Print   Search   Utenti   Join     Share : FaceboolTwitter
Pages: 1, 2, [3], 4
LilaBrown
Saturday, October 29, 2005 3:56 PM
Re:
Ma io non ho parlato di mentire o non sapere chi si è ò_o
Ho detto che capisco la necessità di chiarirsi sulla propria vita sessuale, perchè è ovvio che le relazioni sono importanti.
E' giusto anche definirsi in un certo modo (ho detto anche questo; ho detto appunto che mi definisco bisessuale).
Quello che trovo forzato è voler trovare delle regole per un aspetto della nostra vita che regole ne ha ben poche. Non puoi dire "sono eterosessuale se credo passerò la mia vita con una sola persona del sesso opposto". Questo è essere monogami. Ed eterosessuali. Ma se credo passerò la mia vita con più persone dell'altro sesso? XD Non sono etero comunque?

Insomma, è l'aspetto definitorio che mi perplime.
§yumeko§
Saturday, October 29, 2005 4:17 PM
Certo che è forzato. Ed anche riduttivo. E' quello che ho scritoo (un po' confusamente credo) in uno dei miei primi post. Ma le persone spesso ne sentono il bisogno, perchè, come ho già detto, una definizione paradossalmente aiuta sentirsi più sicuri di ciò che si è.
Però se si dice di essere etero/omo/bisex coscienti che sono definizioni molto semplicistiche e che possono assumere sfumature molto diverse tra loro (nonchè molto complicate), credo si sia già a buon punto... [SM=g27768]
RedheadWitch
Saturday, October 29, 2005 4:21 PM

Non puoi dire "sono eterosessuale se credo passerò la mia vita con una sola persona del sesso opposto". Questo è essere monogami. Ed eterosessuali. Ma se credo passerò la mia vita con più persone dell'altro sesso? XD Non sono etero comunque?



In questo sono d'accordo. Pensavo ti riferissi al mio post, in cui elencavo alcune cose che mi fanno pensare di essere bisessuale.
SandronaLaGrassona
Saturday, October 29, 2005 5:05 PM

"[...]passerei mai tutta la vita accanto ad una persona del mio stesso sesso"



Io ho scritto così.

Allora, è qualcosa di IPOTETICO e IMMAGINARIO.
Se ti pare ridicolo immaginari a settant'anni con a fianco un/una compagno/a dello stesso tuo sesso, significa che non ami le persone del tuo stesso sesso.^^

Come giustamente avete detto, è impossibile definire le milioni di sfumature, ogni persona è un caso a sè.
Quando mi presento non dico "Piacere, Alessandra, etero/bi/omo/assessuale!"XDDDD
Ovviamente questa notizia sarà ampiamente comunicata all'"oggetto" del mio amoreXDDDD

Comunque molte persone non sono molto contente se il/la loro compagno/a si dichiara bisessuale...
§yumeko§
Saturday, October 29, 2005 5:16 PM
Re:

Scritto da: SandronaLaGrassona 29/10/2005 17.05
Comunque molte persone non sono molto contente se il/la loro compagno/a si dichiara bisessuale...


Il chè, amio parere, è un motivo più che sufficiente per agitare la manina in faccia alproprio compagno/alla propria compagna e dire "Tanti saluti".
SandronaLaGrassona
Saturday, October 29, 2005 6:35 PM
Re: Re:

Scritto da: §yumeko§ 29/10/2005 17.16

Il chè, amio parere, è un motivo più che sufficiente per agitare la manina in faccia alproprio compagno/alla propria compagna e dire "Tanti saluti".



Alcuni hanno paura delle corna, di non bastare all'altro...
RedheadWitch
Saturday, October 29, 2005 7:17 PM

Il chè, amio parere, è un motivo più che sufficiente per agitare la manina in faccia alproprio compagno/alla propria compagna e dire "Tanti saluti".



Non penso che si parlasse di discriminazione, quanto più di un discorso di gelosia.. se il mio ragazzo mi dicesse che è bisessuale farei un salto per aria; oltre che dalle ragazze dovrei guardarmi anche dai ragazzi ç_ç.
SandronaLaGrassona
Saturday, October 29, 2005 7:28 PM
Re:

Scritto da: RedheadWitch 29/10/2005 19.17

Il chè, amio parere, è un motivo più che sufficiente per agitare la manina in faccia alproprio compagno/alla propria compagna e dire "Tanti saluti".



Non penso che si parlasse di discriminazione, quanto più di un discorso di gelosia.. se il mio ragazzo mi dicesse che è bisessuale farei un salto per aria; oltre che dalle ragazze dovrei guardarmi anche dai ragazzi ç_ç.



