra.

Quando dovevano combattere suonavano la tromba e lanciavano un grido di guerra! Al ritorno di Cristo (anche di 1 Tessalonicesi 4) suonerà la tromba e lancerà un grido di guerra!

Giobbe 38:25 Al primo squillo di tromba dice: "Aha!" e fiuta da lontano la battaglia, la voce tonante dei capitani e il grido di guerra.

Neemia 4:20 Dovunque udrete il suono della tromba, là raccoglietevi presso di noi; il nostro DIO combatterà per noi».

Giosuè 6:5 Quando essi suoneranno a distesa il corno di montone e voi udrete il suono della tromba, tutto il popolo darà in un grande grido; allora le mura della città crolleranno sprofondando, e il popolo salirà ciascuno diritto davanti a sè».

Anche nell'attacco finale al crollo delle mura di Gerico ci fu il suono della tromba e il grido di battaglia.

Numeri 10:8 Suoneranno le trombe i figli di Aaronne, i sacerdoti, sarà uno statuto perpetuo per voi e per i vostri discendenti. 9 Quando nel vostro paese andrete alla guerra contro il nemico che vi opprime suonerete l'allarme con le trombe; così sarete ricordati davanti all'Eterno, il vostro DIO, e sarete liberati dai vostri nemici. 10 Così pure nei vostri giorni di gioia, nelle vostre feste stabilite e al principio dei vostri mesi, suonerete le trombe in occasione dei vostri olocausti e dei vostri sacrifici di ringraziamento; ed esse vi faranno ricordare davanti al vostro DIO. lo sono l'Eterno, il vostro DIO».

Queste e altre cose mi confermano che i redenti saranno salvati in mezzo a una tribolazione. Lanceranno il grido di gioia perché il Signore viene a liberarli.

Levitico 25:8 Conterai pure per te sette sabati di anni: sette volte sette anni; queste sette settimane di anni faranno per te un periodo di quarantanove anni. 9 Al decimo giorno del settimo mese farai squillare la tromba; nel giorno dell'espiazione farete squillare la tromba per tutto il paese. 10 E santificherete il cinquantesimo anno e proclamerete la libertà nel paese per tutti i suoi abitanti. Sarà per voi un giubileo; ognuno di voi tornerà nella sua proprietà e ognuno di voi tornerà nella sua famiglia.

Avete notato come il giubileo era il simbolo della salvezza finale in cui si proclamava la libertà e si tornava alla propria proprietà con la propria famiglia? Era il simbolo di quando "torneremo a casa" nel cielo al ritorno di Cristo, liberati dal maligno, nella proprietà che il Signore ci ha preparato finalmente con la famiglia di Dio.

Levitico 23:24 «Parla ai figli d'Israele e di' loro: Nel settimo mese, il primo giorno del mese avrete un riposo solenne, una celebrazione festiva annunciata a suon di tromba, una santa convocazione. 25 Non farete in essa alcun lavoro servile e offrirete all'Eterno dei sacrifici fatti col fuoco». 26 L'Eterno parlò ancora a Mosè dicendo: 27 Il decimo giorno di questo settimo mese sarà il giorno dell'espiazione. Ci sarà per voi una santa convocazione; umilierete le anime vostre e offrirete all'Eterno un sacrificio fatto col fuoco. 28 In questo giorno non farete alcun lavoro, perché è il giorno dell'espiazione, per fare espiazione per voi davanti all'Eterno, il vostro DIO. 29 Poiché ogni persona che in questo giorno non si umilia, sarà sterminata di mezzo al suo popolo.

