Full Version: Diario di bordo 2
Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Pages: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, [9], 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25, 26, 27, 28, 29
Felix
Tuesday, January 04, 2005 8:08 AM
Staminali e Parkinson.
Bg a tutti.


Inversione di tendenza.

Testo e traduzione.


Parkinson's Reversed In Monkeys Using Stem Cells
January 03, 2005

Researchers have reversed some symptoms of Parkinson's disease in monkeys by transplanting monkey embryonic stem cells into the areas of the brain where their neurons had degenerated.

Yasushi Takagi and colleagues at Kyoto University generated neurons from monkey embryos and transplanted them into the brain of monkeys.


The study appears in the Journal of Clinical Investigation.

The researchers also noted that more research is needed to determine if the treatment is safe and effective.

"While the observations are encouraging, the reported number of surviving DA neurons was very low," said J. William Langston from the Parkinson's Institute, California, in an accompanying commentary.

Parkinson's disease is a disorder of the brain characterized by shaking (tremor) and difficulty with walking, movement, and coordination. The disease is associated with damage to a part of the brain that is involved with movement.

Parkinson's Invertito In Scimmie Usando Le Cellule formative 03 Gennaio 2005 I ricercatori hanno invertito alcuni sintomi della malattia di Parkinson's in scimmie trapiantando le cellule formative embrionali della scimmia nelle zone del cervello in cui i loro neuroni avevano degenerato. Yasushi Takagi e colleghe all'università de Kyoto ha generato i neuroni dagli embrioni della scimmia e trapiantato loro nel cervello dello studio compare nel giornale di ricerca clinica. I ricercatori inoltre hanno notato che più ricerca è necessaria determinare se il trattamento è sicuro ed efficace. "While le osservazioni stanno consigliando a, il numero segnalato di neuroni di sopravvivenza DA erano molto basse, " J. detto William Langston dall'istituto di Parkinson's, California, in un commento accompagnante. La malattia di Parkinson's è un disordine del cervello caratterizzato dall'agitazione (tremito) e dalla difficoltà con camminare, movimento e coordinazione. La malattia è associata con danneggiamento di una parte del cervello che è coinvolto con movimento.


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Tuesday, January 04, 2005 11:15 AM
Obiezione.
C' è ne saranno sempre.


Testo e traduzione.

Harvard biologists criticize compromise plan for stem cells use
By Gareth Cook, Globe Staff | January 4, 2005

Two prominent Harvard University biologists last week criticized a potential compromise for the use of human embryonic stem cells, saying the idea -- meant to overcome ethical objections -- is scientifically ''flawed."

ADVERTISEMENT

The proposal, called altered nuclear transfer, was presented last month to the President's Council on Bioethics by one of its members, Dr. William Hurlbut of Stanford University. The idea is to genetically engineer a human egg so that it can create embryonic stem cells without ever becoming an embryo -- potentially avoiding objections that have made the issue so politically volatile and limited federal funding of the research.

But writing in last week's edition of the New England Journal of Medicine, Harvard biologist Douglas Melton said that the proposal would be technically daunting, with no guarantee of success.

''This would not only waste valuable time, but also precious resources," said Melton, who is the codirector of the new Harvard Stem Cell Institute.

Embryonic stem cells are considered scientifically promising for their power to transform into any type of cell in the body, but their use has attracted opposition because obtaining them requires destroying a human embryo when it is a ball of about 200 cells. On Aug. 9, 2001, President Bush declared that the government would not fund research involving human embryonic stem cells created after that date.

This policy has been controversial among scientists, many of whom charge that it is holding back American research in an area that might someday yield cures for a wide variety of ailments. The new proposal, which last month earned the approval of the chairman of the bioethics council, Dr. Leon R. Kass, represents an attempt to broker a compromise.

Melton said yesterday that the proposal would require experiments that could take years and that he doubted that it would yield a technique that would prove acceptable to critics of the current work. Melton is part of a team of scientists that has applied to Harvard University for permission to create human embryonic stem cells using cloning, with the hope of gaining new insights into juvenile diabetes, Parkinson's and other diseases.

The critical journal article is the first scientific response to Hurlbut's December proposal. It was coauthored by Dr. George Q. Daley of Children's Hospital and Harvard Medical School, and Charles Jennings, executive director of the Harvard Stem Cell Institute.

Hurlbut said yesterday that the critical article focuses on one particular way of carrying out his idea -- the modification of a gene known as ''cdx2" -- but that there are probably many ways to carry out the proposal.

Hurlbut, who opposes abortion and teaches ethics at Stanford, said that a conference of scientists and scholars is being organized for April in Washington to discuss the idea. Hurlbut said that he hopes the proposal will lead to a way of opening up federal funding of embryonic stem cell research, and to a broader base of public support for the work.

© Copyright 2005 Globe Newspaper Company.


I biologhi de Harvard criticano il programma di compromesso per uso delle cellule formative
Da Gareth Cook, Personale Del Globo | 4 gennaio 2005

Due biologhi prominenti dell'università di Harvard ultima settimana hanno criticato un compromesso potenziale per l'uso delle cellule formative embrionali umane, ad esempio l'idea -- ha significato sormontare le obiezioni etiche -- è scientificamente ''difettosa."

PUBBLICITÀ

La proposta, denominata trasferimento nucleare alterato, è stata presentata l'ultimo mese al Council del presidente sopra Bioethics da uno dei relativi membri, Dott. William Hurlbut dell'università di Stanford. L'idea è geneticamente all'uovo umano dell'AT. "A" in moda da poterla generare esso le cellule formative embrionali senza mai transformarsi in un embrione -- potenzialmente evitando le obiezioni che hanno reso l'edizione così politicamente costituire un fondo per federale volatile e limitato della ricerca.

Ma la scrittura in edizione della settimana scorsa del giornale della Nuova Inghilterra della medicina, il biologo Douglas Melton de Harvard ha detto che la proposta sarebbe tecnicamente scoraggiante, senza la garanzia di successo.

''questo sprecherebbe non soltanto il tempo importante, ma anche risorse preziose, "ha detto Melton, che è il codirector di nuovo istituto della cellula formativa de Harvard.

Le cellule formative embrionali sono considerate scientificamente promettere affinchè la loro alimentazione trasformino in qualunque tipo di cellula nel corpo, ma il loro uso ha attratto l'opposizione perché ottenerle richiedono distruggere un embrione umano quando è una sfera di circa 200 cellule. Il 9 agosto 2001, il presidente Bush ha dichiarato che il governo non costituirebbe un fondo per la ricerca che coinvolge le cellule formative embrionali umane generate dopo quella data.

Questa politica è stata discutibile fra gli scienziati, molti di chi carica che è ricerca americana posteriore della tenuta in una zona che potrebbe qualche giorno rendere le cure per un'ampia varietà di ailments. La nuova proposta, che ultimo mese ha guadagnato l'approvazione del presidente del consiglio di bioethics, il Dott. Leon R. Kass, rappresenta un tentativo al mediatore un compromesso.

Melton ha detto ieri che la proposta richiederebbe gli esperimenti che potrebbero occorrere gli anni e che ha dubitato di che renderebbe una tecnica che dimostrerebbe accettabile ai critici dell'attività in corso. Melton fa parte di una squadra di scienziati che si è applicata all'università di Harvard affinchè il permesso generi le cellule formative embrionali umane usando la clonazione, con la speranza di guadagnare le nuove comprensioni nel diabete giovanile, in Parkinson ed in altre malattie.

L'articolo pubblicato critico è la prima risposta scientifica alla proposta di dicembre del Hurlbut. Era coauthored dal Dott. George Q. Daley dell'ospedale dei bambini e della scuola medica de Harvard e da Charles Jennings, direttore esecutivo dell'istituto della cellula formativa de Harvard.

Hurlbut ha detto ieri che l'articolo critico mette a fuoco su un senso particolare di avanzamento della sua idea -- la modifica di un gene conosciuto come ''cdx2 "-- ma che ci sono probabilmente molti sensi effettuare la proposta.

Hurlbut, che oppone l'aborto ed insegna l'etica a Stanford, ad esempio che un congresso degli scienziati e degli eruditi sta organizzando per aprile a Washington per discutere l'idea. Hurlbut ha detto che spera che la proposta conducesse ad un senso di apertura costituire un fondo per federale della ricerca embrionale della cellula formativa e ad una più vasta base di sostegno pubblico il lavoro.

© Copyright Globe 2005 Newspaper Company.


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Tuesday, January 04, 2005 3:12 PM
Fondi.
Bp a tutti.

Testo e traduzione.


Jan 4, 2005 7:05 am US/Eastern
(1010 WINS) TRENTON, N.J. Acting Governor Richard Codey plans to boost stem cell research in New Jersey by giving the effort 500 (m) million dollars.

Codey will make that plan public in his upcoming State of the State speech later this month, according to a report today in The Star-Ledger of Newark.

The proposal would use 200 (m) million dollars of money that the state's already borrowed, the newspaper reported citing administration sources. The rest would come by borrowing 30 (m) million a year for 10 years. That part of the plan would need voter approval.

The money would go to the Stem Cell Institute of New Jersey, a first-of-its-kind facility planned for New Brunswick.

Former Governor James McGreevey pushed the state to create a publicly funded center to study stem cells. Supporters say stem cells may be used to find cures for such diseases as diabetes and possibly repair spinal cord injuries.
(© MMV Infinity Broadcasting Corp. All Rights Reserved.

gennaio 2005 7:05 l'US/Eastern (1010 VITTORIE) regolatore sostituto Richard Codey de TRENTON, New Jersey progetta amplificare la ricerca della cellula formativa in Nuovo-Jersey dando allo sforzo 500 (m) milione dollari. Codey inciterà quel pubblico di programma nel suo imminente A dichiarare oggi del discorso di Dichiarare successivamente questo mese, secondo un rapporto nel Stella-Registro di Newark. La proposta userebbe 200 (m) milione dollari di soldi che il dichiarare già ha preso in prestito, il giornale segnalato citando le fonti della gestione. Il resto otterrebbe i prestiti dei 30 (m) milioni all'anno per 10 anni. Quella parte del programma avrebbe bisogno dell'approvazione dell'elettore. I soldi andrebbero all'istituto della Nuovo-Jersey, una funzione primo-de-relativo-gentile della cellula formativa progettata per il Nuovo Brunswick. Il regolatore precedente James McGreevey ha spinto il dichiarare per generare un centro pubblicamente costituito un fondo per per studiare le cellule formative. I sostenitori dicono che cellule formative può essere usato per trovare le cure per tali malattie come il diabete e possibilmente per riparare le lesioni del midollo spinale (© MMV Infinity Broadcasting Corp.Tutti i diritti riservati.

Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Wednesday, January 05, 2005 10:20 AM
Terza fonte ?
Bg a tutti.

Testo e traduzione.


Stem cells extracted from a placenta

BREAKTHROUGH?: NHRI researchers removed the cells from a human placenta in a procedure that avoids ethical issues posed by using human embryos

CNA , Taipei
Wednesday, Jan 05, 2005,Page 4

Advertising A group of researchers in Taiwan announced yesterday that they have successfully isolated a population of multipotent cells from a human placenta, which could be a new source of stem cells and could provide an alternative to embryonic stem cells or stem cells taken from adults.
Bone marrow and other cells were differentiated from the placenta-derived multipotent cells after culture, the researchers said.

The achievement was made by a team of researchers from the National Health Research Institute (NHRI), National Taiwan University Hospital and Cathay General Hospital.

A report on the achievement has been published in the latest issue of the journal Stem Cells and the team is applying for a patent for the technology.

According to Chen Yao-chang (³¯Ä£©÷) from the NHRI's Stem Cell Research Center, although the differentiation potential of placenta-derived multipotent cells is slightly lower than that of embryonic stem cells, it does not involve the ethical concerns surrounding embryonic stem cell research.

In addition, the placenta, which weighs 700 grams to 800 grams, is a high-yield source of stem cells compared with cord blood, which is only 80 grams to 90 grams in a newborn, Chen said. Compared to stem cells extracted from bone marrow, placenta-derived cells carry a higher differentiation potential, and it does not involve an invasive procedure such as extracting bone marrow, Chen said.

Theoretically, the placenta-derived cells could be applied in the treatment of patients with brain damage or bone fractures, he said.

However, the research is still premature and it is estimated that it will take 10 years before the technology can be used commercially.



Cellule formative estratte da una placenta

INNOVAZIONE?: I ricercatori di NHRI hanno rimosso le cellule da una placenta umana in una procedura che evita i problemi etici posti usando gli embrioni umani

CNA, Taipeh
Mercoledì, 05 Gennaio 2005, Pagina 4

Pubblicità Un gruppo dei ricercatori in Taiwan ha annunciato ieri che hanno isolato con successo una popolazione delle cellule multipotent da una placenta umana, in grado di essere una nuova fonte delle cellule formative e potrebbe fornire un'alternativa alle cellule formative embrionali o alle cellule formative prese dagli adulti.
Il midollo osseo ed altre cellule sono stati differenziati dalle cellule multipotent placenta-derivate dopo coltura, i ricercatori detti.

Il successo è stato fatto da una squadra di ricercatori dall'istituto di ricerca nazionale di salute (NHRI), dall'ospedale nazionale dell'università della Taiwan e dall'ospedale generale di cathay.

Un rapporto sul successo è stato pubblicato nell'ultima emissione delle cellule formative del giornale e la squadra sta facendo domanda per un brevetto per la tecnologia.

Secondo il (???) di Chen Yao-chang dal centro di ricerca della cellula formativa del NHRI, anche se il potenziale di differenziazione delle cellule multipotent placenta-derivate è un po'più basso di quello delle cellule formative embrionali, non coinvolge la ricerca embrionale circostante della cellula formativa di preoccupazioni etiche.

In più, la placenta, che pesa 700 grammi - 800 grammi, è un'alta fonte del rendimento delle cellule formative rispetto ad anima del cavo, che è di soltanto 80 grammi - 90 grammi in un neonato, Chen detto. Confrontato alle cellule formative estratte dal midollo osseo, le cellule placenta-derivate trasportano un più alto potenziale di differenziazione e non coinvolge una procedura invasive come estrazione del midollo osseo, Chen detto.

Teoricamente, le cellule placenta-derivate potrebbero essere applicate nel trattamento dei pazienti con danni di cervello o fratture dell'osso, ha detto.

Tuttavia, la ricerca è ancora prematura ed è valutato che prenderà 10 anni prima che la tecnologia possa essere usata commercialmente.



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Wednesday, January 05, 2005 12:37 PM
Staminale e sangue.
STAMINALI, POSSIBILE ALTERNATIVA ALLE DONAZIONI DEL SANGUE

ROMA - Grazie alle cellule staminali potrebbe essere piu' vicina la possibilita' di produrre riserve di sangue per chiunque abbia bisogno di trasfusioni, azzerando la necessita' di donatori, mai abbastanza per soddisfare le richieste.
Infatti per la prima volta, grazie ai lavori svolti presso la Assistance Publique, Hopitaux de Paris, all'Universita' di Parigi, partendo da cellule staminali umane sono stati prodotti globuli rossi del sangue in tutto simili a quelli naturali. La notizia e' apparsa sulla rivista Nature Biotechnology. Il 'segreto' di questo successo, ha riferito il coordinatore dei lavori Luc Douay in un intervento, sta nel terreno di crescita messo a punto nei suoi laboratori, rivelatosi ideale per indurre le staminali umane a produrre i globuli rossi piu' somiglianti a quelli naturali.

Le cellule ottenute, in copiosa quantita', rispecchiano in tutto le qualita' dei globuli naturali anche quando sono iniettate nel sangue dei topolini. I globuli rossi sono cellule circolanti nel sangue attraverso cui tutti gli organi ricevono l'ossigeno. Sono cellul particolari perche' sono prive di nucleo, quindi di Dna, ovvero del codice genetico che in tutte le altre cellule serve a regolare ogni momento della loro vita. I globuli rossi, invece, che rimangono in vita alcuni mesi dal loro ingresso in scena, non ne hanno bisogno e al loro interno contengono solo riserve di emoglobina, la molecola che permette loro di trasportare ossigeno.

''Finora era stato solo possibile produrre grosse quantita' di cellule eritroidi - ha ricordato Douay - senza la capacita' di privarle del nucleo'', ovvero di compiere il passo finale verso la nascita dei globuli.
I ricercatori francesi ci sono riusciti usando le riserve di staminali umane dal midollo osseo, dal cordone ombelicale, dal sangue periferico.
''Il segreto del nostro passo avanti - ha proseguito l'esperto - e' stato il modo di coltivare queste staminali'', ricostruendo in vitro l'ambiente che esse 'respirano' in vivo nel midollo osseo.
''La ricostruzione del microambiente 'midollo osseo' in vitro - ha sottolineato Douay - e' stato il punto critico rispetto ai precedenti studi sia nostri che di altri laboratori del mondo''. Per ricostruire questo microambiente, ha spiegato lo studioso, il team ha aggiunto al terreno di crescita per le staminali le 'cellule stromali', che si trovano appunto nel midollo e un fattore di crescita, l'eritropoietina, che da' alle staminali l'ultimo comando per diventare globuli rossi a tutti gli effetti.

Oltre alla possibilita', offerta da questo metodo, di ottenere copiose quantita' di globuli, ha spiegato Douay, il grande passo avanti sarebbe anche il fatto che, prendendo le staminali dallo stesso individuo che deve essere trasfuso, non ci sarebbero problemi immunologici quali possono incorrere con le donazioni.
''Noi pensiamo di iniziare sperimentazioni cliniche con queste cellule entro tre anni'', ha concluso Douay.



© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati 05/01/2005 10:24


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Wednesday, January 05, 2005 5:03 PM
ammonimento.
Bp a tutti.

Testo e traduzione.

2005/01/05 21:54 KST


Gov't Issues Warning against Commercial Use of Stem Cell Treatment
SEOUL, Jan. 5 (Yonhap) -- The government reiterated Wednesday it will not allow hospitals to make commercial use of the stem cell technology which is employed to treat incurable diseases.

The Korea Food and Drug Administration (KFDA) said it will soon send official documents to hospitals and medical research centers, warning they will be punished if they charge patients more than the cost for production of the stem cells.



2005/01/05 di 21:54 KST


Edizioni di governo che mettono in guardia contro l'uso commerciale del trattamento della cellula formativa
SEOUL, il 5 gennaio (Yonhap) -- il governo ha ripetuto mercoledì non permetterà che gli ospedali facciano l'uso commerciale della tecnologia della cellula formativa che è impiegata per trattare le malattie incurable.

La gestione dell'alimento e della droga della Corea (KFDA) ha detto che presto inoltrerà i documenti ufficiali agli ospedali ed ai centri di ricerca medica, avvertenti sarà punita se caricano i pazienti più del costo per produzione delle cellule formative.



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Wednesday, January 05, 2005 5:09 PM
Finanza e staminali.
Si sentirà sempre più spesso.

Testo e traduzione.

Success in Converting Adult Stem Cells into Insulin-Producing Cells Triggers Agreement Expansion
05 Jan 2005





Cell therapy developer PharmaFrontiers Corp. (OTCBB:PFTR) has expanded its intellectual property position underlying its stem cell technology by entering into an Amended and Restated License Agreement with the University of Chicago. This license relates to stem cell technology discovered at The Department of Energy's Office of Science Laboratory, Argonne National Lab. The initial Argonne research was funded by the National Institutes of Health (NIH).