Quello che volevo dire io...^^

Il mio non si è dichiarato bisessuale, ma ci guardo ugualmente...
Una volta un ragazzo l'ha accarezzato passando, ne sono sicura anche se lui dice di non essersene accorto...>_<
RedheadWitch
Saturday, October 29, 2005 7:54 PM

Una volta un ragazzo l'ha accarezzato passando, ne sono sicura anche se lui dice di non essersene accorto...>_<



E allora era bisessuale l'altro, non il tuo ragazzo XD
A me due settimane fa è capitato che in metropolitana una tipa, dopo avermi fatto i complimenti per la borsetta, mentre le guardavo gli stivali accavallasse le gambe, si tirasse su la gonna e iniziasse ad accarezzarsi la coscia. Per non parlare delle occhiate che mi lanciava.
Per non parlare delle occhiate che mi ha lanciato la sua ragazza lì di fianco X°°°D (ho temuto per la mia vita ç_ç'')
§yumeko§
Saturday, October 29, 2005 8:03 PM
Il punto è che se uno ti vuole cornificare lo fa, che sia bisex o meno; idem se non vuole farlo. Il fatto che i bisessuali abbiano il doppio delle possibiltà in realtà è solo una questione puramente teorica...
E poi se si gelosi del proprio partner lo si è e basta. Io ero gelosa anche degli uomini che si avvicinavano al mio ragazzo (fortunatamente ora ex) anche se lui era etero; allo stesso modo ero gelosa degli uomini che si avvicinavano a una ragazza con cui uscivo anche se lei era lesbica. Ma la mia era possessività, non una gelosia vera e propria (il chè è peggio) e mai per un istante ho pensato che potessero portarmeli via.
In fondo non capisco perchè quando si sta con qualcuno ci si dovrebbe guardare dagli altri. Tanto se mi vuole cornificare ci riesce lo stesso e se invece non vuole farlo ottengo solo che mi sono mangiata il fegato per nulla... Da questo lato dò fiducia totale e incondizionata.
SandronaLaGrassona
Saturday, October 29, 2005 8:15 PM
Re:

Scritto da: RedheadWitch 29/10/2005 19.54

A me due settimane fa è capitato che in metropolitana una tipa, dopo avermi fatto i complimenti per la borsetta, mentre le guardavo gli stivali accavallasse le gambe, si tirasse su la gonna e iniziasse ad accarezzarsi la coscia. Per non parlare delle occhiate che mi lanciava.
Per non parlare delle occhiate che mi ha lanciato la sua ragazza lì di fianco X°°°D (ho temuto per la mia vita ç_ç'')


Wow, mi hai incuriosita... adesso voglio vedere come sei, devio essere davvero una strafigaX°°°°DDDDDDDD

Per quanto riguarda la gelosia/possessività: è un fatto soggettivo e personale....-_-
Il mio ragazzo è geloso del tempo che passo al PCXDDDD
Matteo Pascal
Saturday, October 29, 2005 8:17 PM
Sottoscrivo Yumeko, non credo sia paura di essere cornificati più "facilmente"...

Secondo me ciò che spaventa alcuni etero è il fatto di ritrovarsi in certe situazioni abbastanza particolari... XD

Esempio.

Lui etero, lei etero.
Lui: "Che gnocca che è la Bellucci..."
Lei: "Ma comeeeeeee?! Uff, pensavo che fossi io la più bella per te..."
Lui (con l'ego che cresce a dismisura): "Massì, certo, tu sei più bella...^_^"

Lui etero, lei bisex
Lui: "Che gnocca che è la Bellucci..."
Lei: "Hai ragione, non sai quanto me la farei pure io *_*"
Lui (smerdato alla grande): "......."
RedheadWitch
Saturday, October 29, 2005 9:07 PM

Wow, mi hai incuriosita... adesso voglio vedere come sei, devio essere davvero una strafigaX°°°°DDDDDDDD
Per quanto riguarda la gelosia/possessività: è un fatto soggettivo e personale....-_-
Il mio ragazzo è geloso del tempo che passo al PCXDDDD



Ah, io ero gelosa anche del pezzo di marciapiede che il mio ragazzo calpestava, a momenti
Comunque no, non sono una strafiga XD sono una tipa normale, solo che quando hai i capelli rossi e vesti di nero attiri tutte le pseudo alternative che incroci per strada :P
LilaBrown
Sunday, October 30, 2005 9:51 AM
Re:

Scritto da: RedheadWitch 29/10/2005 16.21
In questo sono d'accordo. Pensavo ti riferissi al mio post, in cui elencavo alcune cose che mi fanno pensare di essere bisessuale.



No, era una roba in generale ^^ (proprio generale, non generale ma solo all'interno del forum XD)
Risposta striminzita perchè non ho tempo, ma ci tenevo a chiarire.
Perseo e Andromeda
Monday, October 31, 2005 1:24 AM
Premetto che non faccio proprio in tempo, adesso, a leggere tutto, però non sei il primo che mi racconta una cosa del genere [SM=g27775]
Secondo me, semplicemente non devi farti troppi problemi. Non mi piace confinare il sesso in categorie, soprattutto quando si tratta di fantasie.. ok discorso inconcludente, perdonatemi, è l'ora [SM=g27784]
galadwen
Tuesday, November 01, 2005 7:06 PM
Re:

Scritto da: RedheadWitch 29/10/2005 19.17

Il chè, amio parere, è un motivo più che sufficiente per agitare la manina in faccia alproprio compagno/alla propria compagna e dire "Tanti saluti".



Non penso che si parlasse di discriminazione, quanto più di un discorso di gelosia.. se il mio ragazzo mi dicesse che è bisessuale farei un salto per aria; oltre che dalle ragazze dovrei guardarmi anche dai ragazzi ç_ç.



Il punto è che se si ama una persona si dovrebbe volere la sua felicità, oltre che la propria, no? Boh...non so.
sarà che secondo me non si amano i generi, si amano le persone; potrei ideare una nuova definizione: le "persosessualità" XD


Sul fatto di doversi definire, secondo me è proprio la nostra cultura improntata alla monogamia che lo richiede.
galadwen
Tuesday, November 01, 2005 7:11 PM
Re:

Scritto da: Matteo Pascal 29/10/2005 20.17
Sottoscrivo Yumeko, non credo sia paura di essere cornificati più "facilmente"...

