New Thread
Reply
Print | Email Notification    
Author
Facebook   L'allenamento con i pesi. Un pò di chiarezza!Last Update: 9/8/2013 5:07 PM
12/14/2005 8:41 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1
Registered in: 12/14/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Ciao ragazzi,

Leggevo le vostre discussioni in merito al lavoro con i pesi per il pugilato.
Purtroppo in sport come questo e più in generale negli sport di combattimento, non ci sono ancora le idee ancora chiare sulle metodologie di allenamento. Regna ancora lo stile di Rocky Balboa, e ancora si fatica a capire che quello era solo un film. Il pugile è un atleta che deve essere nel suo impegno esplosivo, questa qualità inoltre va mantenuta per tutta la durata del match e non è cosa da sottovalutare. Il lavoro con i pesi va preso con le pinze, più che altro bisogna aver ben chiaro il tipo di allenamento che uno decide di svolgere. E' fondamentale nella muscolatura del pugile il "reclutamento delle unità motorie". Immaginate un mazzo di spaghetti, tutto il mazzo è il muscolo, ogni singolo spaghetto è un'unità motoria (ovvero il nervo più le fibre muscolari da esso stimolate). Quando il muscolo si contrae esprime una potenza maggiore se ogni "spaghetto" si attiva in contemporanea agli altri. Questo fenomeno è detto "sincronizzazione delle unità motorie".
Dunque una potenza maggiore vuol dire più forza e più rapidità. Allenamenti che mirano a questo obiettivo, prevedono il sollevamento di carichi elevati fino al 90 - 100% del carico massimo sollevabile una sola volta, di conseguenza le ripetizioni saranno poche 3-4 al massimo. Le pause fra le serie saranno da 3,5 a 5 minuti ed il numero massimo di serie dipende dal livello dell'atleta.
Spero di esservi stato di aiuto, resto disponibile per discussioni sulla metodologia di allenamento.








12/14/2005 8:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 440
Registered in: 12/15/2004
Appassionato
OFFLINE
Grazie per questo chiarimento a riguardo dei pesi, sicuramente queste nozioni saranno apprezzate dai molti atleti che quotidianamente visionano il sito. [SM=g27811]
12/14/2005 9:11 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 156
Registered in: 7/20/2005
Interessato
OFFLINE
Dott.Cimadoro, molto professionale il suo scritto sull'uso
dei pesi.Personalmente sono contrario al loro uso nella boxe,
contrario al punto da fare feroci discussioni con dei
pure bravi maestri.Secondo mè sono controproducenti in
quando fanno perdere velocità,e "legano".
Mentre l'uso da parte di pugili di colore,pur sviluppando
la loro muscolatura non intacca la velocità.
Penso che potenza sia un dono di natura,mi dicono che
con l'uso dei pesi la potenza aumenta del 5%, ritengo,che
se è vero, è da pazzi massacrarsi con i pesi,meglio affinare
la tecnica.
Se ce l'ho fatta io,ce la può fare chiunque
-Mike Tyson-
12/14/2005 11:18 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 25
Registered in: 12/4/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Alexis non capisco bene se sei contrario all'uso dei pesi o poroprio al potenziamento muscolare....tipo, ammetteresti in un tuo allenamento "teorico" (in quanto dici di avere l'eta di mio nonno) le flessioni o trazioni alla sbarra e altri esercizi a corpo libero? nei filmati dei preparamenti degli incontri di Hagler, Hearns e Duran che ho, vedo che flessioni e varie vengono fatte....questa è gente sui cui non si discute e credo nemmeno su chi li ha allenati facendoli arrivare fin dove tutti sappiamo.
Caso mai ritengo più stupido chi insegna ad incassare i jab o i colpi deboli e di disturbo. a parere mio lì non ci si abitua, ci si diventa solo più scemi...bisognerebbe insegnare a cercare di evitare tutti i colpi possibili come una delle regole base secondo me, e non tutti lo fanno.