"This revised license reflects new knowledge gained by the inventors in the ten months since our initial agreement was signed, and establishes the framework for our ongoing efforts to commercialize the technology," said PharmaFrontiers' CEO David McWilliams.

The February, 2004 license agreement between PharmaFrontiers and the University of Chicago called for PharmaFrontiers to transfer additional shares of stock to the University upon achievement of certain lab testing results at Argonne National Laboratory regarding stem cells.

The license amendment and recent success in demonstrating differentiation of human peripheral monocyte-derived stem cells (MDSCs) into insulin-producing cells triggered the transfer of a total of 242,688 PharmaFrontiers common shares to the University of Chicago.

"The ability to replace failed pancreatic beta cells with adult stem cell-derived substitutes, if ultimately shown to be effective in humans, could lead to a new approach to the prevention and treatment of diabetes, a major public health problem that afflicts more than 18 million Americans," McWilliams said.

The Amended and Restated License Agreement, as well as the original agreement, grants PharmaFrontiers an exclusive right to technology relating to isolating adult pluripotent stem cells from human peripheral blood, using the stem cells to treat a wide variety of diseases as well as in diagnostic tests, therapeutics, and storing stem cells.

The revised agreement provides for PharmaFrontiers to pay the University of Chicago an execution fee, milestone payments, minimum royalties, a running royalty on sales and a share of sublicensing fees.

PharmaFrontiers will be obligated to issue additional shares of its common stock to the University of Chicago upon the later of November 30, 2005 or completion of an anticipated financing of $10 million or more, so that upon issuance the University of Chicago will hold 2.6% of PharmaFrontiers' shares.

In addition, under the revised license agreement, PharmaFrontiers must spend a minimum of $2 million on related research and development by February 2006, and an additional $4 million on related research and development by February 2008.

About PharmaFrontiers

PharmaFrontiers' strategy is to develop and commercialize cell therapies to treat several major disease areas such as cardiac and pancreatic conditions and Multiple Sclerosis. The company holds the exclusive worldwide license from the University of Chicago through its prime contractor relationship with Argonne National Laboratory for patents relating to the use of adult pluripotent stem cells derived from patients' own circulating blood. PharmaFrontiers also owns patented and proprietary individualized cell therapies that are in FDA Phase I/II human dose ranging clinical trials to evaluate their safety and effectiveness in treating MS.

Safe Harbor Statement

This press release contains "forward-looking statements," including statements about PharmaFrontiers' growth and future operating results, discovery and development of products, strategic alliances and intellectual property, as well as other matters that are not historical facts or information. These forward-looking statements are based on management's current assumptions and expectations and involve risks, uncertainties and other important factors, specifically including those relating to PharmaFrontiers' ability to obtain additional funding, develop its stem cell technologies, achieve its operational objectives, and obtain patent protection for its discoveries, that may cause PharmaFrontiers' actual results to be materially different from any future results expressed or implied by such forward-looking statements.

PharmaFrontiers undertakes no obligation to update or revise any such forward-looking statements, whether as a result of new information, future events or otherwise.

KEYWORDS: Health & Medical, Finance, Stem Cells, NIH, Houston, Texas
COMPANIES: PharmaFrontiers Corp. (OTCBB:PFTR)


Successo in cellule formative convertentesi dell'adulto in espansione Insulina-Producente di accordo di inneschi delle cellule
il 05 gennaio 2005
Lo sviluppatore PharmaFrontiers Corp. (OTCBB:PFTR) di terapia delle cellule ha espanso la relativa posizione della proprietà intellettuale di fondo la relativa tecnologia della cellula formativa prendparteendo ad un accordo di autorizzazione emendato e riesposto con l'università di Chicago. Questa autorizzazione si riferisce a tecnologia della cellula formativa scoperta al Dipartimento per l'energia l'ufficio del laboratorio di scienza, laboratorio del cittadino di Argonne. La ricerca di Argonne di iniziale è stata costituita un fondo per dagli istituti nazionali di salute (NIH).

"questa autorizzazione modificata riflette la conoscenza nuova guadagnata dagli inventori nei dieci mesi poiché il nostro accordo iniziale è stato firmato e stabilisce la struttura affinchè i nostri sforzi continui commercializzi la tecnologia," ha detto il CEO David McWilliams del PharmaFrontiers.

Febbraio, l'accordo di autorizzazione 2004 fra PharmaFrontiers e l'università di Chicago hanno richiesto PharmaFrontiers per trasferire le parti delle azione supplementari all'università sul successo di determinati risultati di prova di laboratorio al laboratorio nazionale di Argonne per quanto riguarda le cellule formative.

La correzione dell'autorizzazione ed il successo recente nella dimostrazione della differenziazione delle cellule formative monocyte-derivate periferiche umane (MDSCs) nelle cellule insulina-producenti hanno innescato il trasferimento di un totale di 242.688 parti comuni di PharmaFrontiers nell'università di Chicago.

"la capacità di sostituire ha venuto a mancare le beta cellule pancreatiche con i sostituti cellula-derivati gambo dell'adulto, se infine indicato per essere efficace in esseri umani, potrebbe condurre ad un nuovo metodo alla prevenzione ed il trattamento del diabete, un problema importante di sanità pubblica che affligge più di 18 milione Americani," McWilliams ha detto.

L'accordo di autorizzazione emendato e riesposto, così come l'accordo originale, assegna a PharmaFrontiers una destra esclusiva a tecnologia concernente l'isolamento delle cellule formative pluripotent dell'adulto da anima periferica umana, usando le cellule formative per trattare un'ampia varietà di malattie così come nelle prove diagnostiche, la terapeutica ed immagazzinare le cellule formative.

L'accordo modificato prevede PharmaFrontiers per pagare all'università di Chicago una tassa di esecuzione, i pagamenti della pietra, i diritti d'autore minimi, una sovranità corrente sulle vendite e una parte delle tasse sublicensing.

PharmaFrontiers sarà costretto per pubblicare le parti supplementari dei relativi titoli ordinari all'università di Chicago sul successivamente de 30 novembre 2005 o il completamento di un finanziamento previsto di $10 milioni o più, di modo che sull'emissione l'università di Chicago terrà 2.6% delle parti del PharmaFrontiers.

In più, sotto l'accordo di autorizzazione modificato, PharmaFrontiers deve spendere un minimo di $2 milioni su ricerca e su sviluppo relativi entro febbraio del 2006 ed i $4 milioni supplementare su ricerca e su sviluppo relativi entro febbraio del 2008.

Circa PharmaFrontiers

La strategia del PharmaFrontiers è di sviluppare e commercializzare le terapie delle cellule per trattare parecchie zone importanti di malattia quali le circostanze cardiache e pancreatiche e la sclerosi a placche. L'azienda tiene l'autorizzazione in tutto il mondo esclusiva dall'università di Chicago con il relativo rapporto dell'appaltatore principale con il laboratorio nazionale di Argonne per i brevetti concernente l'uso delle cellule formative pluripotent dell'adulto derivate dalla propria anima circolante dei pazienti. PharmaFrontiers inoltre possiede le terapie individualizzate brevettate e riservate delle cellule che sono nelle prove cliniche di gamma della dose umana di fase I/II della FDA per valutare la loro sicurezza ed efficacia nella cura della MS.

Dichiarazione Sicuro Del Porto

Questo comunicato stampa contiene "di andata-osservare le dichiarazione," compreso le dichiarazione circa sviluppo del PharmaFrontiers e risultati di funzionamento, scoperta e sviluppo futuri dei prodotti, alleanze strategiche e proprietà intellettuale, così come altri argomenti che non sono fatti o le informazioni storici. Queste dichiarazione di andata-osservanti sono basate sui presupposti correnti e sulle aspettative dell'amministrazione e coinvolgono i rischi, incertezze ed altri fattori importanti, specificamente compreso quelli concernenti capacità del PharmaFrontiers di ottenere costituire un fondo per supplementare, sviluppano le relative tecnologie della cellula formativa, realizzano i relativi obiettivi operativi ed ottengono la protezione di brevetto per le relative scoperte, che possono indurre i risultati reali del PharmaFrontiers ad essere materialmente differenti da tutti i risultati futuri espressi o impliciti da tali dichiarazione di andata-osservanti.

PharmaFrontiers non intraprende obbligo di aggiornare o modificare qualsiasi dichiarazione di andata-osservanti, se come conseguenza di nuove informazioni, eventi futuri o al contrario.

PAROLE CHIAVI: Salute & Medico, Finanza, Cellule formative, NIH, Houston, Il Texas
AZIENDE: PharmaFrontiers Corp. (OTCBB:PFTR)


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Thursday, January 06, 2005 8:28 AM
Ci provano.
Bg a tutti.

Tentano una via alternativa alla distruzione dell' embrione.


Testo e traduzione.


Harvard Scientists: Embryonic Stem Cell Research Alternatives Flawed Email this article
Printer friendly page
by Steven Ertelt
LifeNews.com Editor


Boston, MA (LifeNews.com) -- Three Harvard University scientists say that proposed alternatives to obtain embryonic stem cells from without sacrificing human life are impractical. Members of the President's Council on Bioethics head the ideas last month on a possible compromise on the controversial issue.

Stanford University biochemist Dr. William Hurlbut, a member of the bioethics panel who opposes the destruction of human life through cloning, presented one proposal.

His technique, called alternate nuclear transfer, involves turning off certain developmental genes and causing a nonfertilized egg to divide and multiply as it would if fertilized by human sperm.

What would be created wouldn't be a unique human being, but a nonhuman embryo from which stem cells could be extracted.

However, two leading Harvard University researchers who favor embryonic stem cell research call the proposal "scientifically flawed."

Writing in last week's edition of the New England Journal of Medicine, Harvard biologist Douglas Melton said the Hurlbut's process would be virtually impossible to recreate.

''This would not only waste valuable time, but also precious resources," Melton wrote.

Melton, who heads up the Harvard Stem Cell Institute, told the Boston Globe that the Hurlbut proposal would require experiments that could take years to determine whether the idea is plausible. In the meantime, Melton said, lawmakers and scientists must make decisions about how to proceed with stem cell research and whether to use human embryos.

Hurlbut told the Globe that Melton's article discussed only one method of putting his idea into practice. He said there were other ways to create the nonhuman embryos he suggested to the Bioethics Council.

Hurlbut indicated that a conference of scientists and researchers was gathering in April in Washington to discuss his idea further.

Columbia University researchers Donald Landry and Howard Zucker presented another idea to the President's bioethics advisory group. They argue that scientists could extract embryonic stem cells from human embryos originally created through in vitro fertilization that are thought to be no longer capable of being born.

They liken the process of taking stem cells from such "deceased" frozen embryos to organ donation.

Pro-life advocates have reacted cautiously and with guarded optimism that the two alternatives could provide stem cells without destroying human life.

Dr. George Q. Daley of Children's Hospital and Harvard Medical School, and Charles Jennings, executive director of the Harvard Stem Cell Institute, co-authored the article with Melton.


Scienziati De Harvard: Le Alternative Embrionali Di Ricerca Della Cellula formativa Si sono incrinate Email questo articolo
Pagina amichevole dello stampatore
da Steven Ertelt
Redattore Di LifeNews.com


Boston, mA (LifeNews.com) -- tre scienziati dell'università di Harvard dice che le alternative proposte per ottenere le cellule formative embrionali senza dal sacrificare la vita umana sono poco pratiche. I membri del Council del presidente su bioethics dirigono le idee ultimo mese su un compromesso possibile sull'edizione discutibile.

Dott. William Hurlbut, un membro del biochimico dell'università di Stanford del pannello di bioethics che oppone la distruzione di vita umana attraverso clonazione, presentato una proposta.

La sua tecnica, denominata trasferimento nucleare alternato, coinvolge girare fuori di determinati geni inerenti allo sviluppo e causare la a nonfertilized l'uovo per dividersi e moltiplicarsi mentre se fertilizzato da sperma umano.

Che cosa sarebbe generato non sia un umano unico, ma un embrione nonhuman da cui le cellule formative potrebbero essere estratte.

Tuttavia, due ricercatori conducenti dell'università di Harvard che favoriscono a chiamata embrionale di ricerca della cellula formativa la proposta "scientificamente si sono incrinati."

Scrivendo in edizione della settimana scorsa del giornale della Nuova Inghilterra della medicina, il biologo Douglas Melton de Harvard ha detto che il processo del Hurlbut sarebbe virtualmente impossible ricreare.

''questo sprecherebbe non soltanto il tempo importante, ma anche le risorse preziose, "Melton hanno scritto.

Melton, che dirige sull'istituto della cellula formativa de Harvard, ha detto al globo de Boston a che la proposta di Hurlbut richiedesse gli esperimenti che potrebbero occorrere gli anni per determinare se l'idea fosse plausibile. Nel frattempo, Melton ha detto, i legislatori e gli scienziati devono prendere le decisioni circa come procedere a ricerca della cellula formativa e se usare gli embrioni umani.

Hurlbut ha detto al globo a che l'articolo del Melton discutesse soltanto un metodo di mettere la sua idea in pratica. Ha detto che ci erano altri sensi generare gli embrioni nonhuman ha suggerito al Consiglio di bioethics.

Hurlbut ha indicato che un congresso degli scienziati e dei ricercatori stava riuniscendo in aprile a Washington per discutere la sua idea più ulteriormente.

I ricercatori Donald Landry e Howard Zucker dell'università della Colombia hanno presentato un'altra idea al gruppo consultivo di bioethics del presidente. Sostengono che gli scienziati potrebbero estrarre le cellule formative embrionali dagli embrioni umani originalmente generati con fertilizzazione in vitro che si pensano per essere più capaci di essere sopportato.

Paragonano il processo di presa delle cellule formative da tali embrioni congelati "defunti" alla donazione dell'organo.

i fautori di Pro-vita hanno reagito prudentemente e con ottimismo custodito che le due alternative potrebbero fornire le cellule formative senza distruggere la vita umana.

Il Dott. George Q. Daley dell'ospedale dei bambini e della scuola medica de Harvard e Charles Jennings, direttore esecutivo dell'istituto della cellula formativa de Harvard, co-hanno creato l'articolo con Melton.




Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Thursday, January 06, 2005 9:41 AM
E promuoviamola sta ricerca.
Testo e traduzione.


Stem cell bill tops agenda as Legislature convenes
Travaglini vows push on research
By Scott S. Greenberger and Frank Phillips, Globe Staff | January 6, 2005

Democratic leaders on Beacon Hill vowed yesterday to immediately push legislation to promote stem cell research in the Bay State, hoping to blunt the appeal of California's $3 billion investment in stem cell research.

ADVERTISEMENT

Opening a new legislative session, Senate President Robert E. Travaglini used his inaugural speech to call for "immediate passage of a comprehensive stem cell research bill."

Aides to Travaglini said that the details have not been worked out, but that he will probably propose a bill that goes beyond the general statements of support in legislation that foundered over the past two years and instead may provide tax incentives for companies that do the research.

"This issue has languished for too long," Travaglini said. "In the eyes of many, we have lost ground in our competition with states such as California, New Jersey, and North Carolina. With swift action during this legislative session, we can regain a competitive edge in this area."

In remarks to reporters shortly after Travaglini's speech, House Speaker Salvatore F. DiMasi said, "I agree with him 100 percent."

"I think stem-cell research is one of the most important things that we can do to generate the biotech industry, to generate an atmosphere where businesses and people can invest their money here in Massachusetts and create jobs," DiMasi said.

A spokeswoman for Governor Mitt Romney said that he also supports stem cell research, but that he would have to look at a specific proposal before endorsing state spending on it.

In November, California voters approved a $3 billion bond issue to provide up to $300 million a year in grant money for the next decade for stem cell research. In New Jersey, a public-private partnership is expected to produce $50 million in research funding over the next five years. Michigan and Wisconsin are also considering spending state money on stem cell research.

Most state legislatures are convening this month for the first time since last fall's elections, so the fallout from the California vote is not yet apparent. But Jody Ruskamp, a policy analyst at the National Conference of State Legislatures, predicted yesterday that California's action will add a sense of urgency to stem cell debates around the country.

President Bush has blocked federal money to any scientists using human embryonic cell lines produced after August 2001. Many research centers are circumventing the restriction by tapping private money, but in the absence of federal support biotechnology companies are more likely to locate or expand in states that explicitly support or help pay for the research.

DiMasi's predecessor as House speaker, Thomas M. Finneran, was widely credited with quashing the stem cell measures the Massachusetts Senate approved over the past two years. The Catholic Church and antiabortion groups lobbied heavily against the stem cell bills, which endorsed the use of embryonic stem cells in research, but didn't provide state funding. Now Finneran, a social conservative who opposes embryonic stem-cell research on moral grounds, heads the Massachusetts Biotechnology Council, which is strongly in favor of the research.
Stem cell bill tops agenda as Legislature convenes
January 6, 2005

Page 2 of 2 -- Finneran, who resigned as speaker last September, is barred by state ethics rules from lobbying for a year. But he said yesterday that his group is likely to be involved in the debate again this year.

ADVERTISEMENT

"I haven't changed my position, but it's obviously been an issue that the Biotechnology Council is concerned with and is supportive of," he said. "They were thrilled when the Senate took it up last year. They were a little disappointed that the House did not embrace it in the same way."

Stem cells -- which are found in embryos, umbilical cords, and some adult tissues -- have the potential to develop into a range of muscles, organs, nerves, and other types of tissue in the body. But researchers are most interested in stem cells from human embryos, because they are the most versatile. Among other things, those cells may be able to repair and regenerate damaged tissue and organs, such as spinal cords severed in accidents.

Scientists can get embryonic stem cells from embryos produced by human cloning, germ cells from aborted or miscarried fetuses or embryos, unused in vitro fertilized embryos, and existing stem-cell lines already developed for use by researchers.

The stem cell proposals the Senate has approved explicitly permitted the use of embryos in research, but banned the use of cloning to produce human beings. Nevertheless, opponents believe the use of embryonic stem cells is wrong, because those embryos could develop into fetuses.

"You don't take a human life in order to cure someone else," said Marie Sturgis, legislative director of Massachusetts Citizens for Life.

Daniel Avila of the Massachusetts Catholic Conference, the public policy arm of the Catholic Church, said the Legislature shouldn't be in a rush to deal with such a complex issue.

"To put this through on such a fast track to keep up with the Joneses in California and Wisconsin is problematic in itself," Avila said. "We look forward to presenting our message and encouraging people to look long and hard, certainly at the moral issues, but also at the process itself."

In his remarks yesterday, Travaglini framed his call for a stem cell initiative as a means to encourage jobs in Massachusetts, which has seen a slight drop in population in a recent census report. However, the biotechnology industry has a wide range of interests. Large biotech companies such as Genzyme Corp. and Biogen Idec Inc., both in Cambridge, aren't directly involved in stem cell research.

If Travaglini chooses to add state spending to the stem cell initiative, the request would compete with other demands on the state budget. Lawmakers and some budget specialists are forecasting a shortfall of up to $900 million in next year's budget.

Aside from the stem cell issue, lawmakers are preparing for a busy, two-year session that is expected to include proposals to expand healthcare coverage, to ban same-sex marriage, and to increase the minimum wage. DiMasi reiterated his support of same-sex marriage, but he said he hasn't taken the pulse of the House on the issue.

