Forum archivio della Compagnia del Giardinaggio


Ricerca nell'archivio del forum

Un importante cambiamento per il forum

Print | Email Notification    
Author
Facebook   Lavanda di ProvenzaLast Update: 8/19/2004 1:50 PM
5/26/2004 3:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: MILANO
OFFLINE
Mi stavo domandando qual'è la varietà di lavanda che coltivano in Provenza in quei campi viola da sogno... In un sito ho letto che "mentre la nostra lavanda fiorisce tra maggio e giugno, quella famosa che accende di viola la Provenza ha il periodo di massima fioritura a metà luglio (quando tra l'altro in Provenza deve fare un caldo pazzesco)". Quale sarà?
E come fanno a tenere i cespugli così belli, rotondi a ventaglio e praticamente senza legno? [SM=g27765]
5/26/2004 3:44 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: VENEZIA
OFFLINE
uhm per la varietà non posso aiutarti perkè non so il nome.
Io ne avevo 2 cespuglioni grandi e folti prima che il gelo di due anni fa le distruggesse[SM=g27758]
Le potavo (quasi senza pietà) a fabbraio, cercando di dargli una bella forma a palla.. poi la primavera faceva il miracolo[SM=g27758]
Ciao C.

5/26/2004 3:53 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Le varietà di Lavanda sono tante, tantissime, ma la più coltivata forse é "Grosso". Quanto al portamento ordinato e compatto è merito in parte della varietà (gli ibridi di "Lavandino" -che c'è da ridere?? si chiamano così! [SM=g27763]- sono più compatti delle cultivar di Lavandula spica), in parte delle potature che vengono effettuate a più riprese. Ma nei campi i cespugli sono sostituiti di frequente, e quindi non hanno il tempo di arrivare al naturale declino di cui soffrono le piante nei nostri giardini!
[SM=g27761]
5/26/2004 3:57 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: PISTOIA
OFFLINE
Ciao Dani[SM=g27758]
La lavanda tipica dei paesaggi provenzali è in realtà il "lavandino" (Lavandula x hybrida). Si tratta di alcune varietà di un ibrido interspecifico tra Lavandula spica e Lavandula latifolia, selezionato nella seconda metà del secolo scorso e ampiamente coltivato per la più alta concentrazione delle sostanze aromatiche caratteristiche.
A titolo di pura curiosità (ho un amico che ci lavora) la Menarini, una delle più grandi industrie farmaceutiche italiane, aromatizza da anni l'equivalente del "Fastum gel" commercializzato in Francia con l'essenza del lavandino, ottenendo un prodotto molto più gradito dal pubblico. Ovviamente stanno pensando di fare la stessa cosa in Italia. Quindi, forza...tutti a slogarsi le caviglie per sentire un po' del romantico profumo![SM=g27766]

Ciao
Luca, Pisa
5/26/2004 4:38 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Ma questo lavandino dove può essere acquistato?(se qualcuno mi risponde nei negozi di articoli sanitari lo picchio....)
Se prometto di mettere a dimora le piante, me lo dite?
Elisa [SM=g27758]
5/26/2004 5:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: MILANO
OFFLINE
Eli, io un salto a Grasse con Indaco lo faccio spero a breve. E lì pensavo di darmi allo shopping piantifero... Magari te ne porto una se le trovo [SM=g27761]

Lu, sicuramente hai ragione: mi ricordavo che i contadini della Provenza mi avevano detto che si trattava di un ibrido speciale ma non abbiamo avuto tempo, l'anno scorso, di fermarci in un vivaio, c'erano talmente tante cose da vedere! Comunque la potatura probabilmente deve essere radicale per farle di quella forma così bella... [SM=g27758]

[Modificato da xypod 26/05/2004 17.45]