E' solo un lavoro.
Gli uccelli volano.
L'erba cresce.
L'onda percuote la sabbia.
Io mando la gente al tappeto.
12/14/2005 11:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 2
Registered in: 12/14/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Re:

Scritto da: .alexis. 14/12/2005 21.11
Dott.Cimadoro, molto professionale il suo scritto sull'uso
dei pesi.Personalmente sono contrario al loro uso nella boxe,
contrario al punto da fare feroci discussioni con dei
pure bravi maestri.Secondo mè sono controproducenti in
quando fanno perdere velocità,e "legano".
Mentre l'uso da parte di pugili di colore,pur sviluppando
la loro muscolatura non intacca la velocità.
Penso che potenza sia un dono di natura,mi dicono che
con l'uso dei pesi la potenza aumenta del 5%, ritengo,che
se è vero, è da pazzi massacrarsi con i pesi,meglio affinare
la tecnica.



Salve .alexis.
Non è raro sentire negli sport dove è di assoluta importanza la velocità o rapidità, che il lavoro con i sovraccarichi "lega" e rende di conseguenza più lenti. Bisogna sfatare qualche mito. In realtà i sovraccarichi riducono le prestazioni di rapidità se vengono adottati metodi di lavoro non specifici rispetto alla disciplina in questione, che in questo caso è il pugilato. Come ho scritto nel precedente messaggio, i sovraccarichi nel pugilato potrebbero essere utilizzati effettuando alcune serie composte da poche ripetizioni, questo per stimolare il sistema nervoso centrale (che è la struttura che fa funzionare i muscoli), e non il muscolo (il problema è quello di reclutare istantaneamente tutte le unità motorie che compongono il muscolo). L'impegno fisico con pesi notevoli è a carico della componente nervosa, questo non peggiora la rapidità, anzi la stimola. Però ti do anche ragione, perchè lavori svolti in maniera scorretta, portano inevitabilmente ad un decremento della rapidità di movimento: mi riferisco al sollevamento pesi con basse velocità di movimento (come per esempio i bodybuilder), questo metodo di lavoro abitua il muscolo a contrarsi a basse velocità, questo ai pugili non serve assolutamente.
In merito ai pugili di colore, posso dirti che normalmente essi, hanno una percentuale di fibre "veloci" superiore alla razza bianca e questo li agevola negli sport di potenza (vedi le gare di velocità dell'atletica leggera). Infine non credo ci sia una percentuale precisa di massimo sviluppo della potenza muscolare, essa dipende dalla qualità della composizione di fibre muscolari "lente", "intermedie" e "veloci" che caratterizzano una parte della prestazione sportiva. [SM=g27811]
12/14/2005 11:35 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 26
Registered in: 12/4/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Ah! Quasi mi scordo....

messaggio per il dott.Giuseppe Cimadoro

Non mi ritengo molto informato in materia anche se frequento una palestra( intendo per pesi) comunque so che l'allenamento che lei consiglia è un allenamento per la forza, poche ripetizioni e con carico alto.

Sa mica per quali muscoli è più indicato un allenamento del genere, sempre finalizzato alla boxe?

Intendo se è per esempio indicato per il deltoide o il bicipite,tricipite pettorali vari ecc...

Grazie Alex



E' solo un lavoro.
Gli uccelli volano.
L'erba cresce.
L'onda percuote la sabbia.
Io mando la gente al tappeto.
12/15/2005 12:32 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 3
Registered in: 12/14/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Re:

Scritto da: El Feroz 14/12/2005 23.35
Ah! Quasi mi scordo....

messaggio per il dott.Giuseppe Cimadoro

Non mi ritengo molto informato in materia anche se frequento una palestra( intendo per pesi) comunque so che l'allenamento che lei consiglia è un allenamento per la forza, poche ripetizioni e con carico alto.

Sa mica per quali muscoli è più indicato un allenamento del genere, sempre finalizzato alla boxe?

Intendo se è per esempio indicato per il deltoide o il bicipite,tricipite pettorali vari ecc...