The beginning of the legislative session was dominated by ceremony, not policy. Romney, who strained his relationship with the Democratic majority by raising $3 million to increase Republican ranks, moved between the House and Senate to give lawmakers of both parties the oath of office.

If hostility to the governor lingers, it was not evident yesterday: Romney received polite applause in both chambers.

The last time Romney visited the House chamber, in September, he was caught off guard when DiMasi gave him a huge bear hug. Yesterday, spotting DiMasi as he approached the rostrum, Romney threw up his arms and told the speaker, "I need my hug." DiMasi gave him a warm embrace.

The speaker has told his colleagues privately that the only thing he got from his previous hug with Romney was frostbite. Yesterday he was feeling a lot warmer. "You're getting to be a huggable guy," he told Romney.

Scott Greenberger can be reached at greenberger@globe.com.

© Copyright 2005 Globe Newspaper Company.


La fattura della cellula formativa supera l'ordine del giorno mentre la legislatura si riunisce
I voti di Travaglini spingono su ricerca
Da Scott S. Greenberger e "phillips" franco, personale del globo | 6 gennaio 2005

I capi democratici sulla collina di falò hanno fatto voto in ieri immediatamente spingere la legislazione per promuovere la ricerca della cellula formativa nella baia Dichiarano, sperando di blunt l'appello dell'investimento $3 miliardo della California nella ricerca della cellula formativa.

PUBBLICITÀ

Aprendo una nuova sessione legislativa, il presidente Robert E. Travaglini del senato ha usato il suo discorso inaugurale per richiedere "il passaggio immediato di una fattura completa di ricerca della cellula formativa."

Gli aiutanti a Travaglini hanno detto che i particolari non sono stati risolti, ma che probabilmente proporrà una fattura che va oltre le dichiarazione generali di supporto nella legislazione che foundered in questi ultimi due anni e preferibilmente potuto fornire gli incentivi fiscali per le aziende che fanno la ricerca.

"questa edizione languished per troppo lungo," Travaglini detto. "secondo molti, abbiamo perso la terra nella nostra concorrenza con dichiariamo quali la California, la Nuovo-Jersey e North.carolina. Con azione rapida durante questa sessione legislativa, possiamo riguadagnare un bordo competitivo in questa zona."

Nelle osservazioni ai reporter subito dopo discorso del Travaglini, altoparlante Salvatore F. DiMasi della Camera detto, "accosento con lui 100 per cento."

"penso che ricerca della gambo-cellula sia una delle cose più importanti che possiamo fare per generare l'industria del biotech, per generare un atmosfera in cui i commerci e la gente possono investire i loro soldi qui in Massachusetts e generare gli impieghi," DiMasi detto.

Uno spokeswoman per il mitt Romney del regolatore ha detto che inoltre sostiene la ricerca della cellula formativa, ma che avrebbe guardare una proposta specifica prima della girata dichiarile la spesa.

In novembre, gli elettori della California hanno approvato un'emissione obbligaziona $3 miliardo per fornire fino a $300 milioni all'anno in soldi di concessione per la decade prossima per ricerca della cellula formativa. In Nuovo-Jersey, un'associazione pubblico-riservata si pensa che produca $50 milioni nella ricerca costituente un fondo per nel corso dei cinque anni futuri. Il Michigan e Wisconsin inoltre stanno studiando la possibilità di spendere dichiarano i soldi su ricerca della cellula formativa.

La maggior parte dichiarano le legislature stanno riunendo questo mese per la prima volta dalle elezioni dell'autunno scorso, in modo da la precipitazione radioattiva dal voto della California non è ancora apparente. Ma Jody Ruskamp, un analista di politica al congresso nazionale di Dichiara le legislature, previste ieri che l'azione della California aggiungerà un senso di urgenza ai dibattiti della cellula formativa intorno al paese.

Il presidente Bush ha ostruito i soldi federali a tutti gli scienziati usando le linee umane delle cellule embrionali prodotte dopo agosto del 2001. Molti centri di ricerca stanno aggirando la limitazione utilizzando i soldi riservati, ma in assenza della biotecnologia federale di sostegno le aziende sono più probabili individuare o espandersi dentro dichiara il quel esplicitamente sostengono o contribuiscono a pagare la ricerca.

Il predecessore come altoparlante della Camera, Thomas M. Finneran del DiMasi, ampiamente è stato accreditato quashing le misure della cellula formativa il senato del Massachusetts approvato in questi ultimi due anni. I gruppi di antiabortion e della chiesa cattolica hanno incitato pesante contro le fatture della cellula formativa, che hanno firmato l'uso delle cellule formative embrionali nella ricerca, ma non hanno fornito dichiarano costituire un fondo per. Ora Finneran, un conservatore sociale che oppone la ricerca embrionale della gambo-cellula per i motivi morali, dirige il Consiglio di biotecnologia del Massachusetts, che è fortemente per la ricerca.
La fattura della cellula formativa supera l'ordine del giorno mentre la legislatura si riunisce
6 gennaio 2005

Pagina 2 di 2 -- Finneran, che si è dimesso come altoparlante settembre scorso, è escluso vicino dichiara le regole di etica dall'incitamento per un anno. Ma ha detto ieri che il suo gruppo è probabile partecipare ancora al dibattito questo anno.

PUBBLICITÀ

"non ho cambiato la mia posizione, ma è stato ovviamente un'edizione che il Consiglio di biotecnologia è interessato di ed è di appoggio di," lui ha detto. "sono stati eccitati quando il senato lo ha preso su l'anno scorso. Erano poco deludente che la Camera non lo ha abbracciato nello stesso senso."

Cellule formative -- che sono trovate in embrioni, cavi ombelicali ed alcuni tessuti dell'adulto -- abbia il potenziale svilupparsi in una gamma di muscoli, di organi, di nervi e di altri tipi di tessuti nel corpo. Ma i ricercatori sono più interessati in cellule formative dagli embrioni umani, perché sono il più versatile. Tra l'altro, quelle cellule possono potere riparare e rigenerare il tessuto e gli organi danneggiati, quali i midolli spinali divisi negli incidenti.

Gli scienziati possono ottenere le cellule formative embrionali dagli embrioni prodotti da clonazione umana, cellule di germe dai feti o dagli embrioni abbandonati o falliti, embrioni fertilizzati in vitro inutilizzati e linee attuali della gambo-cellula già sviluppate ad uso dei ricercatori.

Le proposte che della cellula formativa il senato ha approvato esplicitamente consentito l'uso degli embrioni nella ricerca, ma vietato l'uso di clonazione per produrre gli esseri umani. Tuttavia, gli avversari credono che l'uso delle cellule formative embrionali sia errato, perché quegli embrioni potrebbero svilupparsi nei feti.

"non occorrete una vita umana per curare qualcun'altro," ha detto Marie Sturgis, direttore legislativo dei cittadini del Massachusetts per vita.

Daniel Avila del congresso cattolico del Massachusetts, il braccio di politica pubblica della chiesa cattolica, ad esempio che la legislatura non dovrebbe essere in sbalzi da occuparsi di così edizione complessa.

"mettere questo attraverso su così pista veloce per continuare con il Joneses nella California ed in Wisconsin è problematico in sè," Avila detto. "aspettiamo con impazienza di presentare il nostro messaggio e consigliare alla gente per osservare lunghi e duro, certamente le edizioni morali, ma anche il processo in se."

Nelle sue osservazioni ieri, Travaglini ha incorniciato la sua richiesta per un'iniziativa della cellula formativa come mezzi per consigliare ai lavori in Massachusetts, che ha visto un calo leggero in popolazione in un rapporto recente di censimento. Tuttavia, l'industria di biotecnologia ha una vasta gamma degli interessi. Grandi aziende del biotech come Genzyme Corp. e Biogen Idec Inc., entrambe a Cambridge, direttamente non è coinvolto nella ricerca della cellula formativa.

Se Travaglini sceglie aggiungere dichiari la spesa all'iniziativa della cellula formativa, la richiesta competerebbe ad altre esigenze nei confronti del preventivo di dichiarare. I legislatori ed alcuni esperti del preventivo stanno prevedendo un deficit di fino a $900 milioni nel preventivo dell'anno prossimo.

Oltre all'edizione della cellula formativa, i legislatori stanno preparandosi per una sessione occupata e biennale che si pensa che includa le proposte per espandere il riempimento del healthcare, per vietare l'unione del stesso-sesso e per aumentare lo stipendio minimo. DiMasi ha ripetuto il suo supporto dell'unione del stesso-sesso, ma ha detto che non ha preso l'impulso della Camera sull'edizione.

L'inizio della sessione legislativa è stato dominato da cerimonia, non la politica. Romney, che ha sforzato il suo rapporto con la maggioranza democratica alzando $3 milioni per aumentare la truppa Repubblicana, si è mosso fra la Camera ed il senato verso i legislatori di give di entrambi partiti il giuramento dell'ufficio.

Se l'ostilità al regolatore lingers, non era ieri evidente: Romney ha ricevuto l'applauso gentile in entrambi gli alloggiamenti.

L'ultima volta Romney ha visitato l'alloggiamento della Camera, in settembre, lui è stata interferita fuori della protezione quando DiMasi gli ha dato un hug di orso enorme. Ieri, macchiando DiMasi poichè si è avvicinato al rostrum, Romney ha gettato sulla sua armi ed ha detto all'altoparlante, "io ha bisogno del mio hug." DiMasi lo ha dato che un caldo abbraccia.

L'altoparlante ha detto a suoi colleghe privatamente a che l'unica cosa che ha ottenuto dal suo hug precedente con Romney sia stata il congelamento. Ieri stava ritenendo mólto più caldo. "state ottenendo essere un tipo huggable," lui avete detto a Romney.

Scott Greenberger può essere raggiunto a greenberger@globe.com.

© Copyright Globe 2005 Newspaper Company.


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Friday, January 07, 2005 10:20 PM
Felix
Friday, January 07, 2005 10:22 PM
Zebrafish
Bsera a tutti.


Testo e traduzione.

Using zebrafish as a model, we've demonstrated that glial cells play a previously unidentified role in regulating the development of sensory hair cell precursors -- the specialized neurons found in the inner ear of humans that make hearing possible. This research increases our understanding of how nerve cells develop and whether it may be possible to regenerate these types of cells in humans one day," said Tatjana Piotrowski, Ph.D., assistant professor of neurobiology and anatomy at the University of Utah School of Medicine.

Scientists long have known that glial cells, or simply glia, are essential for healthy nerve cells. However, in the last 10 years scientists have learned that glia aren't just "glue" holding nerve cells together. Glia communicate with each other and even influence synapse formation between neurons.

Piotrowski's research in zebrafish focuses on the development of sensory neurons known as hair cells. Like humans, zebrafish use hair cells to detect sound and motion. However, in humans hair cells are buried deep inside the inner ear making them difficult to access. Hair cells in zebrafish are located on the surface of their body and help the fish swim in groups and avoid predators.

"Zebrafish are a wonderful model for studying hair cell development for a number of reasons. The hair cells are exposed and can be easily seen under the microscope in the live fish. We can also visually identify the consequences of gene defects in the 200 to 300 embryos each female fish produces," she said.

By studying these mutant embryos, Piotrowski and her colleagues discovered that during development the zebrafish is "seeded" with future hair cells through a process known as placode migration. These precursor cells, called interneuromast cells, eventually go on to make hair cells, but only when they are sufficiently far enough away from the glial-ensheathed nerve.

"Once these cells are far enough away from the glia they begin to differentiate into hair cells. We know something in the glia is regulating development and acting as an inhibitory cue. It's possible that this signal could also play a role in the development of stem cells throughout the nervous system. Much more research is needed to identify this signal but we're optimistic our work has set the stage for future discoveries," said Piotrowski.

The University of Utah has one of the largest zebrafish facilities in the country with more than 6,000 zebrafish tanks. In addition to Piotrowski, six other University faculty members use the fish to study various clinical disorders including leukemia, colon cancer, congenital heart defects, muscular dystrophy and other birth defects.

Zebrafish può tenere la chiave a capire lo sviluppo umano delle cellule del nervo osservato tradizionalmente come attori di sostegno, cellule conosciute come il glia può essere essenziale per lo sviluppo normale delle cellule del nervo responsabili dell'udienza e dell'equilibrio, secondo la nuova università di ricerca dell'Utah. Lo studio è segnalato nel 6 gennaio, l'emissione 2005 del neurone e co-è creato dagli scienziati all'università di Washington. Usando lo zebrafish come modello, we've ha dimostrato che le cellule glial svolgono un ruolo precedentemente non identificato nel regolare lo sviluppo dei precursori sensoriali della cellula ciliata -- i neuroni specializzati trovati nell'orecchio interno degli esseri umani che permettono l'udienza. Questa ricerca aumenta la nostra comprensione di come le cellule del nervo si sviluppano e di se può essere possibile rigenerare questi tipi di cellule in esseri umani un giorno, " Tatjana detto Piotrowski, Ph.D., professore di aiuto di neurobiologia e di anatomia all'università di scuola dell'Utah di medicina. Gli scienziati lunghi hanno saputo che le cellule glial, o semplicemente il glia, sono essenziali per le cellule sane del nervo. Tuttavia, durante i 10 anni ultimi gli scienziati hanno imparato quel "glue" giusto di glia aren't; cellule del nervo della tenuta insieme. Glia comunica con a vicenda e perfino influenza la formazione della sinapsi fra i neuroni. La ricerca di Piotrowski's nello zebrafish mette a fuoco sullo sviluppo dei neuroni sensoriali conosciuti come le cellule ciliate. Come gli esseri umani, le cellule ciliate di uso dello zebrafish per rilevare suono e movimento. Tuttavia, in le cellule di capelli umani sono profondo sepolto all'interno dell'orecchio interno che li rende difficili accedere a. Le cellule ciliate nello zebrafish sono posizionate sulla superficie del loro corpo ed aiutano i pesci a nuotare nei gruppi ed a evitare i predatori. il "Zebrafish è un modello meraviglioso per studiare lo sviluppo della cellula ciliata per un certo numero di motivi. Le cellule ciliate sono esposte e possono essere viste facilmente sotto il microscopio nei pesci vivi. Possiamo anche identificare visivamente le conseguenze dei difetti del gene nei 200 - 300 embrioni che ogni pesce femminile produce, " ha detto. Studiando questi embrioni del mutante, Piotrowski ed i suoi colleghe hanno scoperto che durante lo sviluppo lo zebrafish è "seeded" con le cellule ciliate future con un processo conosciuto come espansione del placode. Queste cellule del precursore, denominate cellule del interneuromast, finalmente continuano a fare le cellule ciliate, ma soltanto quando sono sufficiente abbastanza lontano assenti dal glial-ensheathed il nervo. il "Once queste cellule è abbastanza lontano assente dal glia che cominciano a differenziare nelle cellule ciliate. Sappiamo che qualcosa nel glia sta regolando lo sviluppo e sta fungendo da indicazione inibitoria. It's possibile che questo segnale potrebbe anche svolgere un ruolo nello sviluppo delle cellule formative durante il sistema nervoso. Molto più ricerca è necessaria identificare questo segnale ma we're ottimista il nostro lavoro ha regolato la fase per le scoperte future, " Piotrowski detto. L'università de Utah ha una di più grandi facilità dello zebrafish nel paese con più di 6.000 carri armati dello zebrafish. Oltre che Piotrowski, altri sei membri della facoltà dell'università usano i pesci per studiare i vari disordini clinici compreso la leucemia, il cancro di due punti, i difetti congeniti del cuore, la distrofia muscolare ed altri difetti di nascita.

Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]



Felix
Monday, January 10, 2005 9:46 PM
Agg. Cortney.
Bs a tutti.

Testo e traduzione.


CORTNEY'S WISH: After stem-cell surgery, the wait

Temperance teen recovers in Portugal
January 10, 2005







BY PATRICIA ANSTETT
FREE PRESS MEDICAL WRITER



LISBON, Portugal -- A tissue sample no bigger than the tip of her baby finger, taken from high inside Cortney Hoffman's nose, holds hope of her recovery from a paralyzing spinal cord injury. The specimen contained more than 2 million adult stem cells, some of the near-magical components of the human body because of their ability to take on tasks of other cells where they are transplanted.


Place them in the heart and they help perform blood-pumping functions.


Put them in a damaged spinal cord like doctors did to Cortney on Saturday and they are believed to take on the Herculean job of sending electrical signals to the brain and back to trigger and to move damaged muscles.


Inserted into the injury site in Cortney's spinal cord by neurosurgeon Dr. Pratas Vital, the cells become the body's molecular jewelry. They even look like small, uncultured pearls, one powerful clump nestled next to each other.


"They look brand new," said Dr. Carlos Lima, chief of the spinal cord autograft team at Lisbon's Hospital de Egas Moniz.


Most important, the cells need to act brand new, creating new nerve cells, neural connections and blood vessels so Cortney, 18, of Temperance can regain some of the sensation and movement she lost two years ago in an auto accident.


Her wish is to walk again. But it will take at least two years of exhaustive rehabilitation to find out just how much recovery she might get from taking a chance on experimental surgery.


Most medical leaders in the field are taking a wait-and-see approach until more results are published. But that hasn't deterred hundreds of people with spinal cord injuries, now booked for the surgery through the end of May.


Cortney's five-hour surgery Saturday was the 37th performed by the team.


On Friday, 20-year-old Amy Foels of Elkader, Iowa, a student at Kirkwood College, Cedar Rapids, became the 36th person in the world to undergo the procedure.


She, too, was injured in a 2002 auto accident.


"It was Senior Skip Day and she and the others took off to go drinking and driving," said her longtime boyfriend Brent Duffy, who joined Foels and her parents for the trip. Foels, a passenger, was paralyzed from just above her hips. The other four escaped with no injuries.


More than half of all spinal cord injuries occur to people ages 16-30. Four of every five occur in men; nearly 40 percent are caused by motor vehicle accidents. Fittingly, perhaps, the Rehabilitation Institute of Michigan in Detroit, the historic home of the automobile, hopes to offer a new legacy to auto accident survivors and others by becoming the first U.S. center to perform autologous spinal cord autograft procedures, as the Lisbon team calls them.


The institute is working with the Lisbon team to bring the procedure to Detroit by next year, if federal Food and Drug Administration officials allow a clinical study to proceed. First, the Lisbon team and others in Detroit and elsewhere must provide convincing basic science that the operations are safe and effective. The Rehabilitation Institute is evaluating people interested in going to Lisbon, following up on their results and providing the aggressive therapy required to maximize the benefits of the surgery. (For details, see www.centerforscirecovery.org).



The many phases
Up to now, little has been known about the Lisbon operation. There are no published studies on humans, only on small animals. Spinal cord patients are hungry for information about the surgery that costs $47,600, often is uncovered by insurance and requires a difficult overseas flight for someone who uses a wheelchair. They wonder if they should wait for something better or if adult stem cells are their best hope for recovery.


Hospital administrators allowed a Free Press reporter and photographer unprecedented access to the team and the surgery, from beginning to end.


The operation has five distinct phases. Seven senior physicians with experience in back and ear, nose and throat procedures, brain and spinal cord pathology and anesthesiology do the surgery.


Phase One: Vital and Dr. Armando Hasse Ferreira, slowly make a 6-inch incision in Cortney's back to peel or sear away the skin, then layer after layer of paper-thin tissue. Vital calls this the orthopedic phase because it relies on bony landmarks and uses plier-like equipment used to replace hips and knees.