Secondo me ciò che spaventa alcuni etero è il fatto di ritrovarsi in certe situazioni abbastanza particolari... XD

Esempio.

Lui etero, lei etero.
Lui: "Che gnocca che è la Bellucci..."
Lei: "Ma comeeeeeee?! Uff, pensavo che fossi io la più bella per te..."
Lui (con l'ego che cresce a dismisura): "Massì, certo, tu sei più bella...^_^"

Lui etero, lei bisex
Lui: "Che gnocca che è la Bellucci..."
Lei: "Hai ragione, non sai quanto me la farei pure io *_*"
Lui (smerdato alla grande): "......."



bwahahahahaha!!!!
esattamente quello che accade XD, solo che di solito l'ultima battuta è così
"Lui (smerdato, ma si riprende subito): *_____________* (<-occhi adoranti), cara, non è che hai qualche altra amica come te eh?(sperando con tutte le sue forze di finire in un tortino)"
XD
in ogni caso di solito di queste cose sarebbe bene discuterne prima col partner, non farglielo scoprire così XD
Dama Gilraen
Tuesday, November 01, 2005 7:15 PM
Mah, guarda, se io avessi un ragazzo (e non ce l'ho per scelta! Perché non sfoglio un'appendice che mi sfragelli le ***: ne ho avuta una, anni fa, ed è bastata!) e questo mi dicesse che non sono l'unica io gli darei, democraticamente, fuoco...

Che poi il mio rivale fosse uomo o donna poco cambierebbe: io gli darei, democraticamente, fuoco comunque!

Certo se vedessi che uno mi lascia per un uomo qualche para mi verrebbe...
Se non altro gli direi che poteva comunicarmi certe sue preferenze: avrei risparmiato i soldi della ceretta e magari si sarebbe sentito più "a casa".

RedheadWitch
Tuesday, November 01, 2005 7:53 PM

Il punto è che se si ama una persona si dovrebbe volere la sua felicità, oltre che la propria, no? Boh...non so.
sarà che secondo me non si amano i generi, si amano le persone;



O_o? Che discorso è O.o? Cioè, in rapporto alla bisessualità, che attinenza ha? E' un discorso valido anche per gli etero XD quanto alla seconda parte del discorso, sì, ok, è un motivetto così trito che ormai lo sappiamo a memoria, ma a parte ciò, è appunto per questo che c'è più motivo di stare in guardia: se per un eterosessuale magari è una questione di chimica a precludere un'eventuale cornificazione, un bisessuale, che sente dell'attrazione verso entrambi i sessi, potrebbe innamorarsi di qualcun altro più facilmente, visto che la sua sessualità prevede il doppio delle possibilità.
Makichan
Tuesday, November 01, 2005 8:14 PM
Re:

Scritto da: §yumeko§ 29/10/2005 20.03
Il punto è che se uno ti vuole cornificare lo fa, che sia bisex o meno; idem se non vuole farlo. Il fatto che i bisessuali abbiano il doppio delle possibiltà in realtà è solo una questione puramente teorica...



No. E' una cretinata.
Non e' che abbiamo il doppio della voglia degli altri, la voglia e' la stessa sia che siano maschi, sia che siano femmine.
Non e' che si sia peni o vagine deambulanti che si salta sulla prima cosa che si muove.
galadwen
Tuesday, November 01, 2005 8:17 PM
Re:

Scritto da: RedheadWitch 01/11/2005 19.53

Il punto è che se si ama una persona si dovrebbe volere la sua felicità, oltre che la propria, no? Boh...non so.
sarà che secondo me non si amano i generi, si amano le persone;



O_o? Che discorso è O.o? Cioè, in rapporto alla bisessualità, che attinenza ha? E' un discorso valido anche per gli etero XD quanto alla seconda parte del discorso, sì, ok, è un motivetto così trito che ormai lo sappiamo a memoria, ma a parte ciò, è appunto per questo che c'è più motivo di stare in guardia: se per un eterosessuale magari è una questione di chimica a precludere un'eventuale cornificazione, un bisessuale, che sente dell'attrazione verso entrambi i sessi, potrebbe innamorarsi di qualcun altro più facilmente, visto che la sua sessualità prevede il doppio delle possibilità.



il fatto del doppio delle possibilità, come diceva yuki, è in via teorica; se sai fedele lo sei, se sei innamorato lo sei e non vai dietro ad altra gente. punto. Ci sono ragazze talmente etero che si fanno tutto un quartiere, e poi c'è quella che sta con un ragazzo, che lo ama, ma che ama anche una ragazza, ma non le passa per la mente di cornificare il suo lui. Il fatto della persona era per dire che per quanto a me piaccia anche una ragazza, non sbavo dietro a tutte le ragazze che vedo. Mi piace *lei* perchè è *lei*, infatti non mi definisco affatto bisessuale, e nemmeno eterosessuale se è per questo; di solito dico "sto con questa persona, *amo* questa persona." Ovvio che è un discorso valido anche per gli etero. E' un discorso valido per tutti, se si è fatti in questo modo; poi ripeto ci sono anche le persone molto etero, o molto omo, o molto bi; talmente tanto che si ripassano una città intera.
Il punto è che se stai con una persona perchè la ami, perchè la rispetti e la stimi, allora parli francamente di queste cose, le dici subito (e non le tiri fuori quando il tuo lui fa un apprezzamento sulla bellucci XD), e dai fiducia all'altro e non tradisci la fiducia che ti viene data.Indipendentamente dalla sua e tua sessualità.

ah, e il discorso sulla persona era anche per dire che in questo campo più che mai ognuno è diversissimo dagli altri, e che quindi è abbastanza inutile cercare di trovare regole generali. Può darsi che i sogni di shian (per tornare IT) non vogliano dire nulla, può darsi di sì, può darsi che vogliano dire una cosa totalmente diversa dal loro significato apparente, solo lui può saperlo.