Grazie Alex






Ciao alex.
Esatto, l'allenamento che ho descritto riguarda la forza.
La forza è L'UNICA qualità fisica "pura" in quanto influenza le altre (rapidià, resistenza). Essa viene appunto allenata in linea generale, con carichi elevati, fino a raggiungere il 95-100%% del massimale e con poche ripetizioni; in realtà ci sono anche altri svariati metodi di lavoro più o meno efficaci, che concorrono all'incremento dei livelli di forza.
I muscoli motori principali che intervengono nell'azione tecnica d'attacco del pugile, senza dubbio sono: tricipiti, pettorali e deltoidi.
Nell'allenamento sportivo moderno, vengono scelti pochi esercizi di muscolazione che fanno intervenire i muscoli interessati al gesto sportivo(questo per evitare esercizi che intervengono lo stesso sui muscoli interessati al lavoro, ma hanno a loro sfavore una dinamica di movimento che si allontana dall'esecuzione tecnica della disciplina praticata), essi sono quelli che più si avvicinano nella loro forma alla tecnica della disciplina. Senza dubbio la panca piana è l'esercizio che più simula l'attacco del pugile con il pugno (meglio se effettuata con i gomiti stretti).
Se si vuole utilizzare un esercizio più "speciale", si possono usare i cavi dell'ercolina o della cosidetta "cablejungle" (così chiamata dalla tecnhogym), in questo modo si può simulare il pugno, questo lo consiglio però ad atleti molto avanzati perchè necessita di una buona stabilizzazione dei muscoli addominali e lombari.
Infine ricordo che i colpi sferrati con le braccia da parte del boxeur, sono "sostenuti" dai muscoli delle gambe che necessitano di una grande reattività. Mi riferisco soprattutto ai gemelli (polpaccio), che devono disporre di un elevato livello di stiffness muscolare (rigidità del muscolo). Immaginate una pallina di ferro che rimbalza su di una superficie di ferro, invertirà immediatamente la sua direzione al rimbalzo, avendo pochissima deformazione(questa è la stiffness) a differenza di una pallina di gomma. La pallina di ferro ha una reattività maggiore. I "polpacci" del pugile devono arrivare a questo.
[SM=x448558]
12/15/2005 12:46 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 28
Registered in: 12/4/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Grazie 1000, è stato chiarissimo...non mi rimane ora che stendermi un programmino di allenamento seguendo i consigli....

ultima domanda, se permesso, prima di andare a letto:
ma come mai sa tutte queste cose? è dottore in cosa?

Grazie ancora,davvero. Alex


E' solo un lavoro.
Gli uccelli volano.
L'erba cresce.
L'onda percuote la sabbia.
Io mando la gente al tappeto.
12/15/2005 12:54 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 4
Registered in: 12/14/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Re:

Scritto da: El Feroz 15/12/2005 0.46
Grazie 1000, è stato chiarissimo...non mi rimane ora che stendermi un programmino di allenamento seguendo i consigli....

ultima domanda, se permesso, prima di andare a letto:
ma come mai sa tutte queste cose? è dottore in cosa?

Grazie ancora,davvero. Alex





Dottore in Scienze Motorie e dello Sport.
12/15/2005 12:59 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 157
Registered in: 7/20/2005
Interessato
OFFLINE
Re:

Scritto da: El Feroz 14/12/2005 23.18
Alexis non capisco bene se sei contrario all'uso dei pesi o poroprio al potenziamento muscolare....tipo, ammetteresti in un tuo allenamento "teorico" (in quanto dici di avere l'eta di mio nonno) le flessioni o trazioni alla sbarra e altri esercizi a corpo libero? nei filmati dei preparamenti degli incontri di Hagler, Hearns e Duran che ho, vedo che flessioni e varie vengono fatte....questa è gente sui cui non si discute e credo nemmeno su chi li ha allenati facendoli arrivare fin dove tutti sappiamo.
Caso mai ritengo più stupido chi insegna ad incassare i jab o i colpi deboli e di disturbo. a parere mio lì non ci si abitua, ci si diventa solo più scemi...bisognerebbe insegnare a cercare di evitare tutti i colpi possibili come una delle regole base secondo me, e non tutti lo fanno.




Hearns,Hagler non fanno testo in quanto di razza nera.
Duran non aveva di certo bisogno di potenziare era già
potente di suo e,sinceramente,non lo vedo proprio a farsi
il mazzo con i pesi.
Sono 48 anni che bazzico in palestra(solo boxe sia chiaro),
non ho mai visto un maestro che insegni ad incassare i colpi,
se tu lo conosci,fammi sapere chi è perchè lo reputo un imbecille! e gli scriverò personalmente cercando di convincerlo
che la boxe non è per tutti e che Lui non è all'altezza.
Se ce l'ho fatta io,ce la può fare chiunque
-Mike Tyson-
12/15/2005 1:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 158
Registered in: 7/20/2005
Interessato
OFFLINE
Re: Re:

Scritto da: cimadoro 15/12/2005 0.54


Dottore in Scienze Motorie e dello Sport.


