Full Version: La forza nel putt
Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
andylife
Friday, November 12, 2004 11:47 AM
Ciao a tutti,
vi chiedo un consiglio su un problema nel putt.
Non sempre riesco a dosare la forza giusta specie nel putt lunghi e quindi mi capita di lasciarmi secondi putt impegnativi.
Chiusa poi la buca riprovo e spesso la forza è corretta, ma mi hanno detto che il secondo tentativo non conta [SM=g27766]
Immagino sia un problema comune. Qualcuno ha dei consigli?
Si tratta solamente di pratica oppure ci sono degli accorgimenti che possono aiutare?
Grazie
lorenzo.c
Friday, November 12, 2004 12:47 PM
Pratica, pratica ed esperienza sono le uniche cose che contano, oltre ad un po' di talento innato. In mancanza di questi requisiti esistono migliaia di esercizi la cui utilità è molto soggettiva; io personalmente trovo sempre utile un consiglio di Nicklaus che consiste nel mirare ad un punto un metro e mezzo prima della buca ed attaccare quel punto; se uno sbaglia di molto sbaglierà di tre metri, il che vorrà dire, rispetto alla buca, di avere al massimo un putt di ritorno di un metro e mezzo, di cui si conosce già la pendenza, avendo visto il comportamento della palla nel passare la buca.
No Price
Friday, November 12, 2004 2:19 PM
sembra ottimo il consiglio ! [SM=g27758]
gifranco
Friday, November 12, 2004 2:26 PM
Consiglio ottimo ........se la palla entra in buca!!
Ciao Gianfranco
ricky7
Friday, November 12, 2004 2:56 PM
Anche io voglio dire la mia!!!
prova a impugnare il putt più con le dita per trovare precisione nella distanza.Secondo me conta molto,ma non servirà per imbucare automaticamente!
lorenzo.c
Friday, November 12, 2004 3:18 PM

sembra ottimo il consiglio !


[SM=g27761]


Consiglio ottimo ........se la palla entra in buca!!



Non dire così! Anche se non entra non è un dramma! [SM=g27766]
Una precisazione: Nicklaus parlava di un metro e mezzo, io invece di solito scelgo un punto che è circa a 2/3 della distanza dalla buca, perché su un putt di 20 metri, attaccare un punto che sta un metro e mezzo prima della buca si rischia di passarla di 5 metri, la buca.
ode
Friday, November 12, 2004 4:05 PM
la risposta sta nel fatto se tu sappia la tecnica per i putt lunghi o meno. se lo sai praticali. è tutto qui.
Otto-bs
Friday, November 12, 2004 6:44 PM
Una volta che ti sei addressato per la direzione che hai scelto,
pensa solo alla forza.(Non quella di Obi Wan Kenobi pero',mi raccomando) .[SM=g27761] [SM=g27761] [SM=g27761]
giancarl0
Friday, November 12, 2004 7:10 PM
Trova una quantità di back ogni x metri da fare.La cosa è soggettiva ma per me funziona.Ciao
LAPROSSIMA
Friday, November 12, 2004 11:29 PM
ESSERCI CON LA TESTA
Allenamento, tanto allenamento, fatto con passione, applicando quello che ha detto ode: la tecnica giusta.
Ma soprattutto esserci con la testa, se quando fai allenamento non ci sei totalmente con il pensiero, è inutile.
Ciao Gabriele
Andrea Zanardelli
Saturday, November 13, 2004 3:17 PM
Sto leggendo con molta attenzione le vostre risposte... al termine delle quali vi dirò perchè tutti questi metodi che avete suggerito sono ottimo per un feeling di giornata ma non efficaci per acquisire realmente un tocco straordinario su ogni green... [SM=g27761]
Volalabola
Saturday, November 13, 2004 6:19 PM
eh dai, su...
diccelo adesso Andrea, non ci far penare....
oggi é il mio cumple: fammi un regalino[SM=g27761]
un saluto ed un buon fine settimana golfistico
Lorettah2o
Saturday, November 13, 2004 7:33 PM
x Volalabola
AUGURI!!!!!!!