[Modificato da galadwen 01/11/2005 20.19]

[Modificato da galadwen 01/11/2005 20.21]

Dama Gilraen
Tuesday, November 01, 2005 9:25 PM
Secondo me è un luogo comune.

Per molti "omosessuale" (o bisessuale) = "arrapato".

Si vede anche dal modo di comportarsi di alcune persone; per alcuni ragazzi, eterosessuali, la presenza di un omosessuale è considerata un "rischio": si comportano come se dovesse saltare loro addosso.
Il che è una scemata, perché poi uno, omosessuale o eterosessuale o bisessuale che sia, se non è un maniaco di suo non salta addosso a nessuno.

Dire che un bisessuale è più portato a tradire lascia il tempo che trova.

Io sono eterosessuale: non potrò scegliere sia tra uomini che tra donne, ma comunque di uomini al mondo ce n'è!
Ciò nonostante se amo il mio compagno gli sono fedele, non importa da quanti esseri di sesso opposto al mio sono circondata.
E' una questione di carattere, non di sessualità: se vuoi tradire il tuo compagno (o la tua compagna) lo fai sia che tu possa scegliere tra un milione di "esemplari" sia che le tue possibilità di scegliere siano due o tre.

Non credo c'entri molto il numero di invidui a propria "disposizione".

Altrimenti dovremmo anche dire che gli uomini eterosessuali, o le donne omosessuali, sono più portati al tradimento perché al mondo ci sono più donne!

E anche quanto la questione "ho un compagno maschile ma posso volerne anche una femminile" credo c'entri poco.
E' vero il modo di comportarsi di uomo è generalmente diverso da quello di una donna; tuttavia ci sono uomini e uomini.
Con il discorso di cui sopra potrei voler avere un compagno forte, uno protettivo, uno sottomesso, uno palesemente stro**o...

Varietà ce n'è sempre; dipende dalla singola persona se essere fedele al proprio compagno (o alla propria compagnia) oppure mettergli/le le corna ogni due secondi.

RedheadWitch
Tuesday, November 01, 2005 10:30 PM

il fatto del doppio delle possibilità, come diceva yuki, è in via teorica; se sai fedele lo sei, se sei innamorato lo sei e non vai dietro ad altra gente. punto. Ci sono ragazze talmente etero che si fanno tutto un quartiere, e poi c'è quella che sta con un ragazzo, che lo ama, ma che ama anche una ragazza, ma non le passa per la mente di cornificare il suo lui. Il fatto della persona era per dire che per quanto a me piaccia anche una ragazza, non sbavo dietro a tutte le ragazze che vedo. Mi piace *lei* perchè è *lei*, infatti non mi definisco affatto bisessuale, e nemmeno eterosessuale se è per questo; di solito dico "sto con questa persona, *amo* questa persona." Ovvio che è un discorso valido anche per gli etero. E' un discorso valido per tutti, se si è fatti in questo modo; poi ripeto ci sono anche le persone molto etero, o molto omo, o molto bi; talmente tanto che si ripassano una città intera.
Il punto è che se stai con una persona perchè la ami, perchè la rispetti e la stimi, allora parli francamente di queste cose, le dici subito (e non le tiri fuori quando il tuo lui fa un apprezzamento sulla bellucci XD), e dai fiducia all'altro e non tradisci la fiducia che ti viene data.Indipendentamente dalla sua e tua sessualità.
ah, e il discorso sulla persona era anche per dire che in questo campo più che mai ognuno è diversissimo dagli altri, e che quindi è abbastanza inutile cercare di trovare regole generali. Può darsi che i sogni di shian (per tornare IT) non vogliano dire nulla, può darsi di sì, può darsi che vogliano dire una cosa totalmente diversa dal loro significato apparente, solo lui può saperlo.



Ho capito il discorso che mi fai, cioè che se uno è fedele lo è indipendentemente. Però io aggiungo: per quanto io ami una persona, potrà sempre capitare che ne venga a conoscere una che mi prende di più. E potrebbe succedere che me ne innamori perché mi piace più di quella che amavo prima.
Ora; se fossi eterosessuale, potrebbe capitare solo con esponenti dell'altro sesso, mentre se trovassi qualcuno che mi stimola di più a livello intellettuale (rispetto al mio partner) del mio stesso sesso mi limiterei a trasformarlo nel migliore amico o affini. Poiché non ci sarebbe attrazione fisica e desiderio sessuale, componenti indispensabili per una relazione.
Ma essendo bisessuale, se incontrassi qualcuno del mio stesso sesso capace di stimolarmi di più del mio partner, beh, la cosa si farebbe pesante, poiché potrei effettivamente prendere in considerazione questa persona e addirittura innamorarmene.
Questo intendevo ^^.
Dama Gilraen
Tuesday, November 01, 2005 10:53 PM

Per quanto io ami una persona, potrà sempre capitare che ne venga a conoscere una che mi prende di più. E potrebbe succedere che me ne innamori perché mi piace più di quella che amavo prima.



