GUIDA - come pulire da se un iniettore per bmw 320 d e46 136cv

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
farmi731
00Thursday, May 12, 2011 3:30 PM
smontaggio, montaggio e sequenza delle parti , pulizia di queste

Apro questo tread per descrivervi un po come pulire realmente un’iniettore.

 Da premettere che cio’ che leggete sotto non è stato testato ancora con manometri e o macchinari, ed è stato eseguito da me con due iniettori che mi sono trovato …. di una vettura con 97.000 km.

Li ho trovati  a buon prezzo e li ho presi, esteticamente sono ok, e dopo averli aperti anche non ho notato acciaio mangiato dall’utilizzo o cose simili.

Appena li faro testare postero di seguito gli esiti.

Per ora posso parlare solo ed esclusivamente di pulizia e postarvi qualche immagine sulla composizione interna dell’iniettrore.

Materiali:

morsa da banco,

1 chiave da 15 mm

1 scovoletto  in rame  da 8mm

1 cacciavitino per orologi a taglio con una sezione da 3 o 4 mm

I moletta con spazzola di ottone

1 trapanino tipo dremel.

Solvente volatile a lenta evaporazione

gasolio

Innanzitutto comincio col darvi un po di numeri e relativi AGLI INIETTORI DEL 320 d E46 136CV:

INIETTORE
Denominazione bmwDenominazione boschCategorico bmwCategorico boscPressione di apertura daPressione di apertura fino a
Iniettoreruppo portapolverizzatore (2 molle13532246828O432191528204 bar216 bar
At iniettore(ROTAZIONE)ruppo portapolverizzatore (2 molle13532247689 204 bar216 bar
INIETTORE DI CONTROLLO
Denominazione bmwDenominazione boschCategorico bmwCategorico boscPressione di apertura daPressione di apertura fino a
Iniettore di controlloGruppo portapolverizzatore (2 molle) con NBF135322468290 432 191 527204 bar216 bar
AT iniettore di controllo(ROTAZIONE)Gruppo portapolverizzatore (2 molle) con NBF13532247690 204 bar216 bar

L’ anello di tenuta ovvero la rondella di rame che si deve porre sulla punta dell’iniettore ha il categorico bmw 13532247156, no è una rondella normale  ma  ha come 4 punte all’interno che guardano verso il centro del foro e servono per tenere una distanza dalla punta dell’iniettore omogenea per tutta la circonferenza e dalla qualle deve passare il gasolio, è importante sostituirla perché è soggetta a consumo specialmente le 4 punte le quali sono piccolissime.Ora veniamo a noi, nella foto sotto vedete un’ iniettore sporco ed uno pulito quello di sinistra e pulito, e quello di destra e quello incrostato in particolare la parte della puntaed ancora di piu’ quella indicata dalla freccia.Dalla circonferenza di quel punto esce il gasolio, immaginatevi un po come fa ad uscire in maniera omogeneamente nebulizzato il gasolio da li.
 


In questa si vede ancora meglio





Quelle che vedete al fianco dell’iniettore sono gli anelli di tenuta e se cio fate caso si vedono i 4 dentini all’interno.

Quello che ho fatto io

È aprire l’iniettore  fissandolo la testa dell’iniettore, ovvero la parte piu’ groosa con una morsa e svitando la punta,ovvero l’unica con forma a dado , con una chiave da 15mm che tra l’altro è l’unica che vi serve.

 Da qui in poi bisogna fare attenzione a tirar fuori tutti i vari pezzi piu’ che altro perché poi ci si potrebbe confondere nel rimontarli.

All’inizio pensavo già di aver fatto una cavolata, ma poi ci si rende conto che possono essere montati in un unico modo che non sto qua a descrivervi  anche perché la sequenza è quella della foto sotto.La freccia gialla indica la posizione di una delle due rondelle di destra, purtroppo quando ho scattato la foto no mi sono accorto che erano rimaste attaccate l'una all'altra per via dle gasolio, ma la posizione corretta è appunto una dove si trovano tutte e due ed una dove indicato dalla freccia gialla.