X Andrea: siamo a tutt'occhi.....per leggere... visto i put di oggi.... serve con urgenza un rimedio efficace... non solo a me vero apebs!!!!
No Price
Sunday, November 14, 2004 11:21 AM
io mi accorgo che ottengo migliori risultati se lascio campo libero alla mano destra. Nel back spingo con la sinistra poi in avanti la sinistra la ascio quasi del tutto passiva e lascio fare alla destra.
Con questo sistema i miei colpi sono molto migliorati.
futurix
Sunday, November 14, 2004 6:41 PM
Sono anch'io ansioso di vedere cos'ha da dirci Andrea sui putt lunghi. Un buon consiglio sarebbe già quello di toglierci un po' di fronzoli cerebrali (i golfisti sono eccezionali nell'assorbirne senbre di nuovi e fantasiosi...me compreso!)[SM=g27761]
andylife
Monday, November 15, 2004 7:12 PM
Intanto un mio amico mi ha consigliato vedendomi di non "bloccare" il putt ma di attraversare cosa che mi accadeva probabilmente per la paura di andare eccessivamente lungo.
Non vedo l'ora di avere anche la chicca di Andrea.
Ad ogni modo come dicono anche le donne
"meglio lungo che corto... [SM=g27766] [SM=g27766] [SM=g27766] "
theDEMA
Tuesday, November 16, 2004 10:28 AM
.. senza voler fare il "fenomeno"... mi ricollego all'argomento video e al Zazà Pensiero che mi trova assolutamente vicino ad esso.
Il mio maestro preferito (ciao Luca se mi stai leggendo) mi diceva sempre: "Vedi la buca come se fosse grande come un secchio. Guarda solo il punto in cui toccherai la palla". Notevole la distinzione tra "vedi" e "guarda".
Fa ridere... ma funziona. O meglio, funziona se non vi sono errori tecnici. E così sia.
andylife
Tuesday, November 23, 2004 9:58 AM
Andrea...io sto trepidamente aspettando la tua dritta...intanto ho messo in vendita il putt, non perché credo sia colpa sua bensì perché ho trovato un maggior feeling con altri di forma diversa...
Il secchio funziona (e tanta pratica), ora la metto più vicino però imbucare da 5 o 6 metri resta ancora utopia

[Modificato da andylife 23/11/2004 9.59]

Andrea Zanardelli
Tuesday, November 23, 2004 11:45 AM
Vedere. Ecco la risposta.

Ilnostro cervello è un computer che funziona con un software potentissimo: le immagini.

Muovere un putter a pendolo è tecnicamente molto semplice. Il gesto tecnico di un putt di 1 metro è lo stesso di un putt di 15 metri perchè l'obiettivo è uno solo e sempre lo stesso in tutti i putt del mondo: far rotolare la palla dritta applicabdo più o meno velocità.

Qual'è la velocità giusta? Qual'è la forza giusta? Dovete vederla.

Dovete capire la traiettoria che la palla secondo voi seguirà sul green per morire in buca. Dove immaginare vividamente questa traiettoria e soprattutto immaginare la velocità con la quale la palla dovrà rotolare in base alle pendenze ed alla velocità di taglio e umidità del green.

Dovete dare al vostro cervello il software giusto: le immagini.

Su cosa avete il controllo? Sulla velocità iniziale di rotolo della palla. Basta. Il resto (il rotolo e la palla che va in buca) viene da sè e non dipende da voi.

Immginatela chiaramente questa velocità iniziale, vedetela chiaramente, visualizzatela come in un film. Vedete a che velocità la palla dovrà partire dalla testa del putter per disegnare quella traiettoria che avete immaginato.

Vedete la velocità, allineatevi e lasciate che il vostro istinto realizzi quella velocità senza interferire con nessun pensiero tecnico.

Sbaglierete, ma in poco tempo sarete talmente sintonizzati con la vostra capacità di vedere e creare la velocità che vi stupirete di quanti putt imbucherete anche da lontano.

Sono stato davvero buono non trovate? Per questo motivo la mai lezione di putting dura sempre due ore e affronta prima la tecnica ma poi e soprattutto la visualizzazione, la lettura del green, l'approccio mentale e l'attitudine psicologica.

