eone nero
Friday, February 17, 2012 10:45 AM
L'agenzia Adnkronos riporta la seguente notizia che verrà approfondita a presto.

"Medianità, magia e fenomeni diabolici”, sono questi i temi a dibattito presso il Centro Maria Immacolata di Poggio San Francesco, nei pressi di Palermo, dove è in corso, fino al 18 febbraio, l’ottavo incontro di Formazione per gli Esorcisti di Sicilia, organizzato dal Centro Regionale “Giovanni Paolo II”.

www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Esorcisti-a-convegno-si-parla-di-Magia-medianita-e-fenomeni-diabolici_312984975...

Riporto un'interessante estratto dal suo libro Carismatici, sensitivi e medium.

E' interessante vedere la visione cattolica e come vengono descritte alcune neo-religioni settarie nate il secolo scorso.

"Tratto dal libro
"Carismatici, sensitivi e medium" di Francois Marie Dermine
(pp.297-298)

[...]A titolo di esempio, ricordiamo due dei suddetti movimenti, per di più corredati di riti capaci di propiziarci delle facoltà straordinarie tali da ridimensionare la nostra umana fragilità e rivolti a qualche potenza misteriosa, per non dire tenebrosa, sicuramente diversa dal Dio delle grandi religioni.

Il primo movimento è quello della Meditazione trascendentale, fondata nel 1953 dall'indiano Maharishi Mahesh Yogi e presentata come una tecnica grazie alla quale l'aspetto del mondo potrebbe essere cambiato da un momento all'altro»; essa consente infatti al soggetto, oltre ad aumentare le sue capacità di rilassamento, di conseguire la "consapevolezza dell'Essere", di fondersi in esso, come vuole la spiritualità indù, e di acquisire i cosiddetti siddhis, ossia quei poteri speciali quali il levitare, il volare, il diventare invisibile, l'attraversare i muri, la chiaroveggenza, ecc.

Il conseguimento di tali risultati deriverebbe dalla ripetizione di un mantra, ossia di un suono privo di significato e che si garantisce essere personalizzato. Ora, c'è da precisare che il mantra, oltre a non essere affatto personalizzato, non è nemmeno un suono privo di significato, bensi il nome o l'attributo di una divinità indù che l'ignaro meditante invoca quaranta minuti al giorno. Per di più il suo conferimento avviene nel corso di un rito iniziatico dal sapore nettamente religioso chiamato puja, una cerimonia dedicata alla divinità e consistente in un lungo inno di lode proclamato in sanscrito dall'insegnante e accompagnato da gesti rituali di adorazione e di offerta di fiori, frutti, ecc ... ; i nomi di Brahma, Shiva, Vishnu, Govinda, Krishna ritornano spesso, anche se è l'immagine di Guru Dev (il maestro di Maharishi) deposta su un tavolino ad essere venerata con frequenti inchini.

Questo senso della divinità considerata come una persona, e l'immagine come sua forma rappresentativa, è fondamentale per il significato della puja e viene sempre preservata nei rituali della puja.

Un caso analogo è quello dei Reiki, una parola giapponese nella quale ki sta per "energia" (vitale) e reí per "universale"; si tratta di una dottrina e, soprattutto, di una pratica che favorirebbe lo sviluppo della percezione delle energie "sottili" o "eteriche' del corpo umano, nonché la possibilità di riportarlo all'equilibrio indirizzando o imponendo le mani sulle persone da guarire o addirittura, sugli ambienti da purificare dalla "negatività".

Anche qui, ci sono tutti gli ingredienti della superstizione e della magia per il ricorso a mezzi ritualizzati e comunque spro porzionatí rispetto all'effetto ricercato.

Elaborato nella prima metà del Novecento dal medium e Buddista giapponese Mikao Usui, il Reiki non poteva non ispirarsi appunto al buddismo, in particolare a quello esoterico e tantrico, nonché alla dottrina indù dei chakras, ídentificati con i punti vitali o canali energetíci sparsi dalla base alla sommità della spina dorsale. Su questi elementi basilari se ne innestano altri provenienti dall'ambito occultistico e suscettibili di variare da paese a paese. in Italia, per es., Giuseppe Zanella, fondatore dell'Associazione Reiki Amore Universale (RAU), sostiene di essere guidato da nientemeno che "Io Sono", da lui chiamato Padre, «una pura energia, creatore del visibile e delI'invisibiIe», nonché da altre entità: spiriti guida, guide Reiki, Esseri spirituali, extraterrestri, ecc. Con tutto ciò si mira ad ottenere, oltre al risulto ufficiale e primario del risveglio dei chakras, il conseguimento di precisi poteri medianici.