Esodo 19:16 Il terzo giorno come fu mattino, ci furono tuoni e lampi; sul monte apparve una densa nuvola e si udì un fortissimo suon di tromba; e tutto il popolo che era nell'accampamento tremò. 17 Quindi Mosè fece uscire il popolo dall'accampamento per condurlo incontro a DIO; e si fermarono ai piedi del monte. 18 Or il monte Sinai era tutto fumante, perché l'Eterno era disceso su di esso nel fuoco; il suo fumo saliva come il fumo di una fornace, e tutto il monte tremava forte. 19 Mentre il suono della tromba andava facendosi sempre piú forte, Mosè parlava, e DIO gli rispondeva con una voce tonante. 20 L'Eterno dunque scese sul monte Sinai, in vetta al monte; poi l'Eterno chiamò Mosè in vetta al monte e Mosè vi salì. 21 l'Eterno disse a Mosè: «Scendi e avverti solennemente il popolo, perché non si precipiti verso l'Eterno per guardare, e molti non abbiano a perire.

È incredibile vedere come ci sono aspetti in comune col ritorno di Cristo. In mezzo a tuoni e lampi appare una densa nuvola e c'è un fortissimo suono di troba, c'è fuoco e il monte trema. Se qualcuno inconsacrato si fosse avvicinato sarebbe morto.

Isaia 27:12 In quel giorno avverrà che l'Eterno trebbierà il grano dal corso del fiume al torrente, d'Egitto, e voi sarete raccolti uno a uno, o figli d'Israele. 13 In quel giorno avverrà che suonerà la grande tromba e gli sperduti nel paese di Assiria e i dispersi nel paese d'Egitto verranno e adoreranno l'Eterno sul monte santo, in Gerusalemme.

Confrontatelo con Marco 4:26-29 e Apocalisse 14:14-16.

Quando Cristo tornerà ci sarà una devastazione della terra. Lo vediamo tra breve.

Il testo parallelo di Matteo 24 citato per indicare il rapimento (dove uno viene preso e l'altro lasciato) è Luca 17 e cosa dice? Vediamolo.

Luca 17: 26 E, come avvenne ai giorni di Noé, cosí avverrà anche nei giorni del Figlio dell'uomo. 27 Le persone mangiavano, bevevano, si ammogliavano e si maritavano, fino al giorno in cui Noé entrò nell'arca, e venne il diluvio e li fece perire tutti. 28 Lo stesso avvenne anche ai giorni di Lot: la gente mangiava, beveva, comperava, vendeva, piantava ed edificava; 29 ma nel giorno in cui Lot uscí da Sodoma, piovve dal cielo fuoco e zolfo e li fece perire tutti. 30 Cosí sarà nel giorno in cui il Figlio dell'uomo sarà manifestato. 31 In quel giorno chi si troverà sul tetto della casa, non scenda in casa a prendere le sue cose; cosí pure chi si troverà nei campi, non torni indietro. 32 Ricordatevi della moglie di Lot, 33 Chi cercherà di salvare la propria vita, la perderà; ma chi la perderà, la salverà. 34 Io Vi dico: In quella notte due saranno in un letto; l'uno sarà preso e l'altro lasciato, 35 Due donne macineranno insieme; l'una sarà presa e l'altra lasciata. 36 Due uomini saranno nei campi; l'uno sarà preso e l'altro lasciato».

Cos'hanno in comune il diluvio con Sodoma? La distruzione. Coloro che saranno presi saranno i salvati, gli altri moriranno. Non c'è scritto che continueranno a vivere.

Cristo verrà a salvare i suoi perché i malvagi cercheranno di far morire chi non adora l'immagine della bestia. Per questo al ritorno di Cristo c'è lo squillo di tromba e si lancia il grido di battaglia e successivamente i 144.000 (coloro che hanno affrontato il marchio della bestia e la sua immagine) canteranno davanti a Dio il canto di vittoria (il cantico di Mosè e dell'Agnello).

Vediamo i testi in questione:

Apocalisse 13:15 E le fu concesso di dare uno spirito all'immagine della bestia, affinché l'immagine della bestia parlasse, e di far sí che tutti coloro che non adoravano l'immagine della bestia fossero uccisi.