Enjoy.
andylife
Tuesday, November 23, 2004 1:50 PM
Grazie mille.
Proverò a mettere in pratica e chiaramente ti terrò aggiornato.
theDEMA
Tuesday, November 23, 2004 1:54 PM
Bellissima lezione. Grazie Zazà.
Mi ha stupito - però - il fatto che tu tenga sotto torchio l'allievo per due ore. Anche io ho fatto così (tempo fa, purtroppo) in più riprese e mi sono davvero distrutto.
Alla fine ero esausto, spossato, svuotato dentro. Non reggevo più.
Forse è una questione personale, ma io per puttare (quando lo faccio bene) mi concentro e mi estraneo totalmente... e questo mi costa una fatica tremenda. Un'ora di putting green, per me, è più impegnativa di un giro in campo.
Domanda: quando chiedi all'allievo di visualizzare il tiro, gli poni dei limiti temporali (minimi e massimi)? Mi spiego: imponi di non affrettare e cerchi di dare un tempo, un timing e un ritmo? Oppure basta la visualizzazione? Io ho provato entrambe le cose: è più "impegnativo" (estremo, direi) ma dà risultati ancora più interessanti. Magari, ancora una volta, è "visione mentale", per di più soggettiva.
Grazie ancora.
boban
Tuesday, November 23, 2004 2:22 PM
pensare che mi prendono per i fondelli quando dico di aver visto la linea del putt gialla.
le poche volte che mi succede sono certo che la palla andra' in buca [SM=g27765] [SM=g27765]
giancarl0
Tuesday, November 23, 2004 2:45 PM
Da cosa può dipendere il fatto che ci sono giornate che, anche senza "guardare la linea" si imbuca, e altre che neanche a morire? Ciao
Andrea Zanardelli
Tuesday, November 23, 2004 6:01 PM
Dema, take it easy... due ore di putt con me passano serene e divertenti. Timing, tempo? Rilassati e fai ciò che serve con il tuo ritmo personale. Siete voi a complicare le cose... altro che distruggere gli allievi. Le lezioni sono delle chiaccherate, mica delle sessioni di lavoro forzato.

Boban, continua a vederla gialla. Ma non dirlo a nessuno...

Giancarlo, spesso si studia la linea e ci si concentra talmente tanto che diventa impossibile eseguire un buon colpo. Quando giochi scazzato e imbuchi hai due motivi: o sei rilassato e reagisci in modo istintivo e inconscio al bersaglio o hai un culo esagerato... [SM=g27761]
theDEMA
Tuesday, November 23, 2004 6:58 PM
BEN DETTO ZAZA'!
... un mio amico americano diceva: "KISS", o meglio, K.I.S.S. keep it simple, stupid!
Il guaio delle lezioni mentali è proprio quello di diventare "troppo" mentali... hehheheheheh
giancarl0
Wednesday, November 24, 2004 11:31 AM
Mi piacerebbe propendere per il culo esagerato, se non fosse per il fatto che questo mi dura almeno 15 buche, durante le quali 1 o 2 putt vanno dentro da 10 o 15 mt, 5 o 6 da 3 o 5 mt, e, tutti quelli sotto i 2 mt. Aggiungo che già alla 2° buca mi accorgo che si sta verificando "la giornata" perchè "riconosco" il set-up che assumo quando mi succede; inutile dire che, anche negli altri giorni, cerco di ritovare questa situazione, ma non c'è verso.Ciao
Andrea Zanardelli
Wednesday, November 24, 2004 4:25 PM
Il fatto è che tutti noi tendiamo a "vedere" cosa succede, a "vedere" cosa facciamo anzichè "fare" ciò che vediamo...
andylife
Wednesday, December 22, 2004 10:27 AM
L'ho provato e...funziona
Posso dirlo solamente ora, dopo svariate ore di pratica.
Grazie per il consiglio; non sono diventato Phil però la mia media putt è scesa drasticamente (meno di 30 a giro).
Ho anche cambiato il putt (da 2 ball a Monza) ma credo che non sia stato determinante.
Grazie Andrea [SM=g27758] [SM=g27758] [SM=g27758]
Andrea Zanardelli
Wednesday, December 22, 2004 11:10 AM
Sono contento... diventerò il nuovo Bob Rotella del golf italiano... [SM=g27760]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 9:14 AM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com