They stop first at a bony protrusion on the vertebrae, 33 structures that ring the back like a chain, separated by spongy discs, the shock absorbers of the back. Then, they count from the highest bone in the neck to the injury site identified in Cortney's X-rays and magnetic resonance imaging tests (MRI).


But the two experienced neurosurgeons don't find the hallmark sign of many spinal cord injuries: a fluid-filled cyst, or cavity, where the images suggest it would be. This forces them to remove more tissue and bony protrusions that stick out like wings from the vertebrae, a half-inch higher up. It increases the risk of the surgery because it involves vital areas that control breathing. The surgeons use a high-powered microscope in the operating room to find a two-inch cyst. They clear away scar tissue, particularly at each end of the cavity to help any regenerated nerve signals fire more rapidly through the cord. Then they carefully open a hard layer called the dura mater over the spinal cord.


The cord is surprisingly soft and jelly-like, one of the body's softer, more vulnerable tissues, not the tough column many people might envision.


Phase Two: Two hours after the start of the surgery, ear, nose and throat specialists Dr. Pedro Escada and Dr. Clara Capucho, enter the OR to perform their vital part of the operation while the two neurosurgeons escape to the staff lounge below for an hour of sleep on a few short sofas.


Escada and Capucho's job is to extract a tissue sample from the upper reaches of Cortney's nose. There, olfactory mucosal cells that provide the sense of smell and breathing contain neural stem cells capable of regrowing elsewhere. Escada inserts a thin tube a foot long with a lighted tip to guide him while inserting another instrument up the nostril to get the cells.


The instrument lights up Courtney's nose like a little night-light, casting a red glow, and projects an image onto a TV screen in front of the surgical team. They squirt drugs into her nose to reduce bleeding, before slowing moving in a tool to carefully remove tissue. The region is just a few inches from the brain, so Escada proceeds slowly before he takes the tissue sample and places it in a small metal bowl that contains cerebrospinal fluid extracted from the space around Cortney's spinal cord.


The team doesn't try to separate the stem cells, Lima says, because the tissue contains other types of cells the spinal cord needs. "One type of cell can't do the whole job," he said of stem cells. "It's like all the people you need to build a house."


The olfactory mucosal tissue is one of the first structures in embryonic development to appear, even before the spinal cord, Lima said. "It shows it's capable of differentiating" or becoming another type of cell, he said.


Escada and Capucho pack the nose with biodegradable materials to stop any bleeding then exit the room.


Phase Three: Now it's Lima's turn. Though he's the team's chief, he has been largely standing on the sidelines up to now, watching the troops and making himself available for consultation about the site of the spinal cord injury. He's now gowned and gloved, sitting at a table with a small block, like a jeweler examining a gem with a magnifying eyepiece, only this time, it's a high-power microscope. He examines the tissue, sends off two small samples for analysis and research, and prepares it for the neurosurgeons.


Phase Four and Five: Refreshed, Vital and Ferreira reenter the room for the fourth transplant phase. They take the clumps of tissue Lima prepared and place them a few pieces at a time over the spinal cord cavity. It's covered with a glue-like substance before the pocket is closed.


The final phase uses standard surgical finishing techniques to close the incision. Vital and Ferreira use multiple stitches and knots to sew each layer back into place, like tailors finishing a fine garment.


A team of veteran nurses and anesthesiologist Dr. Cristina Ferreira remove breathing and other tubes and help Cortney awake from her deep slumber. They pat her face, arms and legs and tell her she's waking up. When someone utters her name, Cortney's eyes bounce wide open for the first time. She tries to talk but can't for a few minutes until her mother and father greet her in the intensive care unit.


"My head's kinda pounding," she tells her mother Tammi Roe.


"You didn't think it was going to be a breeze, did you?" her mother replies.


Cortney goes back to sleep, sleeping through the night, hoping to experience the new sensations and tingling feelings in the next few days which would signal the start of her wish to recover.



Notizie di salute



EMAIL QUESTA STORIA | DISPOSIZIONE DEL &NBSP PRINTER-FRIENDLY


DESIDERIO DEL CORTNEY: Dopo chirurgia della gambo-cellula, l'attesa

Temperance teen recupera nel Portogallo
10 gennaio 2005







DA PATRICIA ANSTETT
PRODUTTORE MEDICO DELLA PRESSA LIBERA



LISBONA, Portogallo -- un campione del tessuto no più grande della punta della sua barretta del bambino, presa dal high all'interno del naso di Cortney Hoffman, tiene la speranza del suo recupero da una ferita di paralisi del midollo spinale. L'esemplare ha contenuto più di 2 milione cellule formative dell'adulto, alcune dei componenti vicino-magici del corpo umano a causa della loro capacità di intraprendere le mansioni di altre cellule in cui sono trapiantati.


Dispongali nel cuore e contribuiscono ad effettuare le funzioni dipompaggio.


Messo loro in un midollo spinale danneggiato come i medici ha fatto a Cortney il sabato e si credono per intraprendere il lavoro herculean di trasmissione dei segnali elettrici al cervello e di nuovo all'innesco ed ai muscoli danneggiati movimento.


Inserito nel luogo di ferita in midollo spinale del Cortney dal Dott. Pratas Vital del neurochirurgo, le cellule si transformano in nei monili molecolari del corpo. Persino assomigliano a piccolo, uncultured le perle, un gruppo potente nestled vicino a vicenda.


"sembrano brandnew," ha detto il Dott. Carlos Lima, capo della squadra del autograft del midollo spinale ad Hospital de Egas Moniz de Lisbona.


Il più importante, le cellule devono comportarsi brandnew, generando le nuove cellule del nervo, i collegamenti neurali ed i vasi sanguigni in modo da Cortney, 18, di Temperance può riguadagnare alcuno della sensazione e del movimento che ha perso due anni fa dentro un incidente auto.


Il suo desiderio è a cammina ancora. Ma prenderà almeno due anni di riabilitazione esauriente a scopre appena quanto recupero lei potrebbe ottenere dalla presa della probabilità su ambulatorio sperimentale.


La maggior parte dei capi medici nel campo stanno adottando un metodo di attesa fino a pubblicare più risultati. Ma quello non ha trattenuto i centinaia della gente con le lesioni del midollo spinale, ora prenotati per l'ambulatorio attraverso la conclusione di maggio.


L'ambulatorio di cinque ore sabato del Cortney era il trentasettesimo effettuato dalla squadra.


Il venerdì, 20-year-old il amy Foels di Elkader, Iowa, un allievo all'università di Kirkwood, il cedro Rapids, è diventato la trentaseesima persona nel mondo per subire la procedura.


, anche, è stata ferita in un incidente delle 2002 automobili.


"era giorno maggiore di salto e lei e le altre tolte per andare bere e guidare," detto il suo brent da molto tempo Duffy del boyfriend, che ha unito Foels ed i suoi genitori per il viaggio. Foels, un passeggero, è stato paralizzato appena sopra dalle sue anche. Gli altri quattro hanno fuoriuscito senza le lesioni.


Più della metà di tutte le lesioni del midollo spinale accadono per popolare le età 16-30. Quattro di ogni cinque si presentano negli uomini; quasi 40 per cento sono causati dagli incidenti dell'autoveicolo. Adatto, forse, l'istituto di riabilitazione del Michigan a Detroit, la sede storica dell'automobile, speranze offrire una nuova eredità ai superstiti auto di incidente ed altre transformandosi nei primi STATI UNITI concentra per effettuare le procedure autologous del autograft del midollo spinale, come la squadra de Lisbona le denomina.


L'istituto sta lavorando con la squadra de Lisbona per portare la procedura a Detroit entro l'anno prossimo, se i funzionari federali della gestione della droga e dell'alimento permettono che uno studio clinico continui. In primo luogo, la squadra de Lisbona ed altre a Detroit ed altrove devono fornire convincere la scienza di base che i funzionamenti sono sicuri ed efficaci. L'istituto di riabilitazione sta valutando la gente interessata all'andare a Lisbona, al seguire in su sui loro risultati ed a fornire la terapia aggressiva tenuta per elevare i benefici dell'ambulatorio. (per i particolari, veda www.centerforscirecovery.org).



Le molte fasi
Finora, piccolo è stato conosciuto circa il funzionamento de Lisbona. Non ci sono studi pubblicati sugli esseri umani, soltanto sui piccoli animali. I pazienti del midollo spinale sono affamati per le informazioni sull'ambulatorio che quello costa $47.600, spesso è scoperto da assicurazione e richiede un volo d'oltremare difficile per qualcuno che utilizzi una sedia a rotelle. Si domandano se aspettano più meglio qualcosa o se le cellule formative dell'adulto sono la loro speranza migliore per il recupero.


I coordinatori dell'ospedale hanno permesso un reporter e un photographer della pressa libera accesso senza precedente alla squadra ed all'ambulatorio, dall'inizio alla fine.


Il funzionamento ha cinque fasi distinte. Sette medici maggiori con di esperienza la parte posteriore ed orecchio dentro, procedure della gola e del naso, cervello e patologia ed anesthesiology del midollo spinale fanno l'ambulatorio.


Fase Una: Vitale ed il Dott. Armando Hasse Ferreira, faccia lentamente un'incisione 6-inch in Cortney di nuovo alla buccia o sear via la pelle, allora fanno uno strato di dopo lo strato del tessuto carta-sottile. Chiamate vitali questo la fase ortopedica perché conta sui limiti ossuti e sugli usi pinza-come apparecchiatura utilizzata per sostituire le anche e le ginocchia.


Si arrestano in primo luogo ad una sporgenza ossuta sulle vertebre, 33 strutture che squillano la parte posteriore come una catena, separata dai dischi spugnosi, gli ammortizzatori della parte posteriore. Allora, contano dall'più alto osso nel collo al luogo di ferita identificato nei raggi X del Cortney e nelle prove di formazione immagine di risonanza magnetica (MRI).


Ma i due neurochirurghi esperti non trovano il segno dell'marchio di garanzia di molte lesioni del midollo spinale: una ciste fluid-filled, o la cavità, in cui le immagini la suggeriscono sarebbe. Ciò la forza rimuovere più tessuto e sporgenze ossute che attacca fuori come le ale dalle vertebre, un alto più d'altezza di mezzo-pollice. Aumenta il rischio dell'ambulatorio perché interessa i settori vitali che controllano la respirazione. I chirurghi utilizzano un microscopio ad alta potenza nella stanza di funzionamento trovare una ciste two-inch. Eliminano il tessuto assente della cicatrice, specialmente ad ogni estremità della cavità per aiutare tutti i segnali rigenerati del nervo per infornare più velocemente attraverso il cavo. Allora aprono con attenzione uno strato duro denominato il mater di dura sopra il midollo spinale.


Il cavo è sorprendentemente molle e jelly-like, uno del corpo più molle, tessuti più vulnerabili, non la colonna che dura molta gente potrebbe prevedere.


Fase Due: Due ore dopo che l'inizio dell'ambulatorio, l'orecchio, il Dott. Pedro Escada degli esperti della gola e del naso ed il Dott. Clara Capucho, entri nel O effettuare la loro parte vitale del funzionamento mentre i due neurochirurghi fuoriescono al salotto del personale qui sotto per un'ora di sonno su alcuni sofà corti.


Il lavoro del Capucho e di Escada deve estrarre un campione del tessuto dalle estensioni superiori del naso del Cortney. Là, le cellule mucose olfattive che forniscono l'odorato e respirazione contengono le cellule formative neurali capaci di regrowing altrove. Escada inserisce un tubo sottile un il piede di lunghezza con una punta illuminata per guidarlo mentre inserisce un altro strumento sulla narice per ottenere le cellule.


Lo strumento illumina in su il naso del Courtney come una poca notte-luce, lanciando un'incandescenza rossa e proietta un'immagine su uno schermo della TV davanti la squadra chirurgica. Squirt le droghe nel suo naso per ridurre sanguinare, prima del ritardare muoversi in un attrezzo per rimuovere con attenzione il tessuto. La regione è lentamente giusta alcuni pollici dal cervello, in modo da ricavati di Escada prima che prenda il campione ed i posti del tessuto esso in una piccola ciotola del metallo che contiene il liquido cerebrospinale estratto dallo spazio intorno al midollo spinale del Cortney.


La squadra non prova a separare le cellule formative, Lima dice, perché il tessuto contiene altri tipi di cellule il midollo spinale ha bisogno di. "un tipo di cellula non può fare il lavoro intero," ha detto delle cellule formative. "è come tutta la gente che dovete costruire una casa."


Il tessuto mucoso olfattivo è una delle prime strutture nello sviluppo embrionale da comparire, anche prima del midollo spinale, Lima detta. "lo mostra che è capace di differenziare" o transformandosi in un altro tipo di cellula, ha detto.


Escada e Capucho imballano il naso con i materiali biodegradabili per arrestare tutto lo spurgo allora rimuovono la stanza.


Fase Tre: Ora è girata de Lima. Benchè sia il capo della squadra, in gran parte sta levandosi in piedi sui sidelines finora, sta guardando le truppe e sta rendendosi disponibile per consultazione circa il luogo della ferita del midollo spinale. È ora abbigliato e gloved, sedendosi ad una tabella con un piccolo blocco, come un gioielliere che esamina una gemma con un oculare d'ingrandimento, solo questo volta, esso è un microscopio ad alta potenza. Esamina il tessuto, trasmette fuori di due piccoli campioni per analisi e ricerca e la prepara per i neurochirurghi.


Fasi quattro e cinque: Rinfrescato, vitale e Ferreira registri di nuovo la stanza per la fase del transplant di quarto. Prendono i gruppi di tessuto Lima preparati e li dispongono alcune parti alla volta sopra la cavità del midollo spinale. È coperta di a colla-come la sostanza prima che la tasca sia chiusa.


La fase finale usa le tecniche di rifinitura chirurgiche standard per chiudere l'incisione. Punti multipli e nodi di Ferreira e vitali di uso per cucire ogni strato nuovamente dentro il posto, come i sarti che rifiniscono un indumento fine.


Una squadra di veterano nutrisce ed il Dott. Cristina Ferreira del anesthesiologist rimuove tubi di respirazione ed altri ed aiuta Cortney sveglio dal suo slumber profondo. Picchiettano la suoi faccia, armi e piedini e che gli dicono che stia svegliando. Quando qualcuno utters il suo nome, gli occhi del Cortney rimbalzano per la prima volta spalancato. Prova a comunicare ma non può per alcuni minuti fino a che la suoi madre e padre non greet lei nell'unità di cura intensa.


"pounding di kinda della mia testa," gli dice uovo di pesce di Tammi della madre.


"non avete pensato che stesse andando essere una brezza, li facesse?" le sue risposte della madre.


Cortney va di nuovo a sonno, dormendo con la notte, sperante di avvertire le nuove sensazioni e sensibilità di formicolio nei prossimi giorni che segnalerebbero l'inizio del suo desiderio per recuperare.




Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Tuesday, January 11, 2005 10:53 AM
Agg. Cortney 11-1
Bg a tutti.

Testo e traduzione.


Health news



E-MAIL THIS STORY | PRINTER-FRIENDLY FORMAT


CORTNEY'S WISH: Tingles are signs of promise for teen who hopes to walk

January 11, 2005






BY PATRICIA ANSTETT
FREE PRESS MEDICAL WRITER




ERIC SEALS/DFP

Cortney Hoffman, 18, of Temperance is fed pieces of bread with apple butter jelly Monday by her father, Doug Hoffman of Palmyra. Her tingling sensation is "like little pokey needles," she says. Other good signs in her recovery: no bleeding and no infection.

LISBON, Portugal -- Cortney Hoffman woke up with a pain in her butt.


But that's a good thing.


"My butt tingles," she said Monday, after undergoing five-hour experimental surgery Saturday to repair a spinal cord injury from a 2002 auto accident that paralyzed her from the upper arms down.


"I never felt it before. It's like little pokey needles," she said.


Mostly, she felt groggy from anesthesia and pain medicine she received after the spinal cord autograft procedure at Hospital de Egas Moniz in Lisbon.


The operation, performed only at that hospital, used Cortney's adult stem cells, harvested in tissue extracted from the upper reaches of her nose, and implanted over her injury site, high in her back.


Olfactory mucosal tissue from the nasal cavity is rich in stem cells, as well as nerve cells. Stem cells are cells in their infancy. They are capable of becoming nerve cells, and forming new neural connections and blood vessels when implanted in a spinal cord injury site.


CORTNEY'S WISH
Free Press staffers Patricia Anstett and Eric Seals spent a week in Portugal with paralyzed Cortney Hoffman as she underwent experimental stem cell surgery on her spinal cord. Cortney, who was paralyzed in 2002, hopes to one day walk down the aisle at her wedding. For previous stories in this series, go to www.freep.com/
specials.

The success of the operation is highly dependent on patients undergoing two years of aggressive rehabilitation to trigger new signals in the spinal cord.


But early on, paralyzed patients look for any sign, any new sensation, any change in the same-old, same-old routine.


"Cortney is doing very well," says Dr. Carlos Lima, chief of the surgical team, after examining Cortney on Monday morning in her modest sixth-floor room in this aging public hospital.


Other positive signs that Cortney's recovery has begun is she has no postoperative bleeding from her nose or surgery site; no infection, and no drainage of spinal fluid onto a bandage over the six-inch incision in her back.


To determine whether Cortney lost any sense of smell -- one temporary loss many patients experience after the surgery, sometimes for several months -- Lima tells Cortney to close her eyes. He takes a film canister from his white lab coat, pulls off the cover and puts it under her nose.


"Can you smell this?" he asks.


Cortney pauses and tells him she can't.


"It's coffee," he tells her.


Lima then asks Cortney: "So what are your main complaints?"


"I want to feel better," she says. She is hot, groggy and feels pain in her nose, back and shoulder, despite pain medication.


Lima tells her family that Cortney should be sitting up in a day, and perhaps will be able to sit in her wheelchair Wednesday. She and her mother, Tammi Roe of Temperance, north of Toledo, have booked a Jan. 19 flight out of Lisbon.


Cortney misses her two dogs -- a Chihuahua named ChiChi and a black Labrador named Buck -- and American food. She passed on a hospital meal Sunday because she thought it looked like earthworms, she says. When her sister, Krystal Hoffman, 21, talks about fast food, Cortney tells her: "Bring me something."


As an indication of what may be ahead for Cortney, in the room next door, Amy Foels, 20, of Elkader, Iowa, who had the same surgery Friday, reports constant tingling, from her legs to her toes.


"It's really intense in the toes," says Foels, who also was injured in a 2002 auto accident. "I'm seeing it as a good sign."


Cortney says she looks forward to completing driver's education next month. A Dodge Caravan equipped for her wheelchair waits for her at home.


And for the future?


She wants to live on her own someday.


And, most importantly, she wants to walk down the aisle at her own wedding.


First, it appears, she'll be part of her sister's wedding party.



A proposal in Lisbon
On Saturday night, as Cortney slept at the hospital, Brandon Baker of Adrian got down on one knee and proposed to Krystal along Lisbon's riverfront.


Asked if he got down on one knee or two, he quips: "One knee. I was asking her, not begging her."