Ti può capitare anche da eterosessuale.

E anche da eterosessuale può succedere di avere un particolare feeling con un uomo che poi diventa tuo amico; non necessiarmente lasci il tuo compagno.

Dipende tutto, insomma...


Matteo Pascal
Tuesday, November 01, 2005 11:07 PM

Però io aggiungo: per quanto io ami una persona, potrà sempre capitare che ne venga a conoscere una che mi prende di più. E potrebbe succedere che me ne innamori perché mi piace più di quella che amavo prima.


Non sono molto d'accordo^^
Se ami qualcuno vuol dire che, tralasciando le cotte o i ripieghi, ha certe caratteristiche davvero uniche che te l'hanno fatto scegliere... lo vedo molto difficile il fatto di trovare qualcuno che ti prenda di più... senza contare che l'amore non è legato solo a ciò che è quella persona, ma anche alle esperienze comuni, nei momenti in cui si è una "coppia"... non è normale innamorarsi di una persona con cui non si ha nessuna vera esperienza emotiva e lasciarne un'altra con cui invece questa espierienza c'è stata... se succede vuol dire che qualcosa non va con la persona che dici di amare... ma non dipende dall'altro che hai appena conosciuto... io la vedo così...^^


Ora; se fossi eterosessuale, potrebbe capitare solo con esponenti dell'altro sesso, mentre se trovassi qualcuno che mi stimola di più a livello intellettuale (rispetto al mio partner) del mio stesso sesso mi limiterei a trasformarlo nel migliore amico o affini. Poiché non ci sarebbe attrazione fisica e desiderio sessuale, componenti indispensabili per una relazione.
Ma essendo bisessuale, se incontrassi qualcuno del mio stesso sesso capace di stimolarmi di più del mio partner, beh, la cosa si farebbe pesante, poiché potrei effettivamente prendere in considerazione questa persona e addirittura innamorarmene.


A me sembra riduttivo questo parlare solo dell'aspetto intellettuale e di quello sessuale. Una relazione è qualcosa di molto più complesso, in cui entrano il gioco la maggiore o minore empatia, il feeling, l'affetto e mille altri sentimenti non ben definibili. Io sono eterosessuale, non ho mai provato la minima attrazione per un maschio (anzi, bleargh!) ma ammetto che se trovassi una persona con determinate caratteristiche (alcune delle quali nemmeno io so definire) potrei anche innamorarmene e "passare oltre" sul fatto di essere dello stesso sesso. O forse è solo perchè come diceva prima Sandrona sono pansessuale. XD
RedheadWitch
Wednesday, November 02, 2005 11:25 AM

Ti può capitare anche da eterosessuale.
E anche da eterosessuale può succedere di avere un particolare feeling con un uomo che poi diventa tuo amico; non necessiarmente lasci il tuo compagno.



Può capitare anche da eterosessuale di innamorarsi di qualcun altro, certo: ma ripeto, da bisessualele persone che prendi in considerazione sono di più. Mentre un eterosessuale esclude a priori un sesso intero, un bisessuale, avendo nella sua, diciamo, gamma di scelta più persone, ha più probabilità di trovare qualcuno che lo attragga più del suo 'attuale' compagno. E' innegabile.


Non sono molto d'accordo^^
Se ami qualcuno vuol dire che, tralasciando le cotte o i ripieghi, ha certe caratteristiche davvero uniche che te l'hanno fatto scegliere... lo vedo molto difficile il fatto di trovare qualcuno che ti prenda di più...



Trù, seguendo questo ragionamento dovremmo rimanere con il primo amore per tutta la vita ._.''.


senza contare che l'amore non è legato solo a ciò che è quella persona, ma anche alle esperienze comuni, nei momenti in cui si è una "coppia"... non è normale innamorarsi di una persona con cui non si ha nessuna vera esperienza emotiva e lasciarne un'altra con cui invece questa espierienza c'è stata... se succede vuol dire che qualcosa non va con la persona che dici di amare... ma non dipende dall'altro che hai appena conosciuto... io la vedo così...^^



Ma io non parlo di prendersi un colpo di fulmine per qualcuno e mollare in tronco il/la proprio/a ragazzo/a; parlo di conoscere bene una persona e, dopo averla conosciuta, innamorarsene perché la si ritiene migliore, o più adatta a sé, della persona con cui si sta attualmente. Nulla di strano per un eterosessuale, nulla di strano con un bisessuale.. solo che il bisessuale, dato che prevede come possibile partner gente di entrambi i sessi, è più "a rischio", perché quello che da eterosessuale diventerebbe il migliore amico, da bisessuale può benissimo essere la persona di cui ti innamorerai.


A me sembra riduttivo questo parlare solo dell'aspetto intellettuale e di quello sessuale. Una relazione è qualcosa di molto più complesso, in cui entrano il gioco la maggiore o minore empatia, il feeling, l'affetto e mille altri sentimenti non ben definibili.