Apprezzo e ringrazio per queste precise delucidazioni!
Ho notato che Lei è informato anche della tecnica pugilistica,
e ne sono felice.
Un paio d'anni fà,si era parlato di rendere obbligatoria
la presenza di unlaureato in scienze motorie o tecnici ISEF
in tutte le palestre di pugilato. La cosa era troppo complicata
e costosa e chiaramente non se ne fece nulla.
Situazione : Le palestre di pugilato,nel 95% dei casi,nulla
hanno a che fare con la moltitudine di palestre sorte negli
ultimi anni, dotate di tutti i macchinari più moderni,
avendo un paio di amici che fanno gli istruttori in questi
centri sono venuto al convincimento che in quasi tutte si
vende solo fumo ( ammettono anche i miei amici!).
Realtà : In una palestra di pugilato trovi il maestro grande
esperto di pugilato,macchinari inesistenti,attrezzi sono la
corda e, non in tutte la spalliera,ovviamente gli attrezzi del mestiere come sacchi ecc.
Il punto è che questi maestri,in genere i più giovani,si documentano ed ecco apparire i pesi,è vero che anche loro
sanno delle ripetizioni brevi e veloci con seguente esercizio
di "scioglimento" dei muscoli. La loro preparazione è tutta
qui.Ho personalmente notato un peggioramento nei pugili(già
in attività)che si dedicano ai pesi.
Resto perciò contrarissimo all'uso dei pesi nella boxe!
A noi non interessano i fisici "palestrati" interessano
i pugili,veloci scattanti e precisi.
Chiaro che apprezzo voi studiosi di queste discipline,ma
per noi al momento ( e penso per tanti altri anni ancora)
siete tecnici proibiti, nella boxe soldi non ce ne sono!
Cordiali saluti e....mi sopporti,sono della vecchia guardia.
Se ce l'ho fatta io,ce la può fare chiunque
-Mike Tyson-
12/15/2005 1:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 442
Registered in: 12/15/2004
Appassionato
OFFLINE
Alexis ipotizzo che El Feroz si sia espresso male intendendo il deviare un colpo come "incassarlo", e "cercare di evitarli" come fare una schivata. Non vedo un altro senso possibile. Poi ci chiarirà meglio lui.

Comunque tornando al topic gli interventi del Dott. Cimadoro sono di grande utilità ed è un piacere avere una persona cosi preparata nel suo settore all'interno del nostro forum.
12/15/2005 2:07 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 159
Registered in: 7/20/2005
Interessato
OFFLINE
Re:

Scritto da: Mr.Seggio 15/12/2005 13.32
Alexis ipotizzo che El Feroz si sia espresso male intendendo il deviare un colpo come "incassarlo", e "cercare di evitarli" come fare una schivata. Non vedo un altro senso possibile. Poi ci chiarirà meglio lui.

Comunque tornando al topic gli interventi del Dott. Cimadoro sono di grande utilità ed è un piacere avere una persona cosi preparata nel suo settore all'interno del nostro forum.


Mr Seggio,non ti immagini proprio come la comparsa
del dott.Cimadoro sia stata da mè entusiasticamente accolta.
Un esperto ci voleva proprio.
Non pensare che le mie risposte,siano polemiche....
me ne guarderei bene,nelle mie repliche,cerco di esporre
le mie teorie,che non sono per nulla scientifiche,e si basano
solo sulla mia esperienza personale.Sò benissimo di non avere
la verità in tasca,e tuttora stò cercando di imparare.
Spero solo che il dott.Cimarosa sia tipo paziente e ci
sopporti a lungo!!!

[Modificato da cimadoro 26/04/2007 23.27]

Se ce l'ho fatta io,ce la può fare chiunque
-Mike Tyson-
12/15/2005 2:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 444
Registered in: 12/15/2004
Appassionato
OFFLINE
Auspichiamo tutti che sia dei nostri a lungo, sicuramente culturalmente il forum aumenterà la propria qualità.
12/15/2005 2:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 29
Registered in: 12/4/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Intendevo il non badare molto a colpi deviati che arrivano quindi scarichi...strusciando o colpendo piano. penso che bisognerebbe sempre cercare di evitare anche il minimo colpo se possibile.non credo che prendendo colpi deviati e magari non forti ci si faccia l'abitudine.
Ma io sono solo un ragazzo, probabilmente ne capisco poco.
E' solo un lavoro.
Gli uccelli volano.
L'erba cresce.
L'onda percuote la sabbia.
Io mando la gente al tappeto.
12/15/2005 2:35 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 445
Registered in: 12/15/2004
Appassionato
OFFLINE
El Feroz guarda che non si finisce mai di imparare e la cosa vale per tutti, le lacune si colmano col tempo, tranquillo. [SM=g27811]
12/15/2005 2:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 6
Registered in: 12/14/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Re: Re: Re:

Scritto da: .alexis. 15/12/2005 13.29

Apprezzo e ringrazio per queste precise delucidazioni!
Ho notato che Lei è informato anche della tecnica pugilistica,
e ne sono felice.
Un paio d'anni fà,si era parlato di rendere obbligatoria
la presenza di unlaureato in scienze motorie o tecnici ISEF
in tutte le palestre di pugilato. La cosa era troppo complicata
e costosa e chiaramente non se ne fece nulla.
Situazione : Le palestre di pugilato,nel 95% dei casi,nulla
hanno a che fare con la moltitudine di palestre sorte negli
ultimi anni, dotate di tutti i macchinari più moderni,
avendo un paio di amici che fanno gli istruttori in questi
centri sono venuto al convincimento che in quasi tutte si
vende solo fumo ( ammettono anche i miei amici!).
Realtà : In una palestra di pugilato trovi il maestro grande
esperto di pugilato,macchinari inesistenti,attrezzi sono la
corda e, non in tutte la spalliera,ovviamente gli attrezzi del mestiere come sacchi ecc.
Il punto è che questi maestri,in genere i più giovani,si documentano ed ecco apparire i pesi,è vero che anche loro
sanno delle ripetizioni brevi e veloci con seguente esercizio
di "scioglimento" dei muscoli. La loro preparazione è tutta
qui.Ho personalmente notato un peggioramento nei pugili(già
in attività)che si dedicano ai pesi.
Resto perciò contrarissimo all'uso dei pesi nella boxe!
A noi non interessano i fisici "palestrati" interessano
i pugili,veloci scattanti e precisi.
Chiaro che apprezzo voi studiosi di queste discipline,ma
per noi al momento ( e penso per tanti altri anni ancora)
siete tecnici proibiti, nella boxe soldi non ce ne sono!
Cordiali saluti e....mi sopporti,sono della vecchia guardia.



Salve .alexis.

Vede, il problema non è la presenza del laureato o del diplomato che restano comunque solo dei titoli in un certo senso, mi spiego meglio: in realtà la presenza importante, è quella di un professionista serio che abbia voglia di speculare per amore e passione, i “misteri dell’attività sportiva” e non con la sola voglia di arricchirsi economicamente.
Ciò che spinge una persona a fare del suo meglio nel proprio lavoro, prima di tutto è la passione e la voglia di arrivare nel mestiere che si svolge qualunque esso sia.
In Italia (per quanto riguarda l’attività sportiva) soltanto il calcio è un’isola molto felice dal punto di vista economico, ma questo non significa che chi come me è volenteroso di scoprire come funziona la macchina umana e come bisogna prepararla negli sport di combattimento, ci deve rinunciare perché mancano i soldi o perché ce ne sono pochi, ne andrebbe meno l’amore e la passione; se tutti i miei colleghi ragionassero così, lo sport farebbe sicuramente un passo indietro. Se negli ultimi 10 anni, in quasi tutte le attività sportive ci sono stati ampi miglioramenti ci sarà pure un motivo, non credo che il pugilato grazie alla scienza ha fatto un passo indietro.
Attenzione, parlo di scienza da campo non di chiacchiere, perché con le chiacchiere e con le leggende e con i malintesi, allora sì, che i pugili peggiorano come ha ben notato!
Ritengo personalmente ogni atleta di qualsiasi sport, una Formula1. Basta una piccola imprecisione nei metodi di allenamento che le cose vanno male.
Dunque impariamo prima a distinguere il vero dalle chiacchiere. Purtroppo il vero ci vuole tempo per impararlo, scoprirlo e verificarlo, le chiacchiere vengono immediatamente assimilate e subito fraintese (soprattutto da chi vuole aggiornarsi senza avere nozioni basilari, lo ha scritto lei stesso “La loro preparazione è tutta qui”) e poi i pesi fanno male! Certo che fanno male! Ma come sono stati fatti per aver avuto un risultato finale negativo? E’ questo il problema.
Inoltre, ricordo, che del lavoro con i sovraccarichi se ne può anche fare a meno, la rimando alla lettura della seguente discussione: “L’allenamento della forza per i principianti e per il settore giovanile.”
Resto contrario come lei, per quanto riguarda l’utilizzo dei sovraccarichi, quando però vengono proposti, senza saperne gli effetti negativi che comportano, se utilizzati nei periodi, nei metodi, e nei modi non corretti, in questo caso è meglio lasciar perdere.
Ricordo che ogni metodo e mezzo di allenamento deve favorire la prestazione e non sfavorirla.
Vorrei infine precisare la grossa differenza che c’è, tra “le palestre sorte negli ultimi anni, dotate di tutti i macchinari più moderni” e una palestra di pugilato. Le prime sono “business”, le seconde sono cosa seria come tutte le altre attività sportive, dove quello che conta alla fine, è il risultato, la prestazione, la gara!
Quando in ballo c’è una prestazione sportiva, non credo che ci sia qualcuno che abbia voglia di escogitare allenamenti che peggiorino la situazione, soprattutto se quel qualcuno è un esperto del settore.