Cortney's family had been told of the proposal before her sister knew about it. One of the first things Cortney asked after waking up from surgery was, "Did Brandon propose to Krystal?" The girls, nearly four years apart, have grown closer since Cortney's accident and Krystal helps Cortney's mother with care giving.


Cortney's dad, Doug Hoffman, a roofer from Palmyra, her grandfather Norman Schmidt of West Branch, and her friend Rachel Scanlon of Lambertville, also came with Cortney to Lisbon.


Lima tells Cortney's mother not to expect too much too soon. "The main things take months. It takes months, even years," he said.


"You have to be patient and Cortney has to be patient and determined."


When she asks whether Cortney can undergo the procedure again, Lima said: "If she's doing well, why would you want to do that? If it works for three years, why wouldn't it work for longer?"


He explains that, with rehabilitation, Cortney first will develop better strength in her fingers, arm and trunk, then after perhaps four months, be able to begin doing more leg exercises and possibly, taking a few steps with leg braces and help.


Cortney will resume three days a week of aggressive rehabilitation at the Rehabilitation Institute of Michigan in Detroit, where she's been going since the fall.


The institute is collaborating with the hospital team in Lisbon to evaluate and follow up with patients and hopes to become the first U.S. medical center to offer the procedure, perhaps as early as next year. Soon, a hospital in Colombia and a hospital in Panama are likely to begin the operation, Lima says.


"We want others to learn how to do the procedure," Lima says. So many patients want the $47,600 surgery that the team in Lisbon is booked through the end of May. They have done the procedure 37 times.


Cortney suddenly stirs from her slumber and says: "I want to go home. I am ready to begin a new life."




DESIDERIO DEL CORTNEY: I formicolii sono segni della promessa per teen chi spera di camminare

11 gennaio 2005






DA PATRICIA ANSTETT
PRODUTTORE MEDICO DELLA PRESSA LIBERA




ERIC SEALS/DFP

Cortney Hoffman, 18, di Temperance è parti del fed di pane con la gelatina lunedì dal suo padre, Doug Hoffman del burro di mela di Palmyra. La sua sensazione di formicolio è "come gli aghi pokey piccoli," dice. Altri buoni segni nel suo recupero: nessuno spurgo e nessun'infezione.

LISBONA, Portogallo -- Cortney Hoffman ha svegliato con un dolore nella sua estremità.


Ma quella è una buona cosa.


"la mia estremità formicola," ha detto lunedì, dopo avere subito l'ambulatorio sperimentale di cinque ore sabato per riparare una ferita del midollo spinale da un incidente delle 2002 automobili che la ha paralizzata dall'armi superiore giù.


"non lo ho ritenuto mai prima. È come gli aghi pokey piccoli, "ha detto.


Principalmente, ha ritenuto groggy dalla medicina che di dolore e di anestesia ha ricevuto dopo la procedura del autograft del midollo spinale ad Hospital de Egas Moniz a Lisbona.


Il funzionamento, realizzato soltanto a quell'ospedale, cellule formative dell'adulto del Cortney usato, raccolte in tessuto estratto dalle estensioni superiori del suo naso ed impiantato sopra il suo luogo di ferita, su in lei indietro.


Il tessuto mucoso olfattivo dalla cavità nasale è ricco in cellule formative, così come le cellule del nervo. Le cellule formative sono cellule nella loro infanzia. Sono capaci delle cellule diventanti del nervo e di formare i nuovi collegamenti e vasi sanguigni neurali una volta impiantate in un luogo di ferita del midollo spinale.


DESIDERIO DEL CORTNEY
Redattori Patricia Anstett della pressa libera e guarnizioni di Eric spese una settimana nel Portogallo con Cortney paralizzato Hoffman come ha subito l'ambulatorio sperimentale della cellula formativa sul suo midollo spinale. Cortney, che è stato paralizzato in 2002, spera ad un giorno cammina giù la navata alle sue nozze. Per le storia precedenti in questa serie, vada a www.freep.com/
specials.

Il successo del funzionamento dipende altamente dai pazienti che subiscono due anni di riabilitazione aggressiva per innescare i nuovi segnali nel midollo spinale.


Ma nella fase iniziale, i pazienti paralizzati cercano tutto il segno, qualunque nuova sensazione, tutto il cambiamento nella stesso-vecchia, stesso-vecchia procedura.


"Cortney sta facendo molto bene," dice il Dott. Carlos Lima, capo della squadra chirurgica, dopo avere esaminato Cortney sulla mattina di lunedì nella sua stanza modesta del sesto-pavimento in questo ospedale del pubblico di invecchiamento.


Altri segni del positive che il recupero del Cortney ha cominciato è lei non ha spurgo postoperatorio dal suo naso o luogo di chirurgia; nessun'infezione e nessun drenaggio di liquido spinale su una fasciatura sopra l'incisione di sei-pollice in lei indietro.


Determinare se Cortney abbia perso dell'odorato -- una perdita provvisoria esperienza di molti pazienti dopo l'ambulatorio, a volte per parecchi mesi -- Lima dice a Cortney di chiuderla occhi. Prende una scatola metallica della pellicola dal suo cappotto bianco del laboratorio, stacca la copertura e la mette sotto il suo naso.


"potete sentire l'odore di questo?" chiede.


Cortney fa una pausa e che gli dice che non possa.


"è caffè," lui gli dice.


Lima allora chiede Cortney: "così che cosa sono i vostri reclami principali?"


"desidero ritenere più meglio," dice. È calda, groggy e ritiene il dolore nel suoi naso, parte posteriore e spalla, malgrado il farmaco di dolore.


Lima dice alla sua famiglia che Cortney dovrebbe sedersi in su in un giorno e forse potrà sedersi in sua sedia a rotelle mercoledì. Lei e la sua madre, uovo di pesce di Tammi di Temperance, nord di Toledo, hanno prenotato del 19 un volo gennaio da Lisbona.


Cortney manca i suoi due cani -- un Chihuahua chiamato ChiChi e un Labrador nero chiamato Buck -- e l'alimento americano. Ha passato su un pasto domenica dell'ospedale perché ha pensato che assomigliasse ai earthworms, dice. Quando la sua sorella, Krystal Hoffman, 21, colloqui circa alimenti a rapida preparazione, Cortney gli dice: "portimi qualcosa."


Come indicazione di che cosa può essere avanti per Cortney, nel portello seguente della stanza, amy Foels, 20, di Elkader, Iowa, che ha avuto lo stesso ambulatorio venerdì, segnalano il formicolio costante, dai suoi piedini lei punte.


"è realmente intenso nelle punte," dice Foels, che inoltre è stato danneggiato in un incidente delle 2002 automobili. "sto vedendolo come buon segno."


Cortney dice che aspetta con impazienza di completare la formazione del driver il mese prossimo. Un caravan di espediente dotato per la sua sedia a rotelle la aspetta nel paese.


E per il futuro?


Desidera vivere qualche giorno sui suoi propri.


E, il più d'importanza, desidera a cammina giù la navata alle sue proprie nozze.


In primo luogo, compaiono, lei faranno parte del partito di nozze della sua sorella.



Una proposta a Lisbona
Sulla notte di sabato, mentre Cortney ha dormito all'ospedale, il panettiere di Brandon di Adrian ha ottenuto giù su un ginocchio e proposto a Krystal lungo il riverfront de Lisbona.


Chiesto se ottenesse giù su un ginocchio o su due, quips: "un ginocchio. Stavo chiedendole, non elemosinandola."


La famiglia del Cortney si era detta a della proposta prima che la sua sorella sapesse a questo proposito. Una delle prime cose Cortney chiesto dopo avere svegliato dalla chirurgia era, "ha fatto Brandon propongono a Krystal?" Le ragazze, diverso quasi quattro anni, si sono sviluppate più vicino poiché incidente del Cortney e madre del Cortney di aiuti di Krystal con dare di cura.


Il dad del Cortney, Doug Hoffman, un roofer da Palmyra, il suo Schmidt normanno di prima generazione del ramo ad ovest e del suo amico Rachel Scanlon di Lambertville, inoltre è venuto con Cortney a Lisbona.


Lima dice alla madre del Cortney di non prevedere troppo troppo presto. "le cose principali occorrono i mesi. Occorre i mesi, persino anni, "ha detto.


"dovete essere pazienti e Cortney deve essere paziente e risoluto."


Quando chiede se Cortney può subire ancora la procedura, Lima ha detto: "se sta facendo bene, perchè desiderereste fare quello? Se funziona per tre anni, perchè non esso lavoro per più lungamente?"


Spiega che, con riabilitazione, Cortney in primo luogo svilupperà la resistenza migliore in sue barrette, braccio e tronco, quindi dopo forse quattro mesi, potrà cominciare a fare più esercitazioni del piedino e possibilmente, prendendo alcune misure con i sostegni e l'aiuto del piedino.


Cortney riprenderà tre giorni un la settimana di riabilitazione aggressiva all'istituto di riabilitazione del Michigan a Detroit, in cui sta andanda dalla caduta.


L'istituto sta collaborando con la squadra dell'ospedale a Lisbona per valutare e continuare con i pazienti e le speranze transformarsi in nel primo centro medico degli STATI UNITI per offrire la procedura, forse fin dall'anno prossimo. Presto, un ospedale in Colombia e un ospedale nel Panama sono probabili cominciare il funzionamento, Lima dice.


"desideriamo altri imparare come a faccia la procedura," Lima dice. Tanti pazienti desiderano l'ambulatorio $47.600 che la squadra a Lisbona è prenotata attraverso la conclusione di maggio. Hanno fatto la procedura 37 volte.


Cortney si mescola improvvisamente dal suo slumber e dice: "desidero andare a casa. Sono aspetto per cominciare una nuova vita."



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Wednesday, January 12, 2005 8:56 AM
E la Corea disse si.
Bg a tutti.


Testo e traduzione.

2005/01/12 09:13 KST


Embryo Stem Cell Research Wins Gov't Approval in S. Korea
SEOUL, Jan. 12 (Yonhap) -- The South Korean government said Wednesday it has approved limited embryonic stem cell research for the first time since the government officially permitted such research from Jan. 1.

In a statement, the Ministry of Health and Welfare said it approved the research led by Hwang Woo-seok, a professor of Seoul National University.

2005/01/12 di 09:13 KST La ricerca della cellula formativa dell'embrione vince l'approvazione di Gov't nello S. Corea SEOUL, il 12 gennaio (Yonhap) -- il governo coreano del sud detto mercoledì che ha approvato la ricerca embrionale limitata della cellula formativa per la prima volta da quando il governo ha consentito ufficialmente tale ricerca dal 1 gennaio. In una dichiarazione, il ministero della sanità e benessere ha detto che ha approvato la ricerca condotta da Hwang Woo-seok-seok, un professore dell'università nazionale de Seoul.


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]



Felix
Wednesday, January 12, 2005 10:16 AM
Si danno un pò da fare anche loro.
Anno IV Numero 78 del 7 Gennaio 2005

Articolo
A cosa servono le staminali embrionali? Dalle polemiche agli studi


Mentre arriva la notizia di uno studio che dimostra la possibilita' di ottenere staminali embrionali senza distruggere l'embrione donatore; e mentre molti embrioni vengono destinati alla spazzatura perche' creati in eccedenza rispetto alle tecniche di fecondazione in vitro, c'e' comunque chi si chiede perche' insistere nel voler proseguire una ricerca che solleva legittimi dubbi etici, quando ci sono le staminali adulte tanto promettenti.
Questa delle staminali adulte contro le embrionali e' una partita molto italiana. Non perche' nel resto del mondo non ci siano riflessioni, critiche e contrarieta' alla ricerca con gli embrioni, ma perche' e' difficile che venga offerta come "alternativa" quella delle staminali adulte.
Ma esistono delle ragioni che fanno ritenere utile proseguire entrambe le ricerche e studiare sia quelle embrionali che quelle adulte?
Una prima risposta viene dalle caratteristiche delle stesse cellule, visto che le prime sono in grado di dare origine a tutti i tessuti e presentano alte capacita’ di proliferazione, visto che coltivate in vitro si riproducono e si moltiplicano facilmente; le seconde sono in grado di generare solo alcuni tessuti, oltre a quelli che le ospitano, e la loro plasticita’ e’ ridotta.
Ma una risposta molto meno teorica arriva direttamente dai laboratori e dagli scienziati che ci lavorano. Senza andare troppo indietro nel tempo e limitandoci ad una selezione degli ultimi studi pubblicati sulle riviste scientifiche, ne troviamo molti che infondono fiducia e che sono di per se’ una risposta al perche’ si deve proseguire in una ricerca cosi’ promettente.

IL SISTEMA NERVOSO

Usare cellule staminali embrionali per ottenere certi tipi di cellule nervose, quali quelle assenti nei malati di Parkinson, e' una scelta obbligata poiche' alcuni tipi di neuroni non si possono ottenere da staminali adulte e difficilmente da quelle fetali. Lo ha detto Tiziano Barberi, ricercatore italiano che lavora nel centro per la ricerca sul cancro Memorial Sloan Kettering di New York. Barberi e' stato il primo, lo scorso anno, a generare da cellule embrionali di topo neuroni produttori di dopamina, e quest'anno e' riuscito ad ottenere lo stesso tipo di neuroni da staminali embrionali umane. Lo studio, diretto da Lorenz Studer del Laboratorio di Biologia dei tumori e cellule staminali, era stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS), e dimostra per la prima volta -in vitro- che l'evoluzione delle cellule staminali estratte da embrioni umani si puo' dirigere selettivamente per ottenere neuroni produttori di dopamina, il neurotrasmettitore assente nella malattia del Parkinson. Ora sono cominciate le prove in vivo, su ratti utilizzati come modello del morbo di Parkinson. Se anche questi risultati saranno positivi, secondo gli esperti il passaggio ai test sull'uomo potrebbe avvenire entro pochi anni.

Alcuni scienziati sono riusciti a rallentare alcuni sintomi del Parkinson in topi impiantando cellule staminali embrionali umane nei loro cervelli. E' la prima volta in assoluto, dicono gli esperti coordinati da Benjamin Reubinoff dell'Hadassah University Hospital di Gerusalemme, che cellule staminali umane sono usate su modelli animali della malattia. Le staminali, trapiantate nel cervello dei topi, danno neuroni ripristinando quelli persi dei centri dopaminergici distrutti nella malattia. A cio' ha fatto seguito un miglioramento delle condizioni degli animali con riduzione dei sintomi. "Lo studio dimostra per la prima volta che i precursori neurali embrionici sviluppati a partire da cellule staminali possono portare a un parziale recupero funzionale in un modello sperimentale di morbo di Parkinson. Pensiamo che si tratti di una constatazione incoraggiante, e che sia la premessa per futuri sviluppi che potrebbero eventualmente permettere l'uso di cellule staminali embrionali nel trattamento del morbo di Parkinson". Una malattia, ad oggi senza cura.

Scienziati dell'UC Irvine Reeve-Irvine Research Center, guidati da Hans Keirstead hanno creato, partendo da linee di staminali embrionali, degli oligodendrociti, molecole che fungono da "mattoncini" per la formazione di mielina, la guaina che protegge i nervi. Sono indispensabili per la protezione e il funzionamento del sistema nervoso, perche' proteggono i canali di comunicazione dei segnali e ne permettono una corretta trasmissione. Quando vengono danneggiati in gran quantita', spesso ne risulta la paralisi. "Sono veramente promettenti i dati ottenuti. Il prossimo passo sara' verificare se i nervi, dopo l'iniezione di staminali, riproducono correttamente gli impulsi sensoriali e le funzioni motorie. Se lo faranno potremo seriamente pensare di procedere con le sperimentazioni cliniche", ha detto Keirstead.

Se le cellule staminali embrionali potranno essere usate per rigenerare i tessuti cerebrali, una possibile applicazione potrebbe essere l’epilessia. Il professor Oliver Bruestle dell'Istituto di neurobiologia ricostruttiva dell'universita' di Bonn ha precisato che, dopo il trapianto, le cellule precursore neuronali derivate dalle cellule staminali embrionali erano state integrate funzionalmente nel tessuto del cervello ospitante. I risultati offrono potenziali applicazioni nel trattamento dell'epilessia, in particolare in quel 20% di casi per i quali la migliore opzione terapeutica e' la rimozione delle cellule fuori controllo che generano scariche elettriche nel cervello.

IL CUORE

In Germania ricercatori dell'Istituto universitario di Fisiologia di Colonia, e' stato creato in laboratorio un abbozzo di cuore umano che pulsa autonomamente a partire da cellule staminali embrionali umane. "Da un centinaio di cellule staminali embrionali umane -spiega il direttore della ricerca, Jürgen Hescheler- abbiamo prodotto i precursori del muscolo cardiaco e accanto a loro si sono formate rapidamente le prime piccole vene". Le cellule hanno iniziato a contrarsi spontaneamente, senza nessuno stimolo. A vederlo, l'abbozzo di cuore pulsante creato in laboratorio e' una sorta di agglomerato di cellule che si contrae ritmicamente. La sua attivita' elettrica e' documentata da un microelettrocardiografo applicato alle cellule con sottilissimi elettrodi. L'obiettivo di Hescheler e' curare l'infarto facendo produrre alle cellule staminali embrionali nuovo tessuto cardiaco: una volta trapiantate, dovrebbero essere in grado di riattivare le zone colpite in maniera attiva, cioe' contraendosi esattamente come quelle sane circostanti. In pratica, secondo i ricercatori tedeschi, in questo modo le cellule sono in grado di rigenerare a tutti gli effetti il tessuto danneggiato dall'infarto, e non semplicemente di ripararlo.

Le cellule staminali embrionali, a contatto con forme artificiali tridimensionali somiglianti al cuore, sono in grado di produrre muscoli cardiaci funzionanti. E' quanto emerso da uno studio condotto dal ricercatore Theo Kofidis della Stanford University School of Medicine sulle potenzialita' delle staminali embrionali.
Con una miscela di fattori di crescita e soluzioni fisiologiche, i ricercatori hanno ricreato una sorta di contenitore per le cellule che una volta completato e' in grado di pompare sangue come un normale cuore. Hanno poi iniettato le staminali embrionali caratterizzate da sostanze fluorescenti che ne permettevano il controllo continuo, e quindi atteso la crescita. "I risultati sono ben diversi da quelli ottenuti fino ad ora con le staminali adulte. Queste infatti integrano le zone danneggiate e le riparano momentaneamente, ma non sono in grado di differenziarsi completamente come quelle embrionali, anche se estratte dal midollo osseo", conclude Kofidis.

Dall’Advanced Cell Technology (ACT) del Massachusetts, arriva l’annuncio di come cellule staminali embrionali prelevate da topi clonati riparano il cuore colpito da infarto. Il lavoro delle staminali embrionali e' molto piu' efficiente e rapido di quanto riescano a fare le staminali adulte prelevate dal midollo osseo, finora usate per esperimenti simili in altri centri di ricerca. Secondo quanto Robert Lanza riferisce sulla rivista Circulation Research, le staminali dei cloni rigenerano circa il 40% del tessuto danneggiato, ripristinando la funzionalita' della pompa cardiaca e rigenerando i vasi intorno al cuore.