Come per gli amici di Daniele che a Babilonia dovettero affrontare la pena di morte per non aver adorato l'immagine, ma furono preservati durante la tribolazione (furono gettati nella fornace), così coloro che non adoreranno l'immagine della bestia saranno vivi al ritorno di Cristo, vedranno la vittoria sulla bestia quando scenderanno le piaghe su quelli che hanno invece preso il marchio e infine col ritorno di Cristo.

Apocalisse 14:3 Essi cantavano un cantico nuovo davanti al trono, davanti ai quattro esseri viventi e davanti agli anziani; e nessuno poteva imparare il cantico se non i centoquarantaquattromila, i quali sono stati riscattati dalla terra.

Credo che i riscattati dalla terra siano proprio i viventi che saranno rapiti in cielo dopo aver affrontato la tribolazione del marchio della bestia e dopo aver visto le piaghe che cadono su Babilonia senza però esserne toccati.

Apocalisse 15:2 E vidi come un mare di vetro, misto a fuoco e, in piedi sul mare di vetro, quelli che avevano ottenuto vittoria sulla bestia, sulla sua immagine, sul suo marchio e sul numero del suo nome. Essi avevano le cetre di Dio, 3 e cantavano il cantico di Mosè, servo di Dio, e il cantico dell'Agnello, dicendo: «Grandi e meravigliose sono le tue opere, o Signore, Dio onnipotente; giuste e veraci sono le tue vie, o Re delle nazioni. 4 Chi non ti temerà, o Signore e non glorificherà il tuo nome? Poiché tu solo sei Santo; certo tutte le nazioni verranno e adoreranno davanti a te, perché tuoi giudizi sono stati manifestati».

I riscattati hanno visto i giudizi di Dio e alla fine sono in cielo durante il millennio. La descrizione del mare di vetro è un'ambientazione che non è terrena. I salvati sono in cielo per 1000 anni.

Ma questo è perché la terra durante il millennio resterà desolata. Lo insegnava pure Dio quando chiedeva di far riposare la terra ogni 6 anni per 1 anno.

Levitico 25:2 «Parla ai figli d'Israele e di' loro: Quando entrerete nel paese che io vi do, la terra osserverà un sabato di riposo per l'Eterno. 3 Per sei anni seminerai il tuo campo, per sei anni poterai la tua vigna e ne raccoglierai i frutti; 4 ma il settimo anno sarà un sabato di riposo per la terra, un sabato in onore dell'Eterno; non seminerai il tuo campo ne poterai la tua vigna. 5 Non mieterai ciò che cresce spontaneamente del tuo raccolto e non vendemmierai l'uva della vigna che non hai potata; sarà un anno di riposo per la terra.

Il versetto 2 è molto interessante perché quando i salvati entreranno nella terra promessa (la nuova Gerusalemme celeste) resteranno lì per 1000 anni mentre la terra sarà desolata per quel tempo di riposo. Infatti la nuova Gerusalemme scenderà solo dopo i 1000 anni di riposo della terra. Dopo l'ultimo attacco di Satana con i malvagi e la loro distruzione il fiume scorrerà per ridare vita alla terra che uscirà dalla nuova Gerusalemme che era scesa sulla terra.
Gian-
Wednesday, December 30, 2009 9:53 AM
Caro Criztian
la tua riflessione è interessante e deve essere ben letta prima di poter rispondere.

però alcune cose mi va di puntualizzare.


Romani 10,9

Poiché se confesserai con la tua bocca che Gesù è il Signore, e crederai con il tuo cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvo
=============
Questa è la condizione per ottenere la salvezza. Quindi, colui che chiamiamo non salvato è lo stesso che non ha riconosciuto Gesù come Signore. Questo deve essere alla base di quando parliamo sia del giudizio e sia della sorte dei non salvati. Perchè il giudizio dei salvati è differente dal giudizio dei non salvati.


Matteo 24:29 «Ora, subito dopo l'afflizione di quei giorni, il sole si oscurerà e la luna non darà il suo chiarore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate...........
 