Tre sono i livelli ambiti: il primo, detto "rnanuale", è quello dell'uso delle mani per operare guarigioni; il secondo, quello "mentale", offre la facoltà di guarire a distanza, mentre l'ultimo, chiamato "Master Reiki", abilita ad aprire i chakras di terzi e a formare dei discepoli. L'accesso ad ogni livello è affidato a un percorso iniziatico che comporta l'intervento di riti veri e propri e il ricorso insistente a simboli destinati a rappresentare esotericamente una qualità o funzione particolare. L’aspetto più esplicitamente religioso deriva dal fatto che l'energia tanto invocata (o evocata?) è chiamata per nome e viene rivestita di caratteristiche divine.

Come per la Meditazione trascendentale, siamo di fronte a una dottrina incompatibile con la fede rivelata, di matrice panteistica (tutto è energia e l'energia è divina), gnostica (ognuno è naturalmente un dio, dotato per di più di un potenziale illi mitato) e occultistica (ricorso a pratiche spiritiche e tenebrose). Per un cristiano, la pretesa della doppia appartenenza comporta l'adesione a una forma di sincretismo, con tutte le conseguenze che ne possono derivare: non solo sul piano spirituale, ma anche su quello psicologico e occulto."


A questo link si possono trovare anche i suoi apporti a Radio Maria.

gris-cb.blogspot.com/2010/06/padre-francois-marie-dermine-lult...


Stefano Pa.
Friday, February 17, 2012 12:44 PM
Ho avuto modo di sentire dal vivo Padre Dermine.
In perfetto stile domenicano (ricordo che i domenicani sono stati molto attivi con l'Inquisizione)ha riportato il pubblico in sala indietro di qualche secolo, paventando la presenza del diavolo ad ogni angolo.
In pratica chi si occupa di mistero, ufologi compresi, ha già un piede all'inferno. [SM=g8286]

Stefano Panizza
eone nero
Friday, February 17, 2012 12:56 PM
Stefano Pa., 17/02/2012 12.44:

Ho avuto modo di sentire dal vivo Padre Dermine.
In perfetto stile domenicano (ricordo che i domenicani sono stati molto attivi con l'Inquisizione)ha riportato il pubblico in sala indietro di qualche secolo, paventando la presenza del diavolo ad ogni angolo.
In pratica chi si occupa di mistero, ufologi compresi, ha già un piede all'inferno. [SM=g8286]

Stefano Panizza



Grazie della testimonianza, ho pubblicato quello stralcio proprio per evidenziare una visone degna della Santa Inquisizione.

Lasciando il Reiki da parte quando parla di Gurudev si è dimenticato di dire che era un portatore dell'Advaita Vedanta, mi pare che un seguace del Cristo debba rispettare anche le altre religioni soprattutto se millenarie.

Nel caso fosse sconosciuta l'Advaita Vedanta è la scuola Visnuita più grande in India, il che vuol dire una filosofia che coinvolge centinaia di milioni di persone.

Bel rispetto non male, sto tralasciando la figura del controverso guru Maharishi Mahesh Yogi, che aveva visioni differenti dal suo Maestro, ma non si può calpestare definendolo demoniaco un credo religioso che oltre che antico è seguito da milioni di persone.

Vai che la sincerità è al primo posto [SM=g8286]

Ed il bello che si occupa di problematiche legate alla new-age, quindi gli adepti da uno zoo escono ad un inferno entrano?

Cosa non si fa per pescare uomini. [SM=g8360]


Edit: aggiunti links sull' Advaita Vedanta


it.wikipedia.org/wiki/Advaita_Ved%C4%81nta

Per approfondire.

www.esonet.org/articoli-advaita-vedanta

www.vedanta.it/



Stefano Pa.
Friday, February 17, 2012 6:21 PM
La cosa triste è che molti del pubblico si esaltavano alle sue affermazioni.
Sarebbe stato sufficiente un suo cenno e quelli avrebbero stanato i "peccatori" dalle loro case e acceso pubblici roghi.
Comunque per la cronaca, anche cercare di migliorare la propria capacità di memoria o l'autostima sono arti demoniache. [SM=g8268]

Stefano Panizza
eone nero
Saturday, February 18, 2012 11:28 AM
Intanto Adnkronos dedica un altro articolo, ancora che tocca altri deliri degni di Jacob Sprenger e Heinrich Institor Kramer.


Sette, esorcisti e zolfo. Così il diavolo si impossessa del web


Roma, 17 feb. - (Ign) - Maghi e stregoni da una parte, esorcisti dall'altra. Una lotta all'odore di zolfo che si combatte anche sul web a colpi di rituali e invocazioni, libri maledetti e preghiere in latino. Candele accese al demonio con video di strani cerchi e 'angeli' che gridano 'Ecce Crux Domini, fugite partes adverse, vicit Leo de Tribù Juda'.