Iniettate nell'embrione, le cellule staminali salvano cuori destinati ad ammalarsi grazie a due sostanze che spingono le cellule embrionali a svilupparsi in modo corretto. La scoperta, pubblicata su Science, e' stata fatta negli Stati Uniti da un gruppo di ricerca del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center. Il fenomeno e' stato osservato in embrioni di topo. In animali geneticamente programmati per ammalarsi di una cardiopatia letale, che li avrebbe fatti morire prima di nascere, l'iniezione di pochissime staminali embrionali ha bloccato la malattia e ha ripopolato i tessuti malati del cuore, sostituendo le vecchie cellule danneggiate con cellule sane. Un topolino su due, ha osservato il coordinatore dello studio, Robert Benezra, e' nato con cuore sano dopo un'iniezione di sole 15 cellule staminali.

Per la prima volta uno stimolo di tipo fisico, e non chimico, ha indotto cellule staminali embrionali (in questo caso di topo) a differenziarsi in cellule miocardiche. Le onde elettromagnetiche a frequenza estremamente bassa impiegate nella sperimentazione hanno non solo stimolato il differenziamento in cellule miocardiche (valutato attraverso una maggiore espressione di alcuni geni significativi), ma anche indirizzato il differenziamento prevalentemente verso un fenotipo miocardico (rivelato dall'espressione di geni specifici del differenziamento miocardico). E' questo il risultato dello studio pubblicato su Faseb Journal e realizzato grazie alla collaborazione di due gruppi di ricerca dell'Universita' di Bologna, quello coordinato dal prof. Carlo Ventura (Laboratorio di Biologia Molecolare e Bioingegneria delle Cellule Staminali, Istituto Nazionale di Biostrutture e Biosistemi, Presso l'Istituto di Cardiologia dell'Ospedale S. Orsola Malpighi di Bologna) e dal prof. Ferdinando Bersani dell'ICEMb (Centro Interuniversitario per lo Studio delle Interazioni tra Campi Elettromagnetici e Biosistemi) presso il dipartimento di Fisica dell'Alma Mater.

Peacemaker biologici formati da cellule staminali prelevate da embrioni umani sono stati testati con successo su alcuni maiali, aprendo cosi' la strada al possibile superamento dei congegni elettronici attualmente utilizzati per regolarizzare i battiti cardiaci nei pazienti con problemi al ritmo cardiaco. In un esperimento, i cui risultati sono stati pubblicati da Nature Biotechnology, alcuni ricercatori israeliani del Technion-Israel Institute of Technology e americani hanno estratto da embrioni umani delle cellule staminali, ne hanno isolate alcune che hanno fatto crescere in provetta e poi impiantate nei cuori di alcuni maiali che erano stati precedentemente sottoposti a operazioni chirurgiche per rallentare in modo anomalo il loro ritmo cardiaco.

ALTRE APPLICAZIONI

Staminali embrionali umane modificate geneticamente in modo da far produrre una molecola (Trail) in grado di uccidere le cellule tumorali. E' quanto emerge da uno studio condotto al Burnham Institute (La Jolla, California) e diretto da Evan Snyder, presentato in ottobre al meeting annuale della Society for Neuroscience di San Diego. Le staminali ogm iniettate in alcuni topi affetti da glioblastoma intracraniale, una neoplasia molto aggressiva che non puo' essere trattata con le tecniche convenzionali. I test effettuati sui topi hanno dato risultati sorprendenti: le staminali ogm in molte cavie hanno ridotto la massa tumorale del 50%, in alcuni casi addirittura del 70. Secondo Snyder i primi trial sugli uomini potrebbero partire nel giro di due anni.

La cecita' potrebbe essere curata grazie alle staminali. Le cellule di origine embrionale, coltivate in laboratorio, riuscirebbero a produrre tessuti sani da trapiantare nella retina delle persone affette da questa patologia. Robert Lanza, direttore della ACT, Advanced Cell Technology, commentando lo studio pubblicato su PNAS, ha detto: "questa e' la prima volta che cellule staminali embrionali derivano in cellule retinali". I tessuti creati non solo apparivano simili ad un normale bulbo oculare, ma facevano credere ad una reale capacita' di riparazione qualora si fossero trovati in un ambiente danneggiato.

Un gruppo di scienziati giapponesi e' riuscito per la prima volta a creare completamente un vaso capillare sanguigno partendo esclusivamente dalle cellule staminali embrionali. La notizia viene dal team della Kyoto University's Graduate School of Medicine, diretto dal prof. Kazuwa Nakao. I risultati ottenuti sono decisamente importanti per quanto riguarda la medicina rigenerativa nel campo della vascolarizzazione, proprio perche' i capillari sono un fattore essenziale per la circolazione del sangue e sono difficili da riproporre.

Contro Aids e tumori la soluzione potrebbe essere una riserva illimitata di cellule immunitarie coltivata in laboratorio e pronta per l'uso, cioe' da somministrare al paziente ogni volta che ne abbia bisogno, senza problemi di compatibilita' e rigetto. E' la strada intrapresa con successo sui topi dagli scienziati canadesi guidati da Juan Carlos Zuniga-Pflucker, dell'universita' di Toronto, che hanno isolato cellule staminali embrionali, hanno scoperto il fattore di crescita necessario per trasformarle in precursori dei linfociti T, infine le hanno trapiantate con successo in topolini immunodeficienti. Come riferito sulla rivista Nature Immunology, queste cellule immunitarie immature, formate e coltivate per la prima volta in vitro, sono diventate linfociti maturi nei topolini e si sono dimostrate efficaci nel proteggerli dalle infezioni.
Le persone malate di cancro, spesso a causa delle terapie cui si devono sottoporre, perdono le proprie difese divenendo vulnerabili alle infezioni. Nei malati di Aids, invece, le difese immunitarie vanno letteralmente in tilt, lasciando l'organismo preda di qualunque agente infettivo esterno. Per ora una soluzione parziale e' il trapianto di midollo laddove possibile, per ripristinare almeno in parte le difese perse. Ma bisogna trovare un donatore compatibile e comunque il rendimento in termini di nuovi linfociti sviluppati e' molto scarso.

Il trapianto di midollo, con tutti i suoi limiti quale quello di trovare un donatore compatibile, potrebbe essere sostituito da un innovativo metodo che ha funzionato sui topi, producendo riserve di cellule del sangue e rigenerando il midollo stesso. E' l'annuncio dato sul Journal of Experimental Medicine dai ricercatori della Northwestern University di Chicago che hanno rigenerato le cellule del midollo osseo servendosi di staminali prelevate da embrioni di topo. Partendo da queste e grazie al cocktail ideale di fattori di crescita individuato da loro per la prima volta, i ricercatori hanno trasformato le staminali in precursori delle cellule del sangue (globuli rossi e bianchi) e coltivato riserve di questi precursori. Poi li hanno selezionati e trapiantati in topi cui era stato tolto il midollo osseo. Secondo quanto riferito dal coordinatore dei lavori, Richard Burt, il nuovo metodo potrebbe dare prospettive terapeutiche a lungo termine per i malati di leucemia o per pazienti immunodeficienti cui si deve ripristinare il sistema immunitario. Infatti, sebbene questa tecnica coinvolga le staminali di embrioni, osserva l'esperto, essa ha la virtu' di eliminare qualsiasi problema nella scelta del donatore, escludendo del tutto il pericolo di rigetto delle cellule trapiantate.

Le cellule staminali embrionali, possiedono la potenzialita' di dare origine a tutte le varie cellule che formano il nostro organismo, ma e' possibile anche utilizzarle come "modelli di malattia". Ricercatori britannici del King's College di Londra hanno annunciato di avere prodotto per la prima volta delle cellule staminali embrionali che contengono il difetto genetico all'origine della fibrosi cistica, un passo importante nella lotta contro la malattia. A partire da cellule prelevate da una persona colpita da una malattia genetica si ritiene possibile creare delle staminali embrionali e ottenere stirpi inesauribili di cellule di fibrosi cistica o altre malattie per testare delle cure. La tappa successiva consistera' nel proseguire lo sviluppo delle cellule. Stephen Minger, che ha realizzato lo studio, ha lanciato una sorta di appello ai ricercatori di tutto il mondo che possano sviluppare le cellule e usarle per studiare nuovi trattamenti.

Secondo i ricercatori del Victorian College of Pharmacy l'uso di cellule staminali nell'industria farmaceutica e' di valido aiuto sia per valutare l'efficacia di nuove terapie sia per utilizzare le stesse come terapia. Il prof. Colin Pouton spiega, "per il momento ci concentriamo su quei farmaci, come il Prozac, che agiscono direttamente sui neuroni e li controllano. Se riusciamo ad individuare meglio le differenze di ruoli fra neuroni, potremo indirizzare meglio un farmaco ed evitare di intaccare zone sensibili del cervello. L'obesita', l'ansia o la schizofrenia sono tutte patologie che possono essere curate con i farmaci e colpiscono zone precise del cervello; ecco perche' una mappa delle patologie nervose e' indispensabile e puo' essere redatta anche grazie all'uso di staminali".
Donatella Poretti



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Thursday, January 13, 2005 11:56 AM
Omaggio a Rita.
Bg a tutti.


12 Gennaio 2005 - 19:00
RICERCA: LEVI MONTALCINI, NECESSARIA PER LO SVILUPPO/ ANSA
(ANSA) - ROMA, 12 GEN - La scienza "e' necessaria" perche' "senza scienza non c'e' futuro" e "oggi piu' che mai e' necessaria per far fronte alle enormi difficolta' e alle tragedie che potrebbero portare alla distruzione del genere umano": quella fatta oggi nell'universita' Cattolica di Roma e' stata una difesa appassionata della ricerca scientifica e del suo ruolo sociale. Incontrando studenti e medici del Policlinico Gemelli e dell'universita' Cattolica, il Nobel ha condannato "ogni movimento antiscientista originato da chi della scienza non ha alcuna idea". Esiste, ha detto, chi condanna la scienza senza conoscerla ma basandosi soltanto su pochi eventi-limite, come il caso della bomba atomica o la minaccia di uomini fotocopia. Paure, queste, che non si basano sulla conoscenza. Ad esempio, ha osservato, non c'e' nessun rischio che dalla ricerca sugli embrioni possano venire un giorno dei "bebe' alla carta", mentre e' positiva l'apertura alla ricerca sugli embrioni condotta a scopi terapeutici, cosi' come ha fatto la Gran Bretagna. "Credo - ha rilevato - che la scienza sia stata sul banco degli imputati non per sue colpe, ma per ignoranza". Secondo il Nobel "controllare la scienza e' giusto, non proibirla. Non si puo' mettere il lucchetto al cervello". La proibizione, ha aggiunto, "non puo' avvenire in Paesi democratici, come i nostri, ma soltanto in quelli che hanno regimi totalitari". E all'insegna della scienza e' stata improntata l'intera vita di Rita Levi Montalcini. Tanto che il ricordo piu' bello della sua vita risale all'epoca in cui scopri' il meccanismo di rilascio del fattore di crescita delle cellule nervose (NGF), una scoperta che nel 1986 la porto' al Nobel. "La mia ricerca, mi rendevo conto gia' allora, andava contro i dogmi del tempo, ma che ho voluto proseguirla e che a distanza di 30 anni e' stata riconosciuta dalla comunita' scientifica". Il segreto che le ha permesso di raggiungere tanti risultati straordinari e' "sempre, in qualsiasi momento, non avere paura". Cosi', ha aggiunto "ho sempre affrontato i momenti difficili". E con la stessa grinta proprio adesso, a 95 anni, sta realizzando un vecchio sogno di ragazza, quando desiderava lavorare come medico in Africa. Poi le leggi razziali la costrinsero a prendere una strada diversa, quella che per 30 anni l'ha portata a vivere e a lavorare negli Stati Uniti, nell'universita' di Washington a St Louis, e a realizzare la ricerca che l'ha portata al Nobel. E' stato un periodo difficile, "ma il desiderio di studiare era tale da compensare ogni difficolta"'. Adesso ha deciso di portare avanti il suo vecchio sogno, attraverso la Fondazione che porta il suo nome. Potra' cosi' finalmente impegnarsi a favore dello sviluppo dell'Africa e promuovere progetti a sostegno delle donne africane.(ANSA).


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Friday, January 14, 2005 9:00 AM
Banca.
Bg a tutti.


La National Stem Cell Bank e’ finalmente all’opera

Commenta
Scrivi nuovo
E’ stata aperta la prima banca nazionale delle cellule staminali mirata a promuovere la ricerca sulle terapie cellulari anche attraverso l’uso di embrioni.
A darne l’annuncio e’ proprio il Ministro della Salute Norman Warner, che nella cerimonia di presentazione ha dichiarato: “Il governo e’ lieto di dare il via a questo progetto, perche’ crede nelle grandi potenzialita’ offerte dalla ricerca sulle staminali embrionali ed e’ intenzionato a sostenere i migliori ricercatori in questo settore”.
La banca e’ situata presso il National Institute for Biological Standards and Control, in una zona tranquilla poco distante da Londra, dove i tecnici avranno il prezioso compito di raccogliere, conservare e coltivare linee di staminali embrionali per distribuirle ai centri di ricerca di tutto il mondo. Le prime due linee sono di provenienza britannica, e piu’ precisamente sono state create presso il King’s College of London e il Centre for Life di Newcastle. A nome di quest’ultimo ha parlato il prof. Alison Murdoch, negli ultimi tempi sotto l’occhio dei riflettori proprio per aver ottenuto delle licenze particolari per la creazione di embrioni. Murdoch ha spiegato: “La creazione di una banca comune e’ un traguardo fondamentale, che ci permettera’ di organizzare meglio le ricerche e garantire i piu’ alti standard qualitativi. E non solo: una banca e’ anche sinonimo di controllo delle risorse biologiche e migliore distribuzione del materiale in base agli studi che si intendono svolgere”.
E Glyin Stacey, manager della banca, ha dichiarato: “La ricerca sulle staminali e’ ancora in una fase precoce di apprendimento e acquisizione di conoscenze. E’ molto importante il fatto che ci sia un’istituzione alla quale possano accedere gli scienziati e che questa possa rappresentare una fonte di qualita’ e collaborazione”.
Fonte: Aduc (13/01/2005)


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Monday, January 17, 2005 8:22 AM
Milioni e bilioni.
Bg a tutti.

Frenesia del denaro.


Testo e traduzione.


Jan. 17, 2005 4:35
NY: $1 billion stem cell research initiative
Democratic lawmakers proposed a $1 billion (Euro 760 million) stem cell research initiative on Sunday, saying New York could be left behind after California voters approved $3 billion (Euro 2.29 billion) for human embryonic stem cell research.

Senate Democratic leader David Paterson said the initiative would be financed through the sale of up to $1 billion (Euro 760 billion) in general obligation bonds, subject to voter approval, over 10 years.

Andrew Conrad, the co-founder of the National Genetics Institute who joined Paterson and other legislators on the steps of City Hall, said the goal is to create research funding over a 10-year period.

"For those of us in the medical community, we know that this steady source of funding is incredibly important," Conrad said. "This is enough money to keep the best minds, in fact to recruit the best minds into the state of New York to pursue stem cell research."

Paterson said his proposal would create a New York Stem Cell Research Institute to regulate stem cell research and provide funding through grants and loans. The institute would be subject to peer review and to oversight by the state attorney general, the comptroller and the Public Authorities Control Board.


Gennaio 17. 2005 4:35 NY: i legislatori democratici di iniziativa di ricerca della cellula formativa $1 miliardo hanno proposto (Euro 760 milioni) un'iniziativa di ricerca della cellula formativa $1 miliardo la domenica, ad esempio New York potrebbe essere lasciata dopo gli elettori della California ha approvato $3 miliardo (Euro 2.29 miliardo) per ricerca embrionale umana della cellula formativa. Il capo democratico David Paterson del senato ha detto che l'iniziativa sarebbe finanziata con la vendita di fino a $1 miliardo (Euro 760 miliardo) nei legami di obbligo generale, conforme ad approvazione dell'elettore, in 10 anni. Andrew Conrad, il co-fondatore dell'istituto nazionale della genetica che ha unito Paterson ed altri legislatori sui punti della città corridoio, ad esempio che l'obiettivo è di generare la ricerca che costituisce un fondo per su un periodo di dieci anni. "For quelli di noi nella Comunità medica, sappiamo che questa fonte di costituire un fondo per costante è incredibilmente importante, " Conrad detto. i "This è abbastanza soldi per mantenere le menti migliori, in effetti per reclutare le menti migliori nel dichiarare di New York per perseguire la cellula formativa research." Paterson detto la sua proposta genererebbe un istituto di ricerca della cellula formativa de New York per regolare la ricerca della cellula formativa e per finanziare con le concessioni ed i prestiti. L'istituto sarebbe conforme alla revisione di pari ed alla svista dal General di avvocato di dichiarare, dal controllore e dal Bordo di controllo di servizi pubblici.

Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]

Felix
Monday, January 17, 2005 10:32 AM
Studi e ricerche.
Testo e traduzione.


Effectiveness of FK506 on lipid peroxidation in the spinal cord following experimental traumatic injury

Study design: An in vivo study in Wistar albino rats with injured spinal cord.

Setting Department of Neurosurgery, Biochemistry and Pathology, Gazi University, Ankara, Turkey.

Objectives: The aim of this study was to investigate and compare the effects of FK506 an immunosupressive agent with methylprednisolone (MP) on lipid peroxidation (LP) in injured spinal cord tissue.

Method: A total of 28 adult healthy Wistar albino rats were subjected to traumatic spinal cord injuries (SCI) by using an aneurysmal clip compression technique, and they were divided into four groups. The G1 group (n=8) received FK506 (1 mg/kg); the G2 group (n=8) received FK506 (1 mg/kg) and MP (30 mg/kg); the G3 group (n=6) received only MP (30 mg/kg); and the G4 group (n=6) received no medication. The injured spinal cord tissue was studied by means of lipid peroxides, malondialdehyde (MDA), with thiobarbituric acid reaction and additionally the FK506 (G1); the MP (G3) groups were studied for histopathologic alterations 72 h after SCI with eight separate animals.

Results: Although LP values of G1, G2, G3 showed no statistical difference between intergroup analyses (P=0.547), a histopathological examination revealed that in the group that received MP, the oedema pattern was more significant than the group that received FK506. Another interesting finding was the presence of polymorphonuclear leucocytes in the MP group, whereas no infiltration was found in the FK506 group.

Conclusion: Analysis of the results indicated that FK506 is a valuable pharmacological agent that could be used to decrease the LP and polymorphonuclear leucocyte infiltration and inflamatory reactions in the injured spinal cord tissue.

Spinal Cord (2005)

Efficacia di FK506 su perossidazione del lipido nel midollo spinale che segue ferita traumatica sperimentale

Disegno di studio: Uno studio in vivo nei ratti dell'albino di Wistar con midollo spinale danneggiato.

Regolazione del reparto di neurochirurgia, biochimica e patologia, università di Gazi, Ankara, la Turchia.

Obiettivi: Lo scopo di questo studio era di studiare e paragonare gli effetti di FK506 un agente immunosupressive al methylprednisolone (mp) su perossidazione del lipido (LP) nel tessuto danneggiato del midollo spinale.