Mentre aprivo la punta ovvero mentre la svitavo, dell’iniettore voglio farvi vedere cosa è uscito da dove deve uscire il gasolio…..


E questo è quello che uscito dal cilindro a forma di dado e dalla punta, sempre nella parte interna da dove esce il gasolio, ovvimente stiamo parlando di cio’ che è uscito svitando e grattando.




 
La pulitura è stata fatta appunto grattando in modo molto leggero e da non lasciare graffi, poi con un dremel e una moletta con spazzola di ottone sempre per non rovinare e graffiare, piu’ che altro le parti interne che comunque sembrano essere di acciaio al vanadio, il tutto poi immerso in solvente  inodore ad lenta evaporazione, e poi dopo una’altra passatina di moletta con spatola di acciaio.

Gli unici pezzi interni che hanno avuto bisogno di una leggere pulizia sono stati  solo il n°3 e il n° 4 da sx. ma vi assicuro non erano incrostati.

Gli esterni sono stati ovviamente il corpo dell’iniettore e la punta che si potrebbe anche considerare interna nochè il cilindro a forma di dado in punta.

E’ proprio questo cilindro assieme alla punta (non lo spillo interno), a vista,  ai quali bisogna dedicare tempo ed attenzione perché sono i due pezzi che piu’ di tutti accumulano incrostazioni  e contemporaneamente che permettono, come già detto, la fuoriuscita in modo omogeneo e nebulizzato del gasolio, quindi permettendo una migliore combustione e conseguente resa.

Il foro del cilindro è stato grattato con uno scovo letto in rame da 9 mm.

Considerate che i due punti, indicati dalle frecce rosse nella foto sotto devono avere un’angolazione di 90 ° ed invece sono rotondamente concavi.

Sinceramente non capisco cosa ci sia da cambiare in quanto ripeto i componenti interni non sono di acciaio normale , ma temperato, e non soggetti ad usura almeno per quello che ho potuto vedere.

Sicuramente gli anelli di tenuta e le oring ch si mettono sul corpo dell'iniettore per fissarlo sul atesta del motore, ma altro non saprei, ineffetti i kit che si vedono normalmente e che non costano molto comprendono solo una serie di oring e di rondelle.....

L’unica cosa che si puo’ notare è un cambiamento del colore dovuto all’attrito del gasolio sulle parti e al calore. Ma niente di piu’ , non ci sono assolutamente parti in plastica o guarnizioni di qualsiasi genere.

 Le cose che invece vanno  pulite perché si incrostano da cani sono appunto quelle in prossimità della punta e praticamente penso vicino a quella che la fase di scoppio….. ovvero la punta

Una volta effettuta la pulitura metette tutto immerso in un po’ di gasolio e poi rimontate.

Ed ora qualche parolina riguardo ai prodotti per pulire gli iniettori.

Vista la  mia piccola esperienza che ho appena avuto, posso garantire che un’iniettore in queste condizioni non si pulisce con prodotti per la pulitura degli iniettori e che si aggiungono al gasolio, possono essere di qualsiasi tipo ma non vengono via.

Uno perché ho fatto una prova tenendo uno degli iniettori a bagno per due ore in un flacone di STP,  e due la stessa cosa l’ho fatta con il solvente puro…..

Ragazzi le incrostazioni da scoppio vengono via solo ed esclusivamente grattando, o con ultrasuoni….e aggiungo che neanche con gli ultrasuoni vengono pennello….

Ecco il motivo per il quale si prendono un po di soldini per rigenerare gli iniettori..perchè comunque ci va del tempo se il lavoro è fatto bene.

Questi prodotti vanno bene se usati sin da subito perché magari evitano il formrsi i incrostazioni…mase queste ci sono già da un po di km  non servono a niente.

 Ed infine la fotina del alvoro ultimato, come potete notare ora si vede lo spazzio millimetrico tra la punta ed il dado, da dove deve uscire il gasolio….. ovviamente



00
Per leggere gli altri messaggi devi essere iscritto al forum!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:03 AM.
Copyright © 2000-2015 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com