Distinti saluti. [SM=g27811]










12/15/2005 4:52 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 160
Registered in: 7/20/2005
Interessato
OFFLINE
Dott.Cimadoro,concordo pienamante,forse ci siamo capiti.
Ci tengo a precisare che nell'ambiente della boxe,nessuno,
a parte manager ed organizzatori professionisti,ripeto
nessuno,lo fà a scopo di lucro,ci sono maestri che ci
rimettono di tasca loro,è solo la passionaccia che li fà
andare avanti,è stupefacente vedere questi vecchi maestri,
dopo centinaia e centinaia di delusioni,accogliere il nuovo
ragazzino,e sperare che sia proprio lui a portarli a Las Vegas
per un mondiale.Questo,in fondo,è il sogno che accomuna tutte
le palestre!
Saluti e grazie di tutto.
Se ce l'ho fatta io,ce la può fare chiunque
-Mike Tyson-
12/15/2005 6:45 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1
Registered in: 12/15/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
adeguarsi!
Salve a tutti,
sono nuovo del forum ma non del sito. Vi leggo da sempre e con piacere. Mi piacerebbe intraprende con tutti voi uno scambio di idee costruttivo, come ce ne sono già stati molti.
Pratico sport di contatto da quando avevo 10 anni, adesso 27(!), ho sperimentato il wu shu e l'arte del combattimento cinese, sanda, come prima esperienza, poi in età più matura sono approdato al full contact, poi alla kick boxing e alla thay boxe, ora al pugilato. Sono stato agonista, ho cambiato allenatori e metodi di al [SM=x448560] lenamento e ne ho viste di tutt i colori!!
Scrivo riguardo l'uso dei pesi nell'allenamento in base alle mie esperienze: ogni atleta ha una sua struttura fisica e muscolare unica (penso che la scienza medica le distingua anche in categorie,il karate lo fa) e a parte una fase di start-up in cui bisogna potenziare il fisico dell'atleta in modo da renderlo adeguato alla durezza degli allenamenti, sia nell'esplosività che nella potenza pura,ma soprattutto nella resistenza, il Maestro (uso la maiuscola per distinguere i veri maestri dai praticoni) studia per il ragazzo un allenamento appropriato a migliorare le sue carenze e ad esprimere al massimo le caratteristiche innate. Cus D'Amato aveva preparato per Tyson un allenamento a puntino per migliorare la mobilità e la velocità di esecuzione dei colpi, proprio perchè lì di potenza ce n'era in abbondanza e la massa muscolare del giovane Mike (D'Amato fu il talent scout e primo allenatore) era già sviluppata quando lui di anni ne aveva 14 o 15!!!
Un pugile che fa dell'allungo la sua arma migliore probabilmente avrà una struttura longilinea, meno tonicità nell'addome e meno potenza nei tricipiti rispetto alla media. Per "lui" sicuramente poco peso nei bilanceri, per non mettere massa e passare di categoria, ma esercizi per precisione e esplosività, quest'ultima si può sviluppare con i pesi.
Eppoi dipende dal tipo di boxe che vuoi fare, dall'avversario che devi incontrare, da come risponde il corpo agli esercizi con i pesi, come diceva cimadoro: <> e non e sempre uguale per tutti.
Ma la cosa più importante, che un Maestro sa, perchè per diventare tale, ma anche cintura nera, ci vuole anche uno studio e un esame, è che la cinetica di un pugno non si limita ad impegnare deltoidi, tricipiti e pettorali, ma coinvolge più distretti muscolari (braccio e spalla), bacino-addome, e gamba di riferimento, per cui fare la panca farà crescere in modo non proporzionale i muscoli impegnati nell'esercizio e la forza espressa nel colpo. In uno sport in cui il fiato è spesso il 50% del match, avere muscoli grandi che succhiano ossigeno (pettorali) è del tutto inutile, meglio ripetere il colpo singolo 10000 volte su un colpitore e "ottimizzare" il movimento all'insegna di velocità ed esplosività, che non sviluppare la forza di Braccio di ferro ed essere goffo, lento e corto di fiato e lanciare quei "gangi larghi" che hanno sempre l'aria di una rissa da strada e lasciano aperta la porta a colpi di incontro di un veloce pugile tecnico..
scusate la lunghezza!!!
basterebbe un pò di serietà per considerarla ancora una "nobile arte"...
12/15/2005 9:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Post: 1
Registered in: 12/15/2005
Nuovo Utente
OFFLINE
Re: Re:
Non sono d'accordo sui muscoli motori principali. Nella boxe in fase di attacco si usano molto anche i dorsali per dare più potenza ai colpi, gli addominali quando ci si è molto vicini all'avversario si contraggono i muscoli per essere protetti sotto, e le gambe. Il fall step è molto spesso utilizzato per dare potenza devastante ai colpi:vedi Jack Dempsey