Quello di cui parli per me fa sempre parte dell'aspetto 'intellettuale', che è una parola sbagliata, lo so ^^ comunque la uso per indicare tutto ciò che è slegato dalla fisicità. Quelle che elenchi sono cose che si possono trovare anche tra amici, è la componente sessuale a fare la differenza.


Io sono eterosessuale, non ho mai provato la minima attrazione per un maschio (anzi, bleargh!) ma ammetto che se trovassi una persona con determinate caratteristiche (alcune delle quali nemmeno io so definire) potrei anche innamorarmene e "passare oltre" sul fatto di essere dello stesso sesso.



Ecco, questo mi lascia perplessa °_° non è questione di passare oltre.. se non ti attrae, non ti attrae. Mi dici che il pensiero di un uomo ti fa schifo.. allora ti fanno schifo tutti XD cioè, è questione di chimica °_°. Se puoi innamorarti di qualcuno di loro, invece, allora vuol dire che li prendi in considerazione. Perché un eterosessuale mica si innamora di tutti, si innamora solo di *alcune* persone dell'altro sesso.. stesso ragionamento per un bisessuale; solo *alcuni* lo prendono tanto da considerarli possibili compagni.
Matteo Pascal
Wednesday, November 02, 2005 2:09 PM
Re:

Trù, seguendo questo ragionamento dovremmo rimanere con il primo amore per tutta la vita ._.''.


Ma infatti ho scritto "tralasciando le cotte o i ripieghi".^^
Molto spesso il primo amore è solo una cotta (perchè si è ancora troppo giovani per vivere l'amore nella sua completezza) o un ripiego (ovvero, ci si mette con qualcuno perchè si è stufi di star soli... io trovo molto avvilente questo comportamento, che vedo sempre più diffuso); se il primo amore "non si scorda mai" è spesso perchè per la prima volta ci si trova davanti a quel tipo di emozioni, non per forza perchè sia l'amore più intenso che capita di provare nella vita...
Cotte e ripieghi sono più diffusi di quanto si pensi, ma mentre si vive il rapporto si preferisce illudersi che si tratti del "grande amore"...


Ma io non parlo di prendersi un colpo di fulmine per qualcuno e mollare in tronco il/la proprio/a ragazzo/a; parlo di conoscere bene una persona e, dopo averla conosciuta, innamorarsene perché la si ritiene migliore, o più adatta a sé, della persona con cui si sta attualmente. Nulla di strano per un eterosessuale, nulla di strano con un bisessuale.. solo che il bisessuale, dato che prevede come possibile partner gente di entrambi i sessi, è più "a rischio", perché quello che da eterosessuale diventerebbe il migliore amico, da bisessuale può benissimo essere la persona di cui ti innamorerai.


Sì, avevo capito che non ti riferivi al colpo di fulmine, ma la sostanza non cambia... ok, conosci questa nuova persona, la conosci bene... ma cmq fino a quel momento non ti ha dato nessuna esperienza di coppia insieme, giusto? Altrimenti il tuo attuale partner si incazzerebbe non poco... e a ragione XD
Eppure si preferisce questa persona che non ti ha dato niente (almeno per il momento) a una che ti ha già dato tanto... perchè? Secondo me, al di là di trovare migliore il nuovo amico rispetto a vecchio partner, c'è sempre qualcosa che non va nel rapporto con il secondo...
Poi, tornando al tema della bisessualità, io troverei molto molto strano se la persona che amo e il mio migliore amico non coincidessero nello stesso individuo. Mi suonerebbe che c'è qualcosa di sbagliato... oh, non dico che mi metterei con l'amico maschio in questione, ma forse rifletterei sul fatto che la mia ragazza attuale non sia per caso la ragazza sbagliata...


Ecco, questo mi lascia perplessa °_° non è questione di passare oltre.. se non ti attrae, non ti attrae. Mi dici che il pensiero di un uomo ti fa schifo.. allora ti fanno schifo tutti XD cioè, è questione di chimica °_°. Se puoi innamorarti di qualcuno di loro, invece, allora vuol dire che li prendi in considerazione. Perché un eterosessuale mica si innamora di tutti, si innamora solo di *alcune* persone dell'altro sesso.. stesso ragionamento per un bisessuale; solo *alcuni* lo prendono tanto da considerarli possibili compagni.


Tu assolutizzi troppo: o fanno schifo o non fanno schifo. Allora, un uomo, mi fa schifo perchè ad una analisi superficiale, quella a prima vista, quella in pratica di "quando ci si conosce", non proverei nessuna attrazione ma solo repulsione, dal punto di vista sessuale. E' la ragione per cui non mi sentirai mai dire di un uomo in una foto "che bel figo". XD Ma quando si conosce una persona... è diverso. L'attrazione sessuale può nascere anche da un'attrazione intellettuale. L'amore va oltre questi aspetti. Se trovassi "l'uomo della tua vita" e rimanesse orrendamente sfigurato in un incidente, smetteresti di amarlo? Lo declasseresti ad "amico" per questo? E non si può parlare di amicizia, l'amore ha delle caratteristiche peculiari che lo rendono distinguibilissimo dall'amicizia... e non riguardano solo la sfera sessuale. E' quello che intendevo prima quando ho detto "la amerei anche se le crescesse il pisello" XD
L'unica differenza tra me e un bisessuale è che il bisessuale cmq trova interessante l'idea di fare sesso anche con un bell'individuo del proprio sesso, a prescindere dai sentimenti.
SandronaLaGrassona
Wednesday, November 02, 2005 2:27 PM
Ci sono molti tipi di innamoramento:

Ci sono le attrazioni intellettuali, quelle fisiche, quelle che dall'affetto sfociano in amore...

