(SimonLeBon)
Wednesday, February 08, 2012 9:49 PM
Studi dimostrano che danneggiano sviluppo cognitivo e psiche
08 febbraio, 20:15

ROMA - Sberle e sculacciate fanno male, non solo sul momento, ma in molti casi anche a lungo termine, sono quindi punizioni da evitare per i bambini che, se puniti in modo corporale, possono andare incontro a disturbi di sviluppo, difficolta' relazionali e di comportamento, tendenza all'aggressivita', quando non a depressione e ansia. Venti anni di ricerche sul tema (per un totale di oltre 100 studi) sono giunti virtualmente ad analoghi risultati che permettono di esprimere una condanna definitiva e senza possibilita' di appello contro le punizioni corporali.

Queste ricerche sono state analizzate e riassunte in uno studio canadese di Joan Durrant della University of Manitoba a Winnipeg e Ron Ensom del Children's Hospital of Eastern Ontario ad Ottawa, pubblicato sul Canadian Medical Association Journal e riportato da Reuters Health. In tanti studi e' emerso che le punizioni corporali potrebbero avere conseguenze a lungo termine sul bambino, addirittura far male alla crescita delle capacita' mentali del piccolo, o lederne lo sviluppo del quoziente intellettivo.

Ci sono ormai molte prove, spiega la Durrant intervistata dall'ANSA, che le punizioni corporali ledono la salute del bambino: ''i bambini puniti in modo fisico rispetto agli altri tendono a mostrare livelli piu' alti di aggressivita' e comportamenti antisociali, ad essere piu' vulnerabili a depressione, ansia ed altri disturbi psichici; ad avere un rapporto piu' distaccato coi genitori. Anche lo sviluppo cognitivo tende ad essere piu' lento nei primi - prosegue l'esperta - senza contare che le punizioni corporali possono mettere il bimbo a rischio di lesioni''.

Sono molti i modi in cui schiaffi e sberle possono ledere alla salute del piccolo con effetti anche a lungo termine, sottolinea la Durrant: ''possono indurre i piccoli a usare come metodo abituale per la risoluzione dei conflitti l'aggressione, possono spingere al bullismo e all'aggressivita' verso gli altri; inoltre le punizioni fisiche possono instillare nel bambino l'idea di non essere voluto ne' amato, e questo puo' portare nel tempo a depressione. Peraltro la risposta cerebrale allo stress indotta da tali punizioni puo' nel tempo causare cambiamenti strutturali nel cervello; e la paura di esplorare, conoscere, essere curiosi (attivita' e stati tipici del bambino), derivante dalle 'botte' prese, puo' rallentare lo sviluppo cognitivo'' che si ripercuote anche sul rendimento scolastico dei piccoli.

E non e' tutto, ricerche di neuroimaging (con la risonanza magnetica) mostrano che il cervello dei bambini i cui genitori adottano sculacciate o schiaffi come metodo punitivo puo' subire riduzioni nel volume della materia grigia in aree strategiche per le performance cognitive. E tali punizioni possono addirittura portare a uno squilibrio delle regioni neurali di piacere e appagamento rendendo i piccoli piu' suscettibili ad abusare di droghe e alcol negli anni a venire. Perche' punire con le mani, quindi? Ad oggi nessuno studio ha dimostrato che le punizioni corporali abbiano effetti positivi a lungo termine, mentre la gran parte delle ricerche dimostra il contrario.
(SimonLeBon)
Wednesday, February 08, 2012 9:50 PM
Re: Studi dimostrano che danneggiano sviluppo cognitivo e psiche
Si, o no, sarà... che sono un "danneggiato" anch'io!

Simon
Giandujotta.50
Wednesday, February 08, 2012 10:04 PM
mah!
nn sono mai stata picchiata da piccola, ero una bambina molto buona e responsabile...
eppure...
vi sembro normale? [SM=g27988]

scherzi a parte. Le sculacciate servono i rarissimi casi. quando per esempio il bambino fa qualcosa di pericoloso per se stesso. Un bambino che infila per esempio le dita nella presa di corrente, ha bisogno di un segnale da ricordare.
Se si usano per mancanze di poco conto, si inflazionano e non hanno piu alcun peso.
Naturalmente questo è il mio pensiero personale di mamma e mi riferisco alle sculacciate, date sul sedere. In viso, uno schiaffo piu che far male offende ed umilia. Si ricorderà l'umiliazione e non il motivo.

_Morgan_
Thursday, February 09, 2012 8:57 AM
Anch'io ero una bimba calma ma una volta alla sagra del paese mi sono allontanata per andare a vedere una bancherella e mio padre in preda al panico poi quando mi ha trovata mi ha dato una sberla! Ha fatto benissimo, chissà che spavento gli è preso in mezzo a tutta quella gente non vedendomi più!!
Sono d'accordo che le punizioni corporali si dovrebbe evitarle il più possibile ma credo che una sculacciata per un motivo grave non faccia poi così male... Io non sono una mamma.. Però credo che ci sia bisogno anche di qualche gesto un pò forte se il bambino è testardo e si mette in serio pericolo!
admintdg3
Thursday, February 09, 2012 9:32 AM
Re:
_Morgan_, 09/02/2012 08.57:

credo che una sculacciata per un motivo grave non faccia poi così male... Io non sono una mamma.. Però credo che ci sia bisogno anche di qualche gesto un pò forte se il bambino è testardo e si mette in serio pericolo!




[SM=g1861209]
L' Apostolo
Thursday, February 09, 2012 11:46 AM
Se questi sono gli stessi studiosi o gli stessi criteri di studio, che hanno stabilito che i figli dei divorziati crescono meglio e che l'adulterio giova alla coppia...stiamo freschi... [SM=g7347]
(Gladio)
Thursday, February 09, 2012 11:56 AM
La generazione dei nostri padri e nonni non m pare così malsana cresciuta a ceffoni e calci nel sedere.............

Nella disciplina ci vuole equilibrio,l'esempio sopra ogni cosa..........ogni tanto uno scappellotto può solo fare bene.

SALUTI
VERYGOODFLOWER
Friday, February 10, 2012 12:12 AM
[SM=g1871115]
Ai miei tempi una sonora scanzonata accompagnata da qualche sculacciata per aver commesso qualche marachella non mi ha fatto altro che bene.
A volte per far ben comprendere il significato di un determinato gesto alle mie figlie ho fatto uso delle sculacciate alzando anche il timbro della voce.
Vi giuro che il metodo non è dei migliori ma a volte sembra essere abbastanza efficace per far comprendere un ben determinato argomento.
Infliggere delle punizioni corporali non è da masochisti come alcuni vogliono farci credere,può essere uno strumento utile per fare ragionare i più giovani quando non vogliono comprendere.
Una società inperniata sui premi e non sulle punizioni è quello che vediamo al giorno d'oggi.
Bullismo,vandalismo e carceri sovraffolati, ancora per poco,ci devono far riflettere.
Non è la sculacciata che danneggia la mente di un bambino bensì altre violenze ben più gravi sui minori,i quali non sono tutelati, ne difesi, ove l'ingiustizia il più delle volte regna da padrone. [SM=g1871110]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 12:13 PM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com