Questo passo sta ad indicare che le potenze infernali che abitano le regioni celesti - alla venuta di Gesù - saranno BUTTATE definitivamente sulla Terra, e non potranno abitare piu' le regioni gelesti. Finiranno tutti gli inganni di Satana e dei demoni.Adesso sono sulla terra a tormentare gli umani.


Matteo 24
39 e non si avvidero di nulla, finché venne il diluvio e li portò via tutti; cosí sarà pure alla venuta del Figlio dell'uomo. 40 Allora due saranno nel campo; uno sarà preso e l'altro lasciato. 41 Due donne macineranno al mulino, una sarà presa e l'altra lasciata. 42 Vegliate dunque, perché non sapete a che ora il vostro Signore verrà.


Al tempo di Noè non avvenne che due vennero presi e uno rimase. Ai tempi di Noè vennero annegati TUTTI. Qui invece, la Parola dice che ---due vengono presi e uno lasciato--- Dice proprio LASCIATO, e non ucciso o eliminato. Se poi consideriamo che le potenze del cielo vennero scacciate sulla terra, possiamo pensare che sulla terra, tolti i rapiti in cielo, restano solo i diavoli con quelli che non sono stati rapiti.
L'aver citato Noè, ha il significato che quelli che non osservano la Parola di Dio, continueranno a mangiare e bere, cioè, a fare i loro porci comodi, senza che si accorgano  del ritorno di Gesù.

Saluti[SM=g14688]

Criztian
Monday, January 04, 2010 12:20 AM
Per tutti
Ciao Gian-!
Grazie per la tua risposta!
Provo a risponderti dando delle nuove informazioni addizionali utili per tutti.

Quindi, colui che chiamiamo non salvato è lo stesso che non ha riconosciuto Gesù come Signore.

Certo, per quelli che lo hanno incontrato ma non lo hanno riconosciuto condivido. Credo però che Dio sia in grado di saper gestire il problema di giudicare chi lo sarà da chi non lo sarà e che il suo criterio sia il migliore e il più giusto che terrà conto del contesto dove uno è nato, la famiglia, la società, le influenze, la religione di appartenenza, quanto ha ascoltato la propria coscienza, etc etc. Il punto è che presentare Cristo oggi è il modo per distruggere le opere del maligno su questa terra e aprire le porte per il ritorno del nostro Signore. Vedere intere vite che cambiano o dare acqua a coloro che hanno sete di conoscenza di Dio è meraviglioso.

Matteo 24:29 «Ora, subito dopo l'afflizione di quei giorni, il sole si oscurerà e la luna non darà il suo chiarore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate...........

Questo passo sta ad indicare che le potenze infernali che abitano le regioni celesti - alla venuta di Gesù - saranno BUTTATE definitivamente sulla Terra, e non potranno abitare piu' le regioni gelesti. Finiranno tutti gli inganni di Satana e dei demoni.Adesso sono sulla terra a tormentare gli umani.

Se riesci a citare dei testi per supportare questa dottrina puoi scriverli. Il punto è che nello stesso contesto in apocalisse si legge che ogni isola e montagna verrà rimossa, come fanno a sopravvivere degli umani ancora non lo capisco. Se Cristo ha detto che ci saranno nuovi cieli e una nuova terra è perché anche i cieli saranno sconvolti al suo ritorno.
Questo testo parla dello sconvolgimento reale che avverrà, e 2 Pietro al capitolo 3 menziona pure il suono stridente del cielo che si apre, della terra che prenderà fuoco e tutte le costruzioni presenti sul pianeta che saranno consumate.

2 Pietro 3:10 "Ora il giorno del Signore verrà come un ladro di notte; in quel giorno i cieli passeranno stridendo, gli elementi si dissolveranno consumati dal calore e la terra e le opere che sono in essa saranno arse. 11 Poiché dunque tutte queste cose devono essere distrutte, come non dovreste voi avere una condotta santa e pia, 12 mentre aspettate e affrettate la venuta del giorno di Dio, a motivo del quale i cieli infuocati si dissolveranno e gli elementi consumati dal calore si fonderanno?"