Internet ha spalancato le porte al mondo di Satana, e il demonio ci ha messo lo zoccolo: “Ormai -spiega a Ign don Aldo Buonaiuto, responsabile del servizio Anti-sette, della comunità Papa Giovanni XXIII- il demonio si serve benissimo di questa macchina che è importante e utile ma purtroppo spesso diventa una trappola per tanti giovanissimi che navigando nel mare del web si imbattono in siti dediti all'occultismo. Questa diventa la stanza che permette poi di arruolare 'truppe' al Maligno. In molti casi le chat sono un invito all'incontro reale con i guru delle sette. Secondo il nostro monitoraggio sono in forte aumento, oltre 300.000 ogni anno, le vittime di sette e mondo dell'occulto”.
Ma anche la lotta all'angelo ribelle corre on line. Si va dalle formule di liberazione, consigliate da gruppi di preghiera vicini ai più noti esorcisti come padre Cipriano De Meo, don Michele Bianco e padre Gabriele Amorth, al sito della Comunità della Milizia di San Michele Arcangelo (M.S.M.A.), l'angelo che schiaccia il demonio e lo tiene a bada con la sua spada. Tra le missioni della Militia Michaëlis c'è la lotta all'occultismo, alla superstizione, alla magia divinatoria ed esoterica: “Ci proponiamo ai fedeli con una illuminata catechesi a riguardo, con una serie di incontri spirituali e con l'esercizio del Ministero della Preghiera di Guarigione psico-fisica e di Liberazione".
Capitolo a parte merita Gabriele Amorth l'esorcista della Diocesi di Roma, con all’attivo circa 70mila riti antidemonio nell'ultimo quarto di secolo. Amorth, 85 anni, ora spopola (anche) in rete con interviste e video. Noto per aver puntato l'indice da ultimo contro la pratica dello Yoga, e prima per avere censurato Harry Potter ("con lui il demonio ha agito in maniera nascosta e furba, sotto forma di poteri straordinari, magie, maledizioni”), l'esorcista che è stato ospite di recente del Chiambretti Night, in rete è un cult. Da segnalare anche il video su YouTube dove spiega quali sono i sintomi delle persone indemoniate: "Se una persona è sensibile all'acqua benedetta, ma anche se qualcuno presenta una forza sovrumana, oppure conoscenze incredibili". Anche parlare lingue mai studiate può essere un segnale. "Una persona una volta ha parlato cinque lingue", aggiunge l'esorcista. Conclude Amorth: "E sia chiaro, i sintomi che interessano gli psichiatri non sono affatto gli stessi".
Dall'acqua santa al diavolo. Sul web la new entry nel mondo del satanismo e dintorni si trova sul canale YouTube dell’’Unione Satanisti Italiani’. Ad oggi, a pochi mesi dal debutto nella piattaforma di videosharing più famosa del web, sono circa 400 gli iscritti al canale. A dare loro il benvenuto è la giovanissima Jennifer Crepuscolo, nome d’arte chiaramente, che in un video di poco meno di dieci minuti, ci dice tutto sul satanismo ‘vero’, quello per intendersi che nulla ha a che fare con i bambini di Satana, già all’onore della cronaca (nera). “La mia è una fede –spiega Jennifer-. Il mio scopo è far capire che Satana non è il Male, ma un dio precristiano potente e giusto, poi demonizzato dalle religioni monoteiste. USI è aperta a chiunque cerchi la verità, da qualunque corrente provenga, satanismo acido a parte […] scartiamo a priori chi cerca proseliti, denaro, sesso. Il nostro è puro satanismo spirituale”.
Satanismo spirituale appunto. Che proprio dal sito di Marco Dimitri, viene additato come ‘eretico’, “Il vero satanismo –scrive il leader- non riconosce forme di spiritualità. Da sempre e per sempre il vero Satana è l'uomo che prende coscienza di se stesso, delle proprie potenzialità abbattendo barriere legate a superstizioni, fantasmi ed ombre”. “E quello di Crepuscolo non è altro che pastone per maiali”. Uguale per filo e per segno al culto cattolico, con la sola variante di sostituire la parola "Dio" con "Satana". Un modo differente (ma non tanto) per la cultura cattolica di fare proselitismo ed inquinare la dignità del pensiero”.
E siccome le nuove tecnologie sono diavolerie, pullulano sul web le risorse online di chi in Satana crede davvero. Solo su Facebook la pagina ‘Satana (Satan)’, dove il testo di wikipedia ci spiega in inglese chi è l’’oppositor’, conta 76.323 amici.


www.adnkronos.com/IGN/News/CyberNews/Sette-esorcisti-e-zolfo-Cosi-il-diavolo-si-impossessa-del-web_312987917...


Gabrjel
Saturday, February 18, 2012 12:11 PM
Forse ho compreso male questa parte:

"Da sempre e per sempre il vero Satana è l'uomo che prende coscienza di se stesso, delle proprie potenzialità abbattendo barriere legate a superstizioni, fantasmi ed ombre".

Cioè, quindi a chiunque piace imparare cose nuove e avere un minimo di conoscenza si avvicina al male?
Cioè, è meglio l'ignoranza al sapere?!
Ditemi che capito male, vi prego!
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:47 PM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com