5/27/2004 3:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Pensa un po', dalle mie parti (pianura padano veneta) nei vivai si trovano solo "lavandini". Io ho composto un'aiuola qualche anno fa e devo dire che mi sta dando delle soddisfazioni, perche', potando le piante a palla (asportando pure alcuni centimetri di ramificazioni, oltre allo stelo) assumono una bellissima forma compatta di vero effetto. C'e' però una nota negativa. I fiori non sono certo appariscenti come la Hidcote, Munstead, ...
Dopo averle piantate, ho scoperto il sito di Priola con tutte le varieta' disponibili, acc...
Sara' per la prossima volta.
5/27/2004 7:04 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: ACCIANO
OFFLINE
... una mia carissima amica di una paesino vicino ad Avignone s'è portata a Roma una lavanda "stoechas". E' quella la più diffisua dalle sue parti, ed impazzisce quando ne sente il profumo. Solo che sembra quasi più difficile da tenere rispetto alle altre, mi fa una rabbia, mi fa (ma adesso l'ho ritrovata in vivaio e questa volta ci riuscirò, ne sono certa!).
5/27/2004 9:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Bel post
Ah, che bello! Parliamo di lavanda: io ne vado pazza! Anche io mi sono posta mille volte la domanda sul tipo di lavanda che viene coltivata in Provenza, ma a quanto pare non è molto facile da trovare, in più non sembrerebbe molto adatta alla coltivazione in giardino. La varietà più bella che ho io è la Hidcote Blue, ma anche la Twickle Purple è splendida, ed assomigliano moltissimo alla lavanda provenzale. Bisogna potarle a palla, sin da piccole, in modo da limitare al minimo la parte legnosa, perchè la lavanda non rigetta da sotto come le altre piante, lignifica e invecchia (Gertrude Jekyll, per sottolineare l'aria vissuta delle lavande ci faceva crescere attraverso delle clematis). La stoechas è una delle più belle, è molto precoce e va rimondata subito dopo la fioritura. Invece ho trovato un po' deludente la Munstead, ma forse ha solo bisogno di tempo.
Io ti consiglio il libro "Lavande" edagricole, è veramente estremamente informativo. Oppure se vuoi ti posso fotocopiare la prefazione e la descrizione delle specie.
5/31/2004 9:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: ACCIANO
OFFLINE
Io adoro le lavande, ma ho il terrore delle api. Conoscete una lavanda che non attiri le api? (non mandatemi a quel paese please)
ciao Libe
6/1/2004 8:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Quando fioriscono le mie lavande, immergo le mani fra gli steli per raccogliere i fiori o sentirne il profumo, perché le api, assolutamente innoque, mi girano attorno senza disturbarle e disturbarmi. E' una bella sensazione da provare. Se poi arriva qualche farfalla fin prima mai vista allora è il massimo.
6/1/2004 11:41 AM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: MILANO
OFFLINE
Raga, in via provvisoriaquasidefinitiva abbiamo pensato di fare un giro a Grasse il 19 di giugno. Se trovo qualche piantina della favolosa lavanda provenzale, ve la porto volentieri, compatibilmente con lo spazio macchina... [SM=g27761]
6/1/2004 2:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: VIGEVANO
OFFLINE
Io ho un lavandino in vaso, ma sul luogo di reperimento non faccio testo, dato che trovo le piante più assurde al supermencato, il lavandino in questione l'ho pagato 2,55 euro a febbraio, e adesso è tutto una spiga!
6/16/2004 6:21 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: MILANO
OFFLINE
Avviso di servizio: abbiamo rimandato il giro in Provenza, lo faremo il 10-11 luglio. Se trovo le lavande special, fatemi sapere se le volete anche voi [SM=g27758]
6/16/2004 8:49 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Sì, se trovi la lavanda per l'estrazione dell'essenza ne vorrei poter avere una piantina. Naturalmente devi dirmi quanto spendi!
6/25/2004 12:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: ROMA
OFFLINE
potatura?
Ma veramente la lavanda è bene potarla?

A me non dispiace quel suo andamento un pò scomposto, che poi nel giardino "stile inglese" (scusate la pretesa)[SM=g27766] abbastanza nature e potato al minimo,erbacee a parte, non stà male. Tra l'altro ho una lavanda dal fiore non troppo appariscente, forse un'angustifolia, che ha solo 3 anni ed è diventata enorme, anzi enormissima! e non l'ho mai potata, diciamo solo ripulita. La parte legnosa è dietro, nascosta e davanti è tutta foglie e fiori. La mia paura è: se la poto, anche drasticamente, soffre? Anche perchè la parte legnosa ormai è grossissima...Forse fiorisce meno. Così mi è sembrato nel giardino della mia vicina che tutte le settimane si fa venire una squadra di giardinieri che potano, potano...insomma, le sue lavande, prima bellissime, ora sono un pò "sfigate".

Lo stesso vale per le altre varie lavande: le poto? Ovviamente il periodo delle potature sarà....?
A voi la risposta.
elisabetta
6/25/2004 1:29 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
OFFLINE
Io poto la lavanda perché ho scelto di contenere l'allungamento del cespuglio. Ogni anno a fine settembre taglio gli steli e 2-3 cm delle ramificazioni dando una forma a palla. A primavera i nuovi getti talmente fitti danno un bellissimo effetto. Credo comunque che un taglio troppo drastico comprometta la pianta. Puoi quindi lasciare la pianta allungarsi quano vuoi e poi potarla per accestirla.
Spero di essere stato utile, Ciao.
6/25/2004 3:26 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: MILANO
OFFLINE
Ok Conni [SM=g27758]
6/25/2004 4:32 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Location: PISTOIA
OFFLINE
Le lavande non sopportano assolitamente le potature troppo drastiche. Arrivare al legno significa, quasi certamente, comprometterne definitivamente lo sviluppo.
Personalmente adoro i grossi cespugli lasciati crescere liberamente, quegli immensi e contorti intrichi di rami e spighe che si trovano nelle campagne e nei vecchi giardini, piantati dai contadini o dai vecchi proprietari e abbandonati a se stessi. E' bellissimo scontrarli, anche per caso, e venire inondati dal profumo dolcissimo e inebriante, la trovo una meravigliosa dimostrazione della forza e dell'autonomia che la natura dona ai suoi figli.
Nei giardini più piccoli, tuttavia, è necessario effettuare potature ricorrenti per contenerne lo sviluppo e ottenere un aspetto compatto ed ordinato.
Il periodo più appropriato è quello immediatamente successivo alla firitura. Per le forme topiarie, invece, è necessario intervenire anche due o tre volte nel corso della stagione vegetativa.
Ciao
Luca, Pisa
6/26/2004 2:25 PM
 
Email
 
User Profile
 
Modify
 
Delete
 
Quote
Grazie Xy, naturalmente ricambio con qualche altra cosa!
Anche a me piacciono i grossi cespugli di L. x intermedia lasciati crescere liberamente, ma liberamente nella lavanda implica il disordine, e questo in un piccolo giardino non va. Io cerco di tenerle ordinate ma non è tanto facile quanto sembri, e comunque ho capito che per averle sempre belle ed a palla bisogna cambiarle spesso.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum

Home Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.4.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 5:01 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2014 FreeForumZone snc - www.freeforumzone.com