Ripeto, la Bibbia dice chiaramente che al ritorno di Cristo tutto sul pianeta sarà bruciato. Quì non ci sono metafore. È ovvio che senza l'incorruttibilità che Cristo darà ai suoi salvati sarebbero tutti distrutti con gli elementi.
Faccio notare che l'incorruttibilità sarà data ai viventi in un batter d'occhio proprio per non essere consumati dalla sua venuta. 1 Corinzi 15:51 Ecco, io vi dico un mistero: non tutti morremo, ma tutti saremo mutati in un momento, 52 in un batter d'occhio, al suono dell'ultima tromba [la stessa di 1 Tessalonicesi 4]; la tromba infatti suonerà, i morti risusciteranno incorruttibili e noi saremo mutati, 53 poiché bisogna che questo corruttibile rivesta l'incorruttibilità e questo mortale rivesta l'immortalità.

I risorti torneranno già incorruttibili perché sarebbero spazzati via dal fuoco e sarebbe assurdo, ma anche i salvati viventi dovranno essere rivestiti di incorruttibilità per non venire distrutti dalla presenza di Cristo in tutta la sua maestà!!

Apocalisse 6:12 Poi vidi quando egli aperse il sesto sigillo; ed ecco, si fece un grande terremoto, e il sole divenne nero come un sacco di crine, e la luna divenne come sangue; 13 e le stelle del cielo caddero sulla terra, come quando il fico scosso da un gran vento lascia cadere i suoi fichi acerbi. 14 Quindi il cielo si ritirò come una pergamena che si arrotola, ed ogni montagna ed isola fu smossa dal suo luogo. 15 E i re della terra, i grandi, i ricchi, i capitani, i potenti, ogni schiavo ed ogni uomo libero si nascosero nelle spelonche e fra le rocce dei monti, 16 e dicevano ai monti e alle rocce: «Cadeteci addosso e nascondeteci dalla faccia di colui che siede sul trono e dall'ira dell'Agnello, 17 perché è venuto il gran giorno della sua ira; e chi può resistere?».

Questi sono coloro che resteranno sulla terra al ritorno di Gesù, vorranno morire sotto le rocce mentre ogni montagna viene smossa piuttosto che vedere il bagliore del fuoco del nostro Salvatore!!

Al tempo di Noè non avvenne che due vennero presi e uno rimase. Ai tempi di Noè vennero annegati TUTTI. Qui invece, la Parola dice che ---due vengono presi e uno lasciato--- Dice proprio LASCIATO, e non ucciso o eliminato. Se poi consideriamo che le potenze del cielo vennero scacciate sulla terra, possiamo pensare che sulla terra, tolti i rapiti in cielo, restano solo i diavoli con quelli che non sono stati rapiti.
L'aver citato Noè, ha il significato che quelli che non osservano la Parola di Dio, continueranno a mangiare e bere, cioè, a fare i loro porci comodi, senza che si accorgano del ritorno di Gesù.

Il punto è da vedersi da un'altra prospettiva per avere l'interezza del messaggio di questo testo. Ai giorni di Noè solo chi era nell'arca è stato salvato, la scelta l'avevano già fatta tutti prima degli eventi di distruzione. Chi era rimasto fuori dall'arca è morto con lo sconvolgimento dell'intera terra e il testo dice che sono morti "tutti" riferendosi SOLO a tutti i rimasti.

Così al ritorno di Cristo la scelta sarà già stata fatta prima dello sconvolgimento del cielo e della terra. Ricorda anche che Gesù ha predetto di rifare nuovi cieli e nuova terra proprio perché anche il cielo verrà sconvolto come viene ben descritto in Matteo 24:29 e 2 Pietro 3. Coloro che saranno salvati saranno trasferiti nella nuvola dove sta Cristo mentre i cieli e la terra saranno sconvolti mentre nel diluvio stavano dentro l'arca. Nel diluvio piovve per 40 giorni ma al ritorno di Cristo sarà tutto molto più rapido visto che si tratta di fuoco e calore, di meteoriti che cadono sulla terra, oltre a un terremoto enorme che scuoterà tutto.