Per dire, può capitare che il profondo affetto e ammirazione per una persona si trasformi anche in desiderio sessuale, in questo caso poco conta il sesso dell'altra persona..^^
RedheadWitch
Wednesday, November 02, 2005 9:08 PM

Ma infatti ho scritto "tralasciando le cotte o i ripieghi".^^
Molto spesso il primo amore è solo una cotta (perchè si è ancora troppo giovani per vivere l'amore nella sua completezza) o un ripiego (ovvero, ci si mette con qualcuno perchè si è stufi di star soli... io trovo molto avvilente questo comportamento, che vedo sempre più diffuso); se il primo amore "non si scorda mai" è spesso perchè per la prima volta ci si trova davanti a quel tipo di emozioni, non per forza perchè sia l'amore più intenso che capita di provare nella vita...
Cotte e ripieghi sono più diffusi di quanto si pensi, ma mentre si vive il rapporto si preferisce illudersi che si tratti del "grande amore"...



Ok, ma ci stiamo allontanando troppo dal discorso di partenza O.o in cui dicevi che se sei innamorato di una persona allora non puoi innamorarti di un'altra, in sostanza.
Cosa a cui mi sono opposta dicendo che così rimarremmo innamorati a vita della prima persona che abbiamo amato (forse detta così è più corretto di 'il primo amore'?).


Sì, avevo capito che non ti riferivi al colpo di fulmine, ma la sostanza non cambia... ok, conosci questa nuova persona, la conosci bene... ma cmq fino a quel momento non ti ha dato nessuna esperienza di coppia insieme, giusto? Altrimenti il tuo attuale partner si incazzerebbe non poco... e a ragione XD
Eppure si preferisce questa persona che non ti ha dato niente (almeno per il momento) a una che ti ha già dato tanto... perchè? Secondo me, al di là di trovare migliore il nuovo amico rispetto a vecchio partner, c'è sempre qualcosa che non va nel rapporto con il secondo...



Vabè, ma se dovessimo scegliere con chi stare in base all'esperienza di coppia che abbiamo avuto con questa persona, allora come faremmo O.o? Non ci saremmo nemmeno mai messi con il solito ipotetico attuale partner. Perché mica sapevamo, prima, come si comportasse in coppia.
Stesso meccanismo accade se t'innamori di una persona quando stai con un'altra.. come persona, in sé e per sé, attrae di più. E' come un amore non corrisposto ^^ non ti dà niente amarlo, però lo ami lo stesso.
In ogni caso, con chiunque, che sia impegnata o meno in quel momento, giudico prima la sua persona *in sé* che la sua persona relazionata a me. Prima di tutto perché, ovviamente, non ho avuto elementi per giudicarla relazionata a me, e poi perché, come ho detto, se ragionassimo così non esisterebbe l'amore non corrisposto.
E soprattutto, non necessariamente qualcosa non va nel rapporto con l'altra persona. A volte capita di trovare qualcuno che, semplicemente, ci piace di più. Per ciò che dice, per come si comporta, per com'è fisicamente.. tante cose. Il solito partner attuale mica è perfetto ._. può essere che ci sia qualcuno di più interessante e che ci prende di più (anche se con l'attuale non avevamo problemi).


Poi, tornando al tema della bisessualità, io troverei molto molto strano se la persona che amo e il mio migliore amico non coincidessero nello stesso individuo. Mi suonerebbe che c'è qualcosa di sbagliato... oh, non dico che mi metterei con l'amico maschio in questione, ma forse rifletterei sul fatto che la mia ragazza attuale non sia per caso la ragazza sbagliata...



A me suonerebbe che semplicemente, oltre a un feeling mentale, non c'è quel tipo di attrazione che mi fa finire a letto con il mio ragazzo. Non c'è niente da fare, la chimica o c'è o non c'è: e se sei eterosessuale, con quelli dello stesso sesso non ce l'hai.
In ogni caso, è ovvio che il mio ragazzo deve avere con me, tra le altre cose, anche il tipo di legame che ho con il/la migliore amico/a. Un fidanzato è tantissime cose. Ma così come capita di avere più di un migliore amico, può capitare di avere un/a migliore amico/a e un/a fidanzato/a.


Tu assolutizzi troppo: o fanno schifo o non fanno schifo. Allora, un uomo, mi fa schifo perchè ad una analisi superficiale, quella a prima vista, quella in pratica di "quando ci si conosce", non proverei nessuna attrazione ma solo repulsione, dal punto di vista sessuale. E' la ragione per cui non mi sentirai mai dire di un uomo in una foto "che bel figo". XD Ma quando si conosce una persona... è diverso. L'attrazione sessuale può nascere anche da un'attrazione intellettuale. L'amore va oltre questi aspetti. Se trovassi "l'uomo della tua vita" e rimanesse orrendamente sfigurato in un incidente, smetteresti di amarlo? Lo declasseresti ad "amico" per questo? E non si può parlare di amicizia, l'amore ha delle caratteristiche peculiari che lo rendono distinguibilissimo dall'amicizia... e non riguardano solo la sfera sessuale. E' quello che intendevo prima quando ho detto "la amerei anche se le crescesse il pisello" XD



Se fosse sfigurato in un incidente, continuerei ad amarlo come prima, ma non posso negare che sessualmente non mi attrarrebbe più. Potrei forse continuare ad averci dei rapporti perché lo amo e voglio che sia felice, ma quando un corpo mi repelle, mi repelle.
Sarà cattiveria la mia, ma non me la sentirei.