Scritto da: cimadoro 15/12/2005 0.32


Ciao alex.
Esatto, l'allenamento che ho descritto riguarda la forza.
La forza è L'UNICA qualità fisica "pura" in quanto influenza le altre (rapidià, resistenza). Essa viene appunto allenata in linea generale, con carichi elevati, fino a raggiungere il 95-100%% del massimale e con poche ripetizioni; in realtà ci sono anche altri svariati metodi di lavoro più o meno efficaci, che concorrono all'incremento dei livelli di forza.
I muscoli motori principali che intervengono nell'azione tecnica d'attacco del pugile, senza dubbio sono: tricipiti, pettorali e deltoidi.
Nell'allenamento sportivo moderno, vengono scelti pochi esercizi di muscolazione che fanno intervenire i muscoli interessati al gesto sportivo(questo per evitare esercizi che intervengono lo stesso sui muscoli interessati al lavoro, ma hanno a loro sfavore una dinamica di movimento che si allontana dall'esecuzione tecnica della disciplina praticata), essi sono quelli che più si avvicinano nella loro forma alla tecnica della disciplina. Senza dubbio la panca piana è l'esercizio che più simula l'attacco del pugile con il pugno (meglio se effettuata con i gomiti stretti).
Se si vuole utilizzare un esercizio più "speciale", si possono usare i cavi dell'ercolina o della cosidetta "cablejungle" (così chiamata dalla tecnhogym), in questo modo si può simulare il pugno, questo lo consiglio però ad atleti molto avanzati perchè necessita di una buona stabilizzazione dei muscoli addominali e lombari.
Infine ricordo che i colpi sferrati con le braccia da parte del boxeur, sono "sostenuti" dai muscoli delle gambe che necessitano di una grande reattività. Mi riferisco soprattutto ai gemelli (polpaccio), che devono disporre di un elevato livello di stiffness muscolare (rigidità del muscolo). Immaginate una pallina di ferro che rimbalza su di una superficie di ferro, invertirà immediatamente la sua direzione al rimbalzo, avendo pochissima deformazione(questa è la stiffness) a differenza di una pallina di gomma. La pallina di ferro ha una reattività maggiore. I "polpacci" del pugile devono arrivare a questo.
[SM=x448558]

Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 3 4 5 6 7 8 9 | Next page
New Thread
Reply
Cerca nel forum





Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin | Regolamento e Privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:46 PM. : Printable | Mobile - © 2000-2014 www.freeforumzone.com