Solo stabilendo che i rimasti del diluvio erano coloro che stavano fuori dall'arca e sono morti e che i rimasti del ritorno di Cristo sono coloro che non sono presi e resi incorruttibili e che moriranno, possiamo fare alcuni parallelismi molto importanti che un ebreo, profondo conoscitore della storia del diluvio, avrebbe appreso da queste descrizioni del ritorno di Gesù. Userò il testo di Luca 17:26-30
E, come avvenne ai giorni di Noé, cosí avverrà anche nei giorni del Figlio dell'uomo. 27 Le persone mangiavano, bevevano, si ammogliavano e si maritavano, fino al giorno in cui Noé entrò nell'arca, e venne il diluvio e li fece perire tutti. 28 Lo stesso avvenne anche ai giorni di Lot: la gente mangiava, beveva, comperava, vendeva, piantava ed edificava; 29 ma nel giorno in cui Lot uscí da Sodoma, piovve dal cielo fuoco e zolfo e li fece perire tutti. 30 Cosí sarà nel giorno in cui il Figlio dell'uomo sarà manifestato.

In questo testo la sequenza è importante:
1) i non salvati continuano imperterriti la loro esistenza

A quanto pare non si accorgono del disastro fino a che non arriva e ovviamente non credono ai messaggeri di Dio che avvertono.


2) i salvati vengono salvati/separati/tolti perché non siano distrutti

Noè viene chiuso nell'arca prima del diluvio, Lot viene tolto dalla città prima che scende il fuoco, coloro che rimarranno al ritorno di Cristo saranno rapiti in aria. Notare come anche in Apocalisse 18 Dio chiama tutti ad uscire da Babilonia per non subirsi le piaghe che cadranno.


3) l'evento accade e non c'è più possibilità di scelta

Tutti hanno già fatto la loro scelta e ormai è troppo tardi.


Il testo di prima continua dicendo:
31 In quel giorno chi si troverà sul tetto della casa, non scenda in casa a prendere le sue cose; cosí pure chi si troverà nei campi, non torni indietro. 32 Ricordatevi della moglie di Lot, 33 Chi cercherà di salvare la propria vita, la perderà; ma chi la perderà, la salverà. 34 Io Vi dico: In quella notte due saranno in un letto; l'uno sarà preso e l'altro lasciato, 35 Due donne macineranno insieme; l'una sarà presa e l'altra lasciata. 36 Due uomini saranno nei campi; l'uno sarà preso e l'altro lasciato».

Cosa succede a chi viene lasciato? È il testo stesso a rivelarlo dicendo di non scendere neanche dal tetto cercando di salvare qualcosa altrimenti perderà la vita nella distruzione che avverrà. È chiaro quindi che quelli che non saranno presi rapidamente moriranno. Il tempo di scendere dal tetto per salvare qualcosa della propria vita terrena è molto poco e l'insegnamento è evidente. Se uno riguarda indietro verso la propria vita terrena, come ha fatto la moglie di Lot, le conseguenze sono la morte e la distruzione insieme a chi non è stato separato.
Criztian
Thursday, January 14, 2010 8:36 PM
Giusto per utile informazione esiste una trascrizione del Vangelo di Matteo in ebraico inclusa in un testo medievale di un ebreo spagnolo chiamato Shem Tov dove Matteo 24:40-42 specificherebbe che "Se due spigoleranno in un campo, uno giusto e l'altro malvagio, uno verra preso e l'altro lasciato".
Maria-
Thursday, January 14, 2010 10:53 PM
Guardavo in TV la trasmissione IMPEO, che parlava dei tempi prima della venuta di Cristo, di popoli che erano al massimo splendore e avevano un estro da ingegnere nel fare costruzioni e opere idrauliche.
Queste persone, non conoscevano affatto Gesù, e prima della sua venuta sono morti, e le loro civiltà scomparse.