Metodo: Un totale di 28 ratti sani dell'albino di Wistar dell'adulto è stato sottoposto alle lesioni traumatiche del midollo spinale (SCI) usando una tecnica aneurysmal di compressione della clip e sono stati divisi in quattro gruppi. Il gruppo G1 (n= 8) ha ricevuto FK506 (1 mg/kg); il gruppo G2 (n= 8) ha ricevuto FK506 (1 mg/kg) ed il mp (30 mg/kg); il gruppo G3 (n= 6) ha ricevuto soltanto il mp (30 mg/kg); ed il gruppo G4 (n= 6) non ha ricevuto farmaco. Il tessuto danneggiato del midollo spinale è stato studiato per mezzo di perossidi del lipido, la malondialdeide (MDA), con reazione dell'acido tiobarbiturico ed ulteriormente il FK506 (G1); i gruppi del mp (G3) sono stati studiati per le alterazioni istopatologiche 72 h dopo che SCI con otto animali separati.

Risultati: Anche se i valori del LP di G1, G2, G3 non hanno evidenziato differenza statistica fra le analisi del intergroup (P= 0.547), un esame istopatologico ha rivelato che nel gruppo che ha ricevuto il mp, il modello dell'edema era più significativo del gruppo che ha ricevuto FK506. Un'altra individuazione interessante era la presenza dei leucociti polimorfonucleari nel gruppo del mp, mentre nessun'infiltrazione è stata trovata nel gruppo FK506.

Conclusione: L'analisi dei risultati ha indicato che FK506 è un agente farmacologico importante che potrebbe essere usato per fare diminuire il LP e le reazioni inflamatory polimorfonucleari di infiltrazione del leucocita e nel tessuto danneggiato del midollo spinale.

Midollo spinale (2005)


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Wednesday, January 19, 2005 8:08 AM
Fermento politico.
Bg a tutti.

Alla fine si rivelerà un grande business, chi ci crede oltre a fare tanto bene farà anche tanti soldi. Molti soci sono consapevoli, altri lo stanno diventando, dietro ogni ricerca c' è sempre una multinazionale farmaceutica; del resto è sempre stato così, lo è oggi e lo sarà domani.
L' Italia se ne guarda bene oggi, lo farà tra trent' anni.

Testo e traduzione.



Stem Cell Clash
Bill favors continued research

Fearing that a legislative attempt to ban human cloning will undermine medical research, a Nebraska lawmaker is offering a bill that would ensure that stem-cell research is allowed to continue in the state.

Senator Joel Johnson of Kearney, a medical doctor, introduced his bill (LB580) Tuesday in response to a human-cloning ban offered earlier by Senator Adrian Smith of Gering. Smith's bill would also ban creating embryos for stem-cell research.

Johnson's bill would ban reproductive cloning but would allow the creation of embryos for stem-cell research.

Johnson and other backers of stem-cell research argue the cells potentially could be tweaked to grow into any human tissue and some day could reverse spinal cord injuries and treat diseases such as Alzheimer's and Parkinson's.

But because embryos are destroyed when stem cells are extracted, the process is opposed by some people who link it to abortion.

Johnson fears if Smith's ban is passed, researchers at the University of Nebraska Medical Center and elsewhere would leave the state.

"There are too many people that have worked too many years to establish a world-class research program at UNMC," he said. "If we have legislation that basically tells scientists, 'You are not welcome here,' then all of this work will be threatened."

Johnson said his measure was inspired by the efforts of U.S. Senator Orrin Hatch, R-Utah, who is leading a push to ease the Bush administration's restrictions on federal financing of embryonic stem-cell research.

Bush signed an executive order in August 2001 that limited federal help to financing stem-cell research on 78 embryonic stem-cell lines then in existence.

Johnson said Nebraska will be at a competitive disadvantage if Smith's bill is passed.

"There isn't any question that the research is going to happen," he said. "Around the world, there are people tooling up to do stem-cell research."

Those who maintain that all human cloning must be banned argue that a cloned embryo is a human even before implantation in the womb, and to destroy it for research would be immoral.

In cloning, genes from an adult cell are implanted into a human egg from which all the genetic material has been removed. The egg is then cultured into an embryo that, if implanted in a womb, would produce an offspring that would be a genetic duplicate of the cell donor.

The hope is that building-block stem cells in the embryos would be genetic matches capable of being transplanted into patients whose cells are damaged by disease.

Smith wasn't buying that argument.

"It's an effort to protect unethical research," Smith said of Johnson's bill. "I don't think academic freedom is intended, nor should it be, an anything-goes policy."


Temendo che un tentativo legislativo di vietare la clonazione umana insidierà la ricerca medica, un legislatore del Nebraska sta offrendo una fattura che accerterebbe che la ricerca della gambo-cellula sia permessa continuare nel dichiarare. Il senatore Joel Johnson di Kearney, un medico medico, ha introdotto la sua fattura (LB580) martedì in risposta ad un divieto della umano-clonazione offerto più presto dal senatore Adrian Smith di Gering. La fattura di Smith's inoltre vieterebbe la generazione degli embrioni per ricerca della gambo-cellula. La fattura di Johnson's vieterebbe la clonazione riproduttiva ma permetterebbe la creazione degli embrioni per ricerca della gambo-cellula. Johnson ed altri appoggi di ricerca della gambo-cellula discutono le cellule potenzialmente potrebbero tweaked per svilupparsi in tutto il tessuto umano e un certo giorno potrebbe invertire le ferite del midollo spinale e le malattie dell'ossequio quali Alzheimer's e Parkinson's. Ma perché gli embrioni sono distrutti quando le cellule formative sono estratte, il processo è opposto qualche gente che lo collega ad aborto. Johnson teme se il divieto di Smith's è passato, ricercatori all'università di centro medico del Nebraska ed altrove lascerebbe il dichiarare. il "There è troppa gente che hanno funzionato troppi anni per stabilire un programma di ricerca del mondo-codice categoria a UNMC, " ha detto. "If abbiamo legislazione che dice basicamente agli scienziati, il ' che non siete benvenuti qui, ' allora tutto questo lavoro sarà threatened." Johnson detto la sua misura è stato ispirato dagli sforzi del senatore Orrin Hatch, R-Utah degli STATI UNITI, che sta conducendo una spinta per facilitare le limitazioni del Bush administration's su finanziamento federale della ricerca embrionale della gambo-cellula. Bush ha firmato un ordine esecutivo nel mese di agosto del 2001 che aiuto federale limitato a ricerca della gambo-cellula di finanziamento su 78 linee embrionali della gambo-cellula allora in atto. Il Nebraska detto Johnson sarà uno svantaggiato competitivo se la fattura di Smith's è passata. "There isn't qualsiasi domanda che la ricerca sta andando accadere, " ha detto. il "Around il mondo, là è lavorazione con utensili della gente fino a fa la gambo-cellula research." Coloro che effettua che tutta la clonazione umana deve vietarsi sostengono che un embrione clonato è un essere umano anche prima di impianto nel womb e distruggereo per ricerca sarebbero immorali. Nella clonazione, i geni da una cellula dell'adulto sono impiantati in un uovo umano da cui tutto il materiale genetico è stato rimosso. L'uovo allora è coltivato in un embrione che, se impiantato in un womb, produrrebbe una prole che sarebbe un duplicato genetico del donatore delle cellule. La speranza è che costruzione-ostruisce le cellule formative negli embrioni sarebbe fiammiferi genetici capaci di trapianto nei pazienti di cui le cellule sono danneggiate dalla malattia. Acquisto dello Smith wasn't che discussione. "It's uno sforzo proteggere ricerca unethical, " Smith ha detto della fattura di Johnson's. il "I don't pensa che la libertà accademica sia intesa, né dovrebbe essere, qualche cosa-va policy."


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Thursday, January 20, 2005 3:22 PM
Un aiuto dalla milza.
Bp a tutti.

Testo e traduzione.


Massachusetts General Hospital 20.01.2005


Spleen may be source of versatile stem cells



Cells have protein associated with embryonic development, limb regeneration

A year ago, Massachusetts General Hospital (MGH) researchers discovered that the spleen might be a source of adult stem cells that could regenerate the insulin-producing islets of the pancreas. In a follow-up to that unexpected finding, members of the same team now report that these potential adult stem cells produce a protein previously believed to be present only during the embryonic development of mammals.

The finding both supports the existence of these splenic stem cells and also suggests they may be able to produce an even greater variety of tissues. The report appears in the January 19 issue of SAGE KE (http://sageke.sciencemag.org ), an online resource on the science of aging from the publishers of the journal Science.

"There may be a previously undiscovered pocket of primitive stem cells in the spleen that are important for healing several types of damage or injury," says Denise Faustman, MD, PhD, director of the MGH Immunobiology Laboratory and senior author of the SAGE KE report. "If so, these cells could have much broader therapeutic applications than suggested by our earlier work."

In 2001 Faustman’s team found that a treatment designed to address the autoimmune reaction underlying type 1 diabetes actually cured the disease in diabetic mice. Late in 2003 they reported the mechanism behind the earlier discovery: cells from the spleens of donor mice – intended to train the diabetic animals’ immune systems not to attack islet cells – were actually producing new islets. The result suggested that the adult spleen – previously regarded as playing a fairly minor role in regenerative medicine – might contain a population of potential islet stem cells.

In their pursuit of that finding, the MGH researchers investigated the possible presence of a protein called Hox11 in these cells. In mammals, Hox11 is a controller of key steps in embryonic development – including the formation of the spleen – but it was not known to be present in adults under normal circumstances. In some other animals, however, the protein has an intriguing function: when creatures like newts regenerate a lost limb or tail, production of Hox11 is radically increased.

As reported in their SAGE KE article, the MGH team did find that Hox11 was produced in the spleens of adult mice by the same cells that regenerated the islets in the earlier study. They also found that these cells did not produce a protein known to be associated with a cellular commitment to develop into a particular type of tissue. Without that commitment, the splenic cells may be able to differentiate into a wider variety of cells than can adult stem cells from bone marrow, which do not produce Hox11.

The researchers also note that the spleen develops from embryonic tissue that is known not only to generate precursors to many types of blood cells, a function shared by the bone marrow, but potentially to form such diverse organs as the small intestine, uterus, vascular system and lung. They theorize that a pocket of these uncommitted cells might remain in the spleen though adulthood. In addition to regeneration of islets, these cells might also produce bone cells – suggested by findings from other researchers – or potentially even cells of the nervous system, development of which depends on the correct production of Hox11.

"We know that if you have a major loss of blood, the spleen is turned on to supplement the bone marrow in replenishing your blood supply. We may find that the spleen kicks in to help with many more biological emergencies. What has been considered a practically unnecessary organ may actually provide critical healing cells," says Faustman, an associate professor of Medicine at Harvard Medical School.

She adds, "This data also shows the kind of payback that can come from studies of lower animals like newts and sponges. Combining the knowledge of Hox11’s role in those animals with what we’d found about islet cell regeneration in mice helped us find this previously unknown example of normal, controlled Hox11 expression in an adult mammal."



Ospedale Generale Del Massachusetts 20.01.2005


La milza può essere fonte delle cellule formative versatili



Le cellule hanno proteina connessa con sviluppo embrionale, rigenerazione del membro

Un anno fa, i ricercatori generali dell'ospedale del Massachusetts (MGH) hanno scoperto che la milza potrebbe essere una fonte delle cellule formative dell'adulto che potrebbero rigenerare gli isolotti insulina-producenti del pancreas. In un aggiornamento a quello l'individuazione inattesa, membri della stessa squadra ora segnala che queste cellule formative potenziali dell'adulto producono una proteina precedentemente creduta per essere presenti soltanto durante lo sviluppo embrionale dei mammiferi.

L'individuazione sia sostiene l'esistenza di queste cellule formative splenic che inoltre che suggerisce che possono potere produrre una varietà ancora più grande di tessuti. Il rapporto compare del 19 nell'emissione gennaio di SALVIA KE (http://sageke.sciencemag.org), una risorsa in linea sulla scienza di invecchiare dagli editori della scienza del giornale.

"ci può essere una tasca precedentemente non scoperta delle cellule formative primitive nella milza che sono importanti per healing parecchi tipi di danni o di ferite," dice Denise Faustman, MD, PhD, direttore del laboratorio di MGH Immunobiology ed autore maggiore del rapporto della SALVIA KE. "in caso affermativo, queste cellule potrebbero avere applicazioni terapeutiche molto più vaste di quanto suggerite tramite il nostro lavoro più in anticipo."

In Faustman la squadra 2001 ha trovato che un trattamento destinato per richiamare il diabete di fondo di tipo 1 di reazione autoimmune realmente ha curato la malattia in mouse diabetici. In ritardo in 2003 hanno segnalato il meccanismo dietro la scoperta più iniziale: le cellule dalle milze dei mouse erogatori - ha inteso addestrare i sistemi immuni degli animali diabetici per non attacare le cellule dell'isolotto - realmente stavano producendo i nuovi isolotti. Il risultato ha indicato che la milza dell'adulto - precedentemente considerare come svolgere un ruolo ragionevolmente secondario nella medicina rigeneratrice - potrebbe contenere una popolazione delle cellule formative potenziali dell'isolotto.

Nel loro inseguimento di quello che trova, i ricercatori di MGH hanno studiato la presenza possibile di una proteina denominata Hox11 in queste cellule. In mammiferi, Hox11 è un regolatore dei punti chiave nello sviluppo embrionale - compreso la formazione della milza - ma non è stato conosciuto per essere presente in adulti in circostanze normali. In alcuni altri animali, tuttavia, la proteina ha una funzione intrigante: quando le creature come i newts rigenerano un membro o una coda perso, la produzione di Hox11 è aumentata radicalmente.

Come segnalato in loro articolo della SALVIA KE, la squadra di MGH ha trovato che Hox11 è stato prodotto nelle milze dei mouse dell'adulto dalle stesse cellule che hanno rigenerato gli isolotti nello studio più iniziale. Inoltre hanno trovato che queste cellule non hanno prodotto una proteina conosciuta per essere associato con un impegno cellulare per svilupparsi in un tipo particolare di tessuto. Senza quell'impegno, le cellule splenic possono potere differenziare in un'più ampia varietà di cellule delle cellule formative dell'adulto dal midollo osseo, che non producono Hox11.

I ricercatori inoltre notano che la milza si sviluppa dal tessuto embrionale che è conosciuto per generare non soltanto i precursori a molti tipi di cellule di anima, una funzione compartecipe dal midollo osseo, ma potenzialmente per formare tali organi vari come il piccolo intestino, l'utero, il sistema vascolare ed il polmone. Teorizzano che una tasca di queste cellule uncommitted potrebbe rimanere nell'età adulta della milza comunque. Oltre che rigenerazione degli isolotti, queste cellule potrebbero anche produrre le cellule di osso - suggerite dai risultati da altri ricercatori - o le cellule potenzialmente uniformi del sistema nervoso, lo sviluppo di cui dipende dalla produzione corretta di Hox11.

"sappiamo che se avete una perdita importante di anima, la milza è accesa per completare il midollo osseo nel riempimento del vostro rifornimento di anima. Possiamo trovare che la milza dà dei calci a dentro ad aiuto con molte altre emergenze biologiche. Che cosa è stato considerato un organo praticamente inutile può realmente fornire le cellule healing critiche, "dice Faustman, un professore di socio della medicina alla scuola medica de Harvard.

Aggiunge, "questi dati inoltre mostrano il genere di rimborso che può venire dagli studi degli animali più bassi come i newts e le spugne. La combinazione della conoscenza del ruolo di Hox11's in quegli animali con che cosa troveremmo circa rigenerazione delle cellule dell'isolotto in mouse li ha aiutati a trovare questo esempio precedentemente sconosciuto dell'espressione normale e controllata Hox11 in un mammifero dell'adulto."


Le più informazioni: www.mgh.harvard.edu
sageke.sciencemag.org
www.joinleenow.org



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Monday, January 24, 2005 9:45 AM
Avvertenze x l' uso.
Bg a tutti.


Molecola non umana in staminali
Rischio di reazione immunitaria del corpo dei pazienti
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Le staminali embrionali umane in studio in molti laboratori sono contaminate con una molecola non umana. L'avvertimento, pubblicato sulla rivista Usa Nature Medicine, assumera' enorme valore quando, una volta confermate le potenzialita' terapeutiche di queste cellule, gli scienziati inizieranno a testarle sugli uomini. In questi test il pericolo e' che la molecola, l'acido N-glicolilneuraminico, scateni una reazione immunitaria nel corpo di un paziente.

© Copyright ANSA Tutti i diritti riservati 2005-01-24



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Tuesday, January 25, 2005 5:44 PM
Per chi aveva dubbi.
Bp a tutti.

Non vi erano dubbi, le colonie approvate da Bush purtroppo erano contaminate.

Testo e traduzione.


Posted on Tue, Jan. 25, 2005





New lines of stem cells are required

PROBLEMS OPEN OPPORTUNITIES

By Lisa M. Krieger

Mercury News


Problems with the federal government's stem cells are creating new opportunities for private companies, research foundations and state governments to build their own embryonic stem-cell collections, invigorating the nascent field.

Dozens of new stem-cell lines are being grown in ways that avoid the risk of contamination seen in cells sanctioned by the Bush administration in 2001, scientists say.

The journal Nature, confirming what scientists have long suspected, reported Sunday that the federally funded cells are contaminated with a foreign molecule from mice, creating a risk of immune rejection.

''The consensus is that is a very old technology, not used for years,'' said Thomas Okarma of the Menlo Park-based biotech company Geron. ''There really is no excuse today for anyone to be growing cells that way.''

In 2001, President Bush said he would allow the government to fund research only on 60 established human embryonic stem-cell lines, avoiding the destruction of additional human embryos.

The Nature study ''is merely validation for the direction in which people are going already,'' said Susan Fisher, professor of cell and tissue biology at the University of California-San Francisco, who is creating human-based cells in research partially funded by Geron.

In California, these approaches will be funded by the California Institute for Regenerative Medicine, the $3 billion project funded by Proposition 71 in November.

''New lines must be made with techniques, now available, to avoid these problems,'' said Irving Weissman, director of Stanford University's Cancer/Stem Cell Biology and Medicine Institute.

Geron already has a patent on a technology that allows human embryonic stem cells to be grown in large quantities using a human protein and growth factor, not mouse cells.

Other scientists are also working on ways to grow stem cells without mouse cells:

• At La Jolla's Burnham Institute, scientists are trying to create a way to grow embryonic stem cells without using any other cells.

• New York's Rockefeller University found a system to maintain embryonic stem cells using a molecule developed from a marine mollusk.

• In Singapore and several other nations, scientists are well along in searches to use all-human materials to grow embryonic stem cells. Researchers at Singapore's National University use cells from human muscle, skin and fallopian tubes.

States, foundations and universities are generating funding not subject to the federal restrictions. New Jersey's governor has proposed a $60 million public-private stem-cell research partnership. The Juvenile Diabetes Research Foundation spent $8 million last year on stem-cell research. Harvard University recently launched a $100 million fundraising drive.

Some researchers remain optimistic that there is a way to clean up the old cell lines, so that they'll be useful in therapies.

But scientists say the future belongs to those who employ an approach that doesn't rely on animal cells.

''It opens up a promising new area for scientists and companies who establish new ways to grow cells that do not involve mice,'' said Peter Balbus of Pragmaxis, a Chicago company that commercializes new technologies.




Inviato su Tue, 25 gennaio 2005





Le nuove linee delle cellule formative sono richieste

I PROBLEMI APRONO LE OCCASIONI

Da Lisa M. Krieger

Notizie Del Mercurio


I problemi con le cellule formative del governo federale stanno generando le nuove occasioni per le aziende riservate, ricercano i fondamenti e dichiarano i governi per sviluppare le loro proprie collezioni embrionali della gambo-cellula, corroboranti il campo nascente.

