A.De Simone
Wednesday, September 05, 2012 8:14 PM
LE MODALITA' ED I MOTIVI DELLA CONTESTAZIONE NEL RICORSO INTRODUTTIVO
Egregio Collega,
innanzitutto mi presento.Sono l'Avv. Antonio De Simone, giuslavorista e previdenzialista (oltrechè civilista) del Foro di Trani ove esercito la professione. Ho scoperto il Tuo sito soltanto nel corso di quest'anno - e mi complimento con Te per la completezza e la puntualità dello stesso e la viva passione che emerge visibilmente nel curarlo costantemente ogni giorno - quando mi sono imbattuto, ahinoi, nella ricerca di spunti di riflessione ed approfondimenti interpretativi relativi alla nuova disciplina che ha visto l'introduzione dell'ATP nella materia di invalidità.
Premesso che anche da noi - come certamente in tutta Italia - ci si è parecchio confrontati sulle questioni più spinose derivate dalla normativa, e si sta ancora dibattendo su svariate questioni che sorgono man mano che i procedimenti incardinati volgono verso la conclusione, Vorrei conoscere il Tuo parere sui seguenti punti:

1) ritieni che, per poter proporre il ricorso introduttivo del giudizio di opposizione (ex art. 445 bis, 6° co., c.p.c.) avverso la ctu (negativa), sia necessario aver in precedenza inviato (nel termine fissato dal Giudice) al Ctu le proprie osservazioni sulla relazione ai sensi dell'art. 195, 3° co,c.p.c.? Te lo chiedo perchè il dubbio al riguardo è sorto a più di qualche Collega..

2) Dalle "Tue parti", la Cancelleria procede effettivamente all'invio alle parti del decreto con il quale il Giudice, ai sensi dell'art. 445 bis, 4° co., c.p.c., fissa il termine perentorio - non superiore a trenta gg. - entro cui depositare la dichiarazione di dissenso? E di che termine si tratta? 30 gg.?

3) Infine, se hai avuto già occasione di depositare ricorsi introduttivi del giudizio ai sensi del 6° co. della norma, Vorrei conoscere come hai ottemperato all'obbligo della specificazione dei motivi di contestazione. Ritieni sia consentito allegare "semplicemente" nuova documentazione sanitaria (ovviamente successiva al deposito della ctu) per "motivare" la contestazione; ed ancora che si possa, o addirittura sia necessario, produrre una relazione medico-legale di parte, per impugnare le risultanze della ctu?
Ti ringrazio sin da ora per il Tuo cortese e prezioso riscontro e resto con piacere a disposizione per quanto possa eventualmente occorrerTi dalle mie parti.
Antonio De Simone
carminebuonomo
Friday, September 07, 2012 8:38 AM
Caro Antonio, grazie per i complimenti... la passione per questa materia è tanta ed è questa che mi spinge a curare e ad aggiornare il sito anche se a volte è davvero difficile stargli dietro.
Passando ai tuoi quesiti posso dirti che:

A.De Simone, 05/09/2012 20.14:

1) ritieni che, per poter proporre il ricorso introduttivo del giudizio di opposizione (ex art. 445 bis, 6° co., c.p.c.) avverso la ctu (negativa), sia necessario aver in precedenza inviato (nel termine fissato dal Giudice) al Ctu le proprie osservazioni sulla relazione ai sensi dell'art. 195, 3° co,c.p.c.? Te lo chiedo perchè il dubbio al riguardo è sorto a più di qualche Collega.


Per la contestazione della consulenza, non credo sia necessario aver inviato al CTU le proprie osservazioni; il 445 bis non lo prevede espressamente e del resto vi sono alcuni Magistrati che sono orientati addirittura a consentire la trasmissione di eventuali osservazioni solo ai CTP, ovviamente se nominati in precedenza.

A.De Simone, 05/09/2012 20.14:

2) Dalle "Tue parti", la Cancelleria procede effettivamente all'invio alle parti del decreto con il quale il Giudice, ai sensi dell'art. 445 bis, 4° co., c.p.c., fissa il termine perentorio - non superiore a trenta gg. - entro cui depositare la dichiarazione di dissenso? E di che termine si tratta? 30 gg.?


Non abbiamo ancora avuto esperienza di questo aspetto perchè i termini per primi ATP scadranno da settembre/ottobre di quest'anno; in ogni caso mi sono informato nelle Cancellerie e mi hanno assicurato che una volta inserito nel sistema telematico l'avvenuto deposito della consulenza, questo in automatico invia una PEC all'avvocato; poichè la legge parla di "termine massimo di 30 giorni" e di "decreto comunicato alla parti" ritengo che, in mancanza di avviso, l'avvocato abbia 30 giorni dal ricevimento della PEC.
Addirittura in mancanza della PEC sono del parere che il termine non inizi mai a decorrere!!!

A.De Simone, 05/09/2012 20.14:

3) Infine, se hai avuto già occasione di depositare ricorsi introduttivi del giudizio ai sensi del 6° co. della norma, Vorrei conoscere come hai ottemperato all'obbligo della specificazione dei motivi di contestazione. Ritieni sia consentito allegare "semplicemente" nuova documentazione sanitaria (ovviamente successiva al deposito della ctu) per "motivare" la contestazione; ed ancora che si possa, o addirittura sia necessario, produrre una relazione medico-legale di parte, per impugnare le risultanze della ctu?


Anche qui non vi sono ancora esperienze in merito; in ogni caso se nutro alcuni dubbi sulla possibilità di contestare la CTU allegando documentazione sanitaria successiva (in tal caso si da implicitamente ragione alla CTU negativa), è perfettamente possibile farlo basandosi su una propria CTP.

Saluti, Carmine Buonomo
Nocilos
Friday, September 20, 2013 11:50 AM
ctu negativa
Egr. Avv. Buonomo, nel rigraziarTi anticipatamente per la risposta che vorrai darmi, volevo porti il seguente quesito. A seguito di CTU negativa inerente un ATP per il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento sarei orientato a proporre ricorso ex art. 445 bis cpc comma 6 al fine di contestare l'esito negativo della CTU. E' la prima volta che propongo tale ricorso e il dubbio è il seguente: ai fini dell'ammissibilità di tale ricorso mi basterà allegare una CTP che contesta in toto le conclusioni rassegnate dal CTP magari confortata anche da ulteriore documentazione attestante il peggioramento della situazione?
ti saluto cordialmente
carminebuonomo
Friday, September 20, 2013 1:22 PM
Purtroppo non puoi allegare una CTP nella fase di opposizione se non hai nominato il relativo consulente in primo grado.
Tuttavia, e non mi stancherò mai di dirlo, puoi tranquillamente riportare le osservazioni del CTP nell'atto in opposizione, ovviamente facendo sembrare che siano tue considerazioni ;)
Carmine Buonomo
Nocilos
Friday, September 20, 2013 2:32 PM
contestazione ctu
Egr. Avv. Buonomo, mi è sfuggito di dirTi che il CTP in sede di ATP è stato prontamente nominato. Quindi, le rifaccio la domanda. Anche se non presento osservazioni sulla relazione ai sensi dell'art. 195 cpc, potrò allegare una perizia di parte fatta dal mio CTP al ricorso in opposizione ex art. 445bis comma 6 cpc?
carminebuonomo
Saturday, September 21, 2013 7:43 AM
Allora il discorso cambia.
Se il CTP era giá stato nominato nella prima fase, puoi tranquillamente allegare le sue contestazioni nella fase di opposizione.

Carmine Buonomo
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 10:55 AM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com