Mi chiedo alla luce dell'insegnamento biblico che il vangelo deve essere predicato a tutti affinchè chi ascolta e crede sia salvato e chi ascolta e non crede non sia salvato.

A questi popoli che non esistono piu', e sono milioni e milioni di persone, non potrà essere applicato quanto detto precedentemente, e cioè,
Se due spigoleranno in un campo, uno giusto e l'altro malvagio, uno verra preso e l'altro lasciato".

Che colpa hanno avuto questi popoli se non hanno conosciuto il vangelo?
Maria-
Friday, January 15, 2010 8:28 AM
Romani 2
 15essi dimostrano che quanto la legge esige è scritto nei loro cuori come risulta dalla testimonianza della loro coscienza e dai loro stessi ragionamenti, che ora li accusano ora li difendono. 16Così avverrà nel giorno in cui Dio giudicherà i segreti degli uomini per mezzo di Gesù Cristo, secondo il mio vangelo.


Qui Paolo dice cher Gesù giudicherà secondo il Vangelo costoro che non hanno conosciuto Gesù.

E come farà?   Non mi sembra una spiegazione accettabile. Perchè il brano dice una cosa che forse sfugge. Costoro, verrebbero giudicati secondo cio' CHE LORO CREDONO PECCATO O NON PECCATO, SENZA ALCUNA LEGGE, ma come credono nella loro coscienza.

Per cui se uno ha tre moglie  e crede che non sia peccato, porto un esempio , non verrà condannato.

Non vedo perchè alcuni debbono essere giudicati secondo la conoscenza del vangelo. Altri secondo la legge. E altri secondo cio' che loro credono peccato o non lo credono, come un esempio portato tanto per capirci.


@New
Friday, January 15, 2010 10:39 AM
Re:
Maria-, 15/01/2010 8.28:

giudicherà i segreti degli uomini per mezzo di Gesù Cristo, secondo il mio vangelo.


Saranno infatti giudicati i segreti degli uomini e questo passo fa riferimento al precedente che parla della coscienza. La coscienza parla ad ogni uomo e non va contro il Vangelo ed è l'uomo che non deve soffocarla.
L'uomo ha il libero arbitrio ed ha libera facoltà di scelta, quando sceglie il peccato commette una violazione della legge morale che gli dà la sua coscienza a cui segue poi una depravazione del libero arbitrio perché ormai la sua coscienza è soffocata.




Maria-
Friday, January 15, 2010 1:05 PM
Non mi convinco, perchè se così fosse, non vedo perchè sia venuto Gesù Cristo a morire in croce.
Se ci poteva giudicare secondo  coscienza, il suo sacrificio a cosa è servito?

Mi pare che venga messa un' enfasi non dovuta al fatto del GIUDIZIO. Come se questo giudizio rappresentasse una condanna. Cioè, GIUDIZIO UGUALE CONDONNA.
Ma così non è.  Almeno per me.
 
Se alla fine dice, Paolo, che ""costoro" che non hanno legge ne vangelo, saranno giudicati ""secondo il mio vangelo" - mi chiedo come si possa giudicare una persona in base al vangelo che non ha mai conosciuto?

E poi, forse che Dio è imparziale? Perchè è venuto dopo 4000 anni dalla creazione dell'uomo o dalla cacciata di Adamo ed Eva dall'Eden? Le persone vissute prima della sua venuta parrebbe essere solo di serie B, mentre quelle che hanno conosciuto il suo vangelo parrebbero di serie A cioè, i preferiti di Gesù.

Si ha questa sensazione, se quelle persone verrebbero giudicate secondo coscienza.

A meno che, per Dio, il peccato è inteso diversamente da come lo intendiamo noi.