L'unica differenza tra me e un bisessuale è che il bisessuale cmq trova interessante l'idea di fare sesso anche con un bell'individuo del proprio sesso, a prescindere dai sentimenti.



Ci sono anche eterosessuali a cui non va affatto l'idea di fare sesso senza i sentimenti, eh XD

[Modificato da RedheadWitch 02/11/2005 21.10]

Matteo Pascal
Thursday, November 03, 2005 6:37 PM

Ok, ma ci stiamo allontanando troppo dal discorso di partenza O.o in cui dicevi che se sei innamorato di una persona allora non puoi innamorarti di un'altra, in sostanza.
Cosa a cui mi sono opposta dicendo che così rimarremmo innamorati a vita della prima persona che abbiamo amato (forse detta così è più corretto di 'il primo amore'?).


Hai ragione, siamo andati proprio OT quindi cercherò di essere breve...^^ Nel mio messaggio iniziale avevo detto che "lo vedo molto difficile il fatto di trovare qualcuno che ti prenda di più", difficile ma non impossibile... è che io non credo si possa amare VERAMENTE più di una o due persone nella vita... lo vedo come un evento molto più raro di quanto la gente vorrebbe convincersi... c'è anche chi nella vita non trova mai una persona simile (ma ciò non le impedisce di mettere famiglia e avere cmq una vita serena)


Vabè, ma se dovessimo scegliere con chi stare in base all'esperienza di coppia che abbiamo avuto con questa persona, allora come faremmo O.o? Non ci saremmo nemmeno mai messi con il solito ipotetico attuale partner. Perché mica sapevamo, prima, come si comportasse in coppia.
Stesso meccanismo accade se t'innamori di una persona quando stai con un'altra.. come persona, in sé e per sé, attrae di più. E' come un amore non corrisposto ^^ non ti dà niente amarlo, però lo ami lo stesso.
In ogni caso, con chiunque, che sia impegnata o meno in quel momento, giudico prima la sua persona *in sé* che la sua persona relazionata a me. Prima di tutto perché, ovviamente, non ho avuto elementi per giudicarla relazionata a me, e poi perché, come ho detto, se ragionassimo così non esisterebbe l'amore non corrisposto.

Ok, ma un conto è mettersi con una persona quando si è sentimentalmente liberi, quindi è ovvio che possiamo giudicare solo in base alla persona "in sè", un conto è provare interesse per una persona quando abbiamo già qualcuno che "sulla carta" dovrebbe soddisfarci, non solo nel suo essere se stessa ma anche nel suo relazionarsi a noi. Evidentemente in un caso come questo il primo partner è un ripego, anche se la persona stessa magari non se ne rende conto e vuole convincersi sia "l'ammmmmore della vita con la a maiuscola". Ecco, dell'amore non corrisposto almeno abbiamo la certezza che non sia mai un ripiego (anche se può essere una cotta, quindi potrebbe finire lo stesso per altri motivi)


E soprattutto, non necessariamente qualcosa non va nel rapporto con l'altra persona. A volte capita di trovare qualcuno che, semplicemente, ci piace di più. Per ciò che dice, per come si comporta, per com'è fisicamente.. tante cose. Il solito partner attuale mica è perfetto ._. può essere che ci sia qualcuno di più interessante e che ci prende di più (anche se con l'attuale non avevamo problemi).


E' vero che il partner attuale non è mica perfetto... il guaio è che quando lo ami finisci per amare anche i suoi difetti... XD
In fondo anche questi concorrono a renderlo la persona che conosciamo... come si può metterlo in una classifica di "piacere" con altre persone?


Se fosse sfigurato in un incidente, continuerei ad amarlo come prima, ma non posso negare che sessualmente non mi attrarrebbe più. Potrei forse continuare ad averci dei rapporti perché lo amo e voglio che sia felice, ma quando un corpo mi repelle, mi repelle.
Sarà cattiveria la mia, ma non me la sentirei.


Ma infatti mica ho detto che dovresti continuare ad avere dei rapporti con lui. Anch'io credo che mi comporterei esattamente come te, è naturale. Ti ho fatto questo esempio solo perchè da quello che scrivevi sembrava quasi che l'amore fosse un semplice "forte amicizia + sesso"... ecco un caso in cui ami una persona (e non lo declassi ad "amico" o "migliore amico", mi sembra di capire) ma non ci fai sesso e anzi la sola idea ti può fare schifo.


Ci sono anche eterosessuali a cui non va affatto l'idea di fare sesso senza i sentimenti, eh XD


Aspetta che Johnny Depp o Keira Knightley bussi alle loro porte chiedendo di passare insieme una notte di sesso sfrenato senza alcuna complicazione sentimentale e poi ne riparliamo XD
Oh, magari accetterebbero malvolentieri ma secondo me non sarebbero molte le porte sbattute in faccia ai suddetti...

PS: azzzzz, meno male che dovevo essere breve, alla fine non sono riuscito a ritornare in carreggiata e ho continuato con l'OT... erika, chiedo venia... XD

[Modificato da Matteo Pascal 03/11/2005 18.39]

Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:15 PM.
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com