Le dozzine di nuove linee della gambo-cellula stanno sviluppandosi nei sensi che evitano il rischio di contaminazione visto in cellule sanctioned tramite la gestione di Bush in 2001, scienziati dicono.

La natura del giornale, confermante che scienziati lungamente hanno ritenuto sospetto, ha segnalato domenica che le cellule federalmente costituite un fondo per sono contaminate con una molecola straniera dai mouse, generanti un rischio di rifiuto immune.

'' il consenso è che è una tecnologia molto vecchia, usato per gli anni, Thomas detto ''Okarma dell'azienda Geron del biotech Parco-basata Menlo. '' non ci realmente è oggi giustificazione affinchè chiunque sviluppi le cellule quel ''di senso.

In 2001, il presidente Bush ha dichiarato permetterebbe che il governo costituisca un fondo per la ricerca soltanto su 60 linee embrionali umane stabilite della gambo-cellula, evitante la distruzione degli embrioni umani supplementari.

Lo studio della natura '' è soltanto convalida per il senso in cui la gente sta andando già, il pescatore di Susan detto '', professore della cellula e della biologia del tessuto all'università di California-California-San Francisco, che sta generando le cellule umano-basate nella ricerca parzialmente costituita un fondo per da Geron.

Nella California, questi metodi saranno costituiti un fondo per dall'istituto per la medicina rigeneratrice, della California il progetto $3 miliardo costituito un fondo per da Proposition 71 di novembre.

'' le nuove linee devono essere fatte con le tecniche, ora disponibili, per evitare questi problemi, ''detto Irving Weissman, direttore di biologia delle cellule di Cancer/Stem dell'università di Stanford ed istituto della medicina.

Geron già ha un brevetto su una tecnologia che permette che le cellule formative embrionali umane si sviluppino in grande quantità usando un fattore umano di sviluppo e della proteina, non cellule del mouse.

Altri scienziati inoltre stanno lavorando ai sensi sviluppare le cellule formative senza cellule del mouse:

• All'istituto di Burnham de La Jolla, gli scienziati stanno provando a generare un senso sviluppare le cellule formative embrionali senza usando alcune altre cellule.

• L'università di Rockefeller de New York ha trovato un sistema per effettuare le cellule formative embrionali usando una molecola sviluppata da un mollusco marino.

• A Singapore e parecchie altre nazioni, gli scienziati sono bene avanti nelle ricerche per usare i materiali tutto-umani per sviluppare le cellule formative embrionali. Ricercatori alle cellule nazionali di uso dell'università de Singapore dal muscolo umano, dalla pelle e dai tubi fallopian.

Dichiara, fondamenti e le università stanno generando costituire un fondo per non conforme alle limitazioni federali. il regolatore della Nuovo-Jersey ha proposto un'associazione pubblico-riservata di ricerca della gambo-cellula $60 milioni. Il fondamento giovanile di ricerca del diabete ha speso l'anno scorso $8 milioni su ricerca della gambo-cellula. L'università di Harvard recentemente ha lanciato un azionamento fundraising $100 milioni.

Alcuni ricercatori rimangono ottimisti che ci è un senso pulire le vecchie linee delle cellule, di modo che saranno utili nelle terapie.

Ma gli scienziati dicono che il futuro appartiene a coloro che impiega un metodo che non conta sulle cellule animali.

'' esso aprono una nuova zona promising per gli scienziati e le aziende che stabiliscono i nuovi sensi sviluppare le cellule che non coinvolgono i mouse, Peter detto ''Balbus di Pragmaxis, un'azienda del Chicago che commercializza le nuove tecnologie.


--------------------------------------------------------------------------------



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Friday, January 28, 2005 8:54 AM
Fosfatase.
Bg a tutti.


Caro Mark tutte proteine x te.


MEDICINA
Scoperta proteina chiave del sistema nervoso

Un gruppo di proteine, chiamate fosfatase, giocherebbe un ruolo importante nello sviluppo del sistema nervoso. Lo rivela un team di scienziati della University of California School of Medicine e del Salk Institute, a La Jolla, in California. I risultati dei loro studi, pubblicati su Science, dimostrerebbero come queste proteine siano un elemento strutturale fondamentale di un complesso proteico già noto da tempo, il cosiddetto REST/NRSF, che ha l'importante compito di controllare i geni neuronali regolandone l'attivazione. A eseguire questa mansione sarebbero proprio i fosfatase all'interno di esso, e sarebbero proprio loro a innescare o inibire la manifestazione dei geni neuronali, laddove occorra. I fosfatase risulterebbero presenti in quasi tutti i tessuti del corpo e assumerebbero un comportamento diverso a seconda delle situazioni: quello di impedire ai geni di attivarsi laddove non sia richiesto come, per esempio, nel cuore o nel fegato, oppure quello di consentire alle cellule neuronali di svilupparsi in neuroni specializzati. Come spiega Gordon Gill, uno degli autori dello studio, questa scoperta potrebbe aprire la strada verso nuove strategie terapeutiche e consentire uno sviluppo sempre maggiore nella prevenzione e cura dei disordini neurologici. (m.zi.)
(giovedì 27 gennaio)



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Monday, January 31, 2005 6:00 PM
Agg. cellule staminali.
Bs a tutti.

31 Gennaio 2005 - 15:47
STAMINALI: NEL 2006 IN ITALIA TEST CON CELLULE FETI ABORTITI
(ANSA) - ROMA, 31 GEN - E' previsto per il 2006 in Italia il primo intervento sull'uomo basato sull'uso di cellule staminali prelevate 10 anni fa da feti naturalmente abortiti per curare due gravi malattia neurodegenerative. Lo ha detto oggi a Roma il co-direttore dell'Istituto per la ricerca sulle cellule staminali del san Raffaele di Milano, Angelo Vescovi, a margine del convegno sulla procreazione assistita organizzato all'Accademia dei Lincei dall'Istituto per la documentazione e gli studi legislativi (Isle). L'Italia si pone cosi' in pole position nella corsa internazionale alla sperimentazione basata sulle cellule fetali per la cura di malattie del cervello: altri due studi sull'uomo, ha detto Vescovi, sono al nastro di partenza negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. (segue).





31 Gennaio 2005 - 16:24
STAMINALI: NEL 2006 IN ITALIA TEST CON CELLULE FETI ABORTITI(2)
(ANSA) - ROMA, 31 GEN - Negli Stati Uniti un'azienda privata, la StemCells di Palo Alto, ha appena presentato all'ente americano per il controllo sui farmaci, la Food and Drug Administration (FDA), la richiesta di autorizzazione per uno studio basato sull'impiego di cellule staminali cerebrali purificate, come terapia compassionevole, su bambini colpiti dalla malattia di Batten, una rara malattia ereditaria che colpisce il sistema nervoso. Sempre a scopo sperimentale, in Gran Bretagna un'altra azienda, la ReNeuron, prevede di utilizzare cellule staminali purificate per la cura dell'ischemia. In Italia e' prevista nel 2006 la sperimentazione di cellule prelevate da feti abortiti per la cura di due "malattie neurodegenerative dall'esito letale", ha detto Vescovi senza voler precisare il tipo di malattia. Nello studio potrebbero essere arruolati adulti e bambini, per un totale di 15-20 pazienti. L'intenzione, ha aggiunto l'esperto, e' di avviare uno studio multicentrico, promosso dal Consorzio per la ricerca sulle cellule staminali (Constem), nato un anno e mezzo fa dalla collaborazione fra pubblico e privato. Due al momento i nodi da risolvere: il primo riguarda i costi della sperimentazione, stimati in 2,5 milioni di euro, e l'altro riguarda gli altissimi requisiti di purezza richiesti dall'Unione Europea e indicati come Good Manifacturing Practice). Nessun problema, invece, per la disponibilita' delle cellule che saranno utilizzate nello studio: sono state raccolte dieci anni fa dallo stesso Vescovi, prelevandole da feti abortiti spontaneamente. Non ci sono quindi, ne' per la legge ne' per la chiesa, problemi etici che vietino l'uso di cellule di questo tipo. "In dieci anni - ha detto Vescovi - abbiamo utilizzato la meta' delle cellule prelevate". Le cinque fiale che oggi ci restano permetteranno di ottenere ancora centinaia di migliaia di cellule nervose. Anche se i pazienti riceveranno cellule che non appartengono al loro organismo, ha concluso l'esperto, e' molto probabile che la terapia sara' ben tollerata e che i pazienti avranno bisogno di una terapia immunosoppressiva lieve e forse temporanea.(ANSA).


31 Gennaio 2005 - 16:31
STAMINALI: ITALIANI STUDIANO 'MACCHINA DEL TEMPO' CELLULARE
(ANSA) - ROMA, 31 GEN - Una macchina del tempo cellulare capace di riportare una cellula adulta indietro nello sviluppo, fino a farla tornare ad essere immatura e indifferenziata come era nella fase embrionale: e' l'obiettivo ambizioso del progetto appena avviato in collaborazione da due fra i maggiori esperti nel campo delle staminali: il direttore del laboratorio di Biologia dello sviluppo dell' universita' di Pavia, Carlo Alberto Redi, e il co-direttore dell'Istituto per la ricerca sulle cellule staminali del San Raffaele di Milano, Angelo Vescovi. "Il nostro obiettivo e' arrivare ad ottenere cellule staminali embrionali senza passare per l'embrione", ha detto Vescovi nel convegno sulla procreazione assistita organizzato oggi a Roma, all'Accademia dei Licei, dall'Istituto per la documentazione e gli studi legislativi (Isle). "Tutto nasce dall'esperimento che ha portato alla nascita di Dolly - ha proseguito Vescovi - perche' quell'esperimento ha dimostrato che una cellula adulta puo' essere de-programmata". In che modo? La parola chiave e' "citoplasto artificiale", ha detto Redi. Si tratta cioe' di ricreare attorno ad una cellula adulta un ambiente il piu' possibile simile a quello presente nell'ovocita. La scommessa e' allora ottenere una miscela di sostanze nutritive e di fattori di crescita capace di spingere la cellula a tornare indietro nello sviluppo e quindi ad azzerare il programma genetico che l'ha portata ad essere una cellula adulta specializzata. (segue).

31 Gennaio 2005 - 16:53
STAMINALI: ITALIANI STUDIANO 'MACCHINA DEL TEMPO' CELLULARE (2)
(ANSA) - ROMA, 31 GEN - L'idea di ottenere cellule staminali embrionali senza passare per l'embrione e' nata in Italia fin dai tempi della Commissione Dulbecco, istituita nel 2000 dall'allora ministro della Sanita' Umberto Veronesi. La tecnica indicata allora dalla Commissione, chiamata Trasferimento nucleare di cellule staminali autologhe (Tnsa), prevedeva di privare del nucleo un ovocita umano non fecondato e nel trasferire al suo interno il nucleo prelevato da cellule somatiche del paziente in modo che nell'ovocita si sviluppassero cellule staminali con un patrimonio genetico identico a quello del paziente che le ha donate. La nuova strada che adesso hanno intrapreso Redi e Vescovi prevede la realizzazione in laboratorio dell'ambiente che si trova all'interno dell'ovocita. A questa fase della ricerca sta lavorando adesso il gruppo di Redi, mentre il gruppo di Vescovi mettera' a punto le linee di cellule nervose da riprogrammare. Al momento i ricercatori hanno a disposizione un finanziamento di 80.000 euro da parte del ministero della Salute, stanziato nell'ambito del fondo di 5 milioni di euro assegnato tre anni fa dal ministero alla ricerca sulle staminali.(ANSA).




Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]



Felix
Tuesday, February 01, 2005 11:32 AM
Ops
Bg a tutti.

Questa ci era sfuggita ieri. Riepilogativa !!

31 Gennaio 2005 - 18:53
STAMINALI: TEST CON CELLULE FETALI,ITALIA IN PRIMA FILA/ANSA
(ANSA) - ROMA, 31 GEN - Italia in prima fila nella ricerca sulle cellule staminali prelevate da feti abortiti: e' a buon punto l'organizzazione della prima sperimentazione sull'uomo basata sull'uso di cellule fetali altamente selezionate e purificate, prevista per il 2006. Si tratta di uno dei primi test di questo tipo al mondo e l'Italia e' fra i primi tre Paesi a intraprendere la sperimentazione, insieme a Stati Uniti e Gran Bretagna. L'annuncio e' arrivato oggi a Roma, a margine del convegno sulla fecondazione assistita organizzato presso l'Accademia dei Lincei dall'Istituto per la documentazione e gli studi legislativi (Isle). La ricerca basata sull'utilizzo di cellule staminali derivate da tessuti adulti "e' un settore nel quale l'Italia e' all'avanguardia" ed e' "un settore promettente da sviluppare nel rispetto dell'etica", ha detto il co-direttore dell'Istituto per la ricerca sulle cellule staminali del San Raffaele di Milano, Angelo Vescovi. "E' un approccio - ha aggiunto - che cambia il modo di fare medicina: non si interviene semplicemente sui sintomi, ma si ricostruiscono i tessuti, risalendo cosi' alla causa della malattia". - LA SPERIMENTAZIONE: a coordinare lo studio e' il Consorzio per la ricerca sulle cellule staminali (Constem), nato un anno e mezzo fa dalla collaborazione di una ventina di istituti di ricerca pubblici e privati. Lo studio, che coinvolgera' piu' centri, consiste nella coltivazione di cellule staminali nervose prelevate dieci anni fa da feti abortiti spontaneamente. Le cellule, purificate sulla base del protocollo europeo Good Manifacturing Practice (GMP) saranno quindi trasferite nei pazienti, in tutto 15-20, adulti e bambini, colpiti da due malattie neurodegenerative di esito letale. Il costo complessivo della sperimentazione e' previsto in 2,5 milioni di euro. - UNA GRANDISSIMA RISERVA DI CELLULE: le cellule fetali che saranno utilizzate nello studio sono state prelevate dieci anni fa dallo stesso Vescovi, su feti abortiti spontaneamente. "Allora avevamo raccolto dieci fiale e da allora ne abbiamo utilizzate la meta' e con le cinque che restano potremo ottenere ancora centinaia di migliaia di cellule nervose", ha osservato Vescovi. - TERAPIA BEN TOLLERATA: l'intervento previsto nella sperimentazione e' un trapianto a tutti gli effetti. Anziche' un organo saranno trapiantate cellule da un individuo all'altro, ma ci sono buone speranze che il sistema immunitario dei pazienti possa accettare piu' facilmente le nuove cellule. Queste, ha rilevato Vescovi, derivano infatti da un unico individuo (contrariamente a quanto e' accaduto in altri interventi finora condotti sul cervello utilizzando cellule fetali) e inoltre il cervello ha una tolleranza migliore rispetto ad altri organi. Di conseguenza e' probabile che i pazienti arruolati nella sperimentazione avranno bisogno di una terapia immunosoppressiva lieve e forse temporanea.(ANSA).



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Paolo
Wednesday, February 02, 2005 4:15 PM
x felix
Ciao Felix, il prof. cinese dove vado a fare l'agopuntura, oggi mi ha detto di aver trovato notizie riguardo la clonazione o cose simili, di cellule nervose ed era entusiasta perchè fino ad ora nessuno ci era riuscito.
L'università cinese è la FUDAN UNIVERSITY ed il dottore si chiama ZHU JIANHONG.
Il sito è questo www.fudan.edu.cn/fudannews/news_content.php?channel=3&id=6394
ma purtroppo è scritto in cinese.
Mi ha detto che dovrebbe venire anche in Inghilterra.
Visto la tua tenacia a seguire e divulgare questo tipo di notizie, ed io sono negato, ci conto a sapere se trovi niente a riguardo, magari anche con i vari motori di ricerca.
Ciao, a presto
Paolo[SM=g27983] [SM=g27983] [SM=g27983]
Felix
Wednesday, February 02, 2005 9:34 PM
Certo Paolo.
Bs a tutti.

Certo che si Paolo, quando si può sempre.
Cmq sia molte volte invece dei motori di ricerca prova a vedere
su www.midollospezzato.it - chissà che nn ne slti fuori qlc.

In effetti su www.midollospezzato.it/Ultime.htm

ci sono le notizie che cercavi in italiano.


Se vuoi ti ho trovato anche il sito in inglese
della Fudan Univesrsity
nn installare il supporto in lingua e te lo ritrovi in inglese.

www.fudan.edu.cn/english/index_en.html


Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Felix
Thursday, February 03, 2005 9:01 AM
Altra soluzione al problema etico.
Bg a tutti.


02 Febbraio 2005 - 18:28
STAMINALI: RICERCA USA, DA MIDOLLO CELLULE SIMILI +++RPT+++
(ANSA) - NEW YORK, 2 FEB - Ricercatori di Boston hanno isolato un tipo di cellula del midollo osseo umano che sembra avere potenzialita' mediche e capacita' analoghe a quelle delle cellule embrionali staminali. Lo studio, condotto alla Tufts University, e' stato accolto con interesse nella comunita' scientifica americana, anche se vari ricercatori hanno sottolineato che e' ancora troppo presto per considerarla un' alternativa valida alla controversa ricerca sulle staminali embrionali. Utilizzando apparecchiature speciali per la scelta di cellule, i ricercatori ne hanno selezionate alcune provenienti dal midollo osseo di tre diversi donatori. I test condotti a Boston hanno poi dimostrato la capacita' di queste cellule di trasformarsi in molti, se non tutti, i tipi di cellule del corpo umano, come avviene con le staminali embrionali. I ricercatori della Tufts, che hanno pubblicato i risultati sul Journal of Clinical Investigation, hanno iniettato le cellule del midollo su topi che erano stati colpiti da attacchi cardiaci. Le cellule si sono trasformate in nuovi vasi sanguigni e in un nuovo muscolo cardiaco, dando ai topi trattati in questo modo il doppio di irrorazione sanguigna al cuore rispetto a quanti e' accaduto in un altro gruppo di ratti da laboratorio utilizzati come controllo. Anche le cicatrizzazioni sono risultate assai inferiori. Altri esperimenti in laboratorio a Boston hanno mostrato - riferisce il Washington Post - che le cellule del midollo possono trasformarsi anche in cellule nervose. "Penso che le cellule staminali embrionali siano destinate a svanire nello specchietto retrovisore, rispetto alle cellule staminali adulte", ha detto Douglas Losordo, il cardiologo della Tufts University che ha condotto la ricerca. "E' come un kit per le riparazioni: la natura ci ha fornito gli accessori per riparare un organo danneggiato", ha aggiunto. James Battey, il capo del programma sulle cellule staminali al National Institutes of Health, ha definito la ricerca "un ottimo lavoro", ma ha avvertito che e' troppo presto per pensare di abbandonare la ricerca sulle cellule staminali embrionali.(ANSA).



Buonavita. [SM=g27959] [SM=g27959] [SM=g27959]
Paolo
Thursday, February 03, 2005 4:35 PM
x Felix
Grazie Felix per la tua risposta, più che esauriente, ed anche a Felice, Maida ed Elisa.
Speriamo che le strategie, paventate in questo sito, www.disinformazione.it/guerracinaeiran.htm
non interferiscano in tutto questo.
A presto
Paolo[SM=g27983] [SM=g27983] [SM=g27983]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:54 AM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com