@New
Friday, January 15, 2010 2:16 PM
Re:
Maria-, 15/01/2010 13.05:

Non mi convinco, perchè se così fosse, non vedo perchè sia venuto Gesù Cristo a morire in croce. Se ci poteva giudicare secondo coscienza, il suo sacrificio a cosa è servito?

Il motivo del Suo sacrificio è la salvezza e questo è fuori discussione, ma la risposta alla tua domanda riguarda quelli che sono deceduti senza aver potuto ricevere l'Annuncio come l'abbiamo ricevuto noi e che di conseguenza rientrano nell'economia di salvezza della natura e della coscienza che dà la possibilità di vedere il Cristo se lo si cerca come a tastoni (Atti 17:27).


pedrodiaz
Friday, January 15, 2010 6:24 PM
Scusa New
come si fa a cercare Cristo - anche a tantoni - se non si sa che esiste?
Criztian
Friday, January 15, 2010 8:04 PM
Ci rendiamo conto di cosa implichi credere che uno è salvato solo se prima era di fede ebraica o dopo Cristo se era cristiano?!?

Il sacrificio di Cristo è stato necessario perché senza di quello nessun umano poteva essere salvato.

Una domanda che sorge è: perché allora Cristo ha detto di predicare in tutto il mondo? Semplicemente perché come al tempo del diluvio così sarà al ritorno di Cristo, si arriverà al punto di aver tutti fatto una scelta. Ecco perché deve arrivare in tutta la terra.

Matteo 24:12 E perché l'iniquità sarà moltiplicata, l'amore di molti si raffredderà; 13 ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato, 14 E questo evangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo in testimonianza a tutte le genti, e allora verrà la fine». 15 «Quando dunque avrete visto l'abominazione della desolazione predetta dal profeta Daniele, posta nel luogo santo (chi legge intenda), 16 allora coloro che sono nella Giudea fuggano ai monti.

Il testo fa capire che la fine avverrà quando con la nuova pentecoste si diffonderà in tutta la terra. Le cose si concluderanno in fretta a questo punto.

Per quanto riguarda "uno sarà preso e l'altro lasciato" in realtà non pregiudica il fatto che Cristo prende i suoi al suo ritorno quando la tribolazione (con le piaghe) è già iniziata. Il motivo per cui Gesù ha detto una frase simile è perché non ci saranno legami di parentela, di amicizia, di lavoro che terranno. Oltre a questo, Gesù non voleva che gli umani si convincessero di poter separare il grano dalla zizzania di loro inizativa perché sarà Lui a prendere i suoi.

Matteo 24 continua dicendo:

Matteo 24:21 perché allora vi sarà una grande tribolazione, quale non v'è stata dal principio del mondo fino ad ora, né mai più vi sarà. 22 Se quei giorni non fossero stati abbreviati, nessuno scamperebbe; ma, a motivo degli eletti, quei giorni saranno abbreviati.

Gli eletti sono i salvati che saranno rapiti durante la tribolazione, che in realtà sarà tale più per quelli che hanno preso il marchio della bestia. Quindi le cose avverranno molto in fretta e le piaghe non saranno universali altrimenti non sopravvive nessuno. Al ritorno di Cristo ci saranno ancora i non salvati che costruiscono case, fanno feste etc come nel giorno del diluvio, ma i giusti saranno salvati.

Il testo parallelo di Luca 21 dice:

Luca 21:27 Allora vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole con potenza e gloria grande. 28 Ma quando queste cose cominceranno ad avvenire [nota: si riferisce ai segni che ha elencato prima del v.27], rialzatevi, levate il capo, perché la vostra liberazione si avvicina».

Guarderanno in alto perché il Signore ritorna in quel tempo, il tempo della liberazione da coloro che ce l'hanno contro di loro a causa delle piaghe. È chiaro che i salvati saranno presenti nel periodo della tribolazione a meno che il Signore non permetta ad alcuni di "riposarsi" prima di questo evento come fece con il figlio di Enoc, Matusalemme (chiamato anche Metusela) che morì serenamente di vecchiaia poco prima del diluvio.